Generatore termico a idrogeno atomico

Praticamente con un puntatore laser e un pò d’idrogeno si può riscaldare casa.
Zero radioattività, zero emissioni, costo ridicolo:


Nessun intento di flame,né volontà di cadere in alcuna provocazione, ma a prescindere dalla effettiva realizzabilità della cosa quando scrivi

ti rispondo: e l’idrogeno, dove lo trovi? Come lo produci? Quanto ti costa produrlo?

P.S. Provocatoriamente: se la cosa è fattibile (come dici tu) perché non te la realizzi per casa tua?

… e aggiungo… visto che a parità di efficienza dovrebbe servirti un laser da almeno una trentina di kw, spannometricamente parlando… chi paga la bolletta???

Do not feed the troll.

No Albyz, serve un laser da 30 mW che costa 10 euro dai cinesi…
Sì sto preparando un prototipo coi soldi della tredicesima, vi farò sapere…
In effetti io uso un trucco per intrappolare il laser nel risuonatore ottico
dove l’energia aumenta in modo esponenziale.
L’idrogeno lo riciclo se vedete bene il disegno!

io ringrazio Ik1odo e Albyz che non hanno resistito e cosi´ finalmente qualcuno gli ha risposto… adesso con la discussione che nascera´ la mia giornata sara´ molto piu divertente e spassosa… :slight_smile:

Allora passo… mi sfugge qualche cosa… non essendoci reazioni nucleari sarebbe interessante capire come da una potenza di 30mW ne ottieni 30000000 mW… se ottieni qualche cosa facci sapere :wink:

Albyz, è la reazione dell’idrogeno atomico, cioè H1:

H2 + 103 Kcal = H + H = H2 + 103 Kcal

Ascoltate il mio zio preferito.

Monitoro passivamente la discussione, se si scalda troppo (sarà un laser, sarà l’idrogeno atomico che si ricombina…) taglio perchè è un film già visto e non ci piacciono le repliche.
Se viceversa qualcuno racconta qualcosa di incidentalmente interessante il topic sarà l’ennesimo altare al dio della serendipità.

A voi la scelta :slight_smile:

Uhmm appunto… quelle 103kcal per molecola come gliele fornisci??

appunto col laser che inietta continuamente radiazione UV, ma che nel reattore rimane intrappolata,
va avanti e indietro, aumenta sempre (il laser continua a pompare) finchè si raggiunge la soglia alla quale avviene la scissione delle molecole di idrogeno.
Il reattore altrimenti riscalderebbe fino a fondere o a scoppiare…

Allora… senza considerare le inefficienze del processo, che ora mi sembrano il problema minore… un raggio laser da 30mW fornisce in un’ora 0,03Wh, che corrispondono a 25 cal… che consentono di scindere 1 (UNA) molecola di idrogeno ogni 3961 ORE… quanto è grande casa tua???

… poi scusa… senza fare calcoli… se in quella macchina usi una reazione e poi la sua inversa… come diavolo fai a ottenere ancora ulteriore energia come risultato finale???

Ti adoro Don Chisciotte della Brianza! :stuck_out_tongue_winking_eye:

ecco ieri leggevo i tweet di faiunadomandalapapa ora questo thread, devo lavorare cavolooooooooooooooooo :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:

C’é anche chi sfrutta queste cose per far soldi a palate
http://extropolitca.blogspot.it/2011/01/fusione-fredda-il-catalizzatore-di.html

Dopo 2 anni quel reattore non c’é ancora, Focaldi e Rossi hanno fatto dichiarazioni eclatanti e ridondanti, ma di energia neppure l’ombra.
Avevano dichiarato che anche la Nasa era interessata, ma la Nasa ha smentito.
etc etc…

Però se gli vuoi dare dei soldi, loro sono sempre lì

…e con quale materiale dal “costo ridicolo” intendi ricavare uno scambiatore di calore che regga a 4000° centigradi ? Sta’ storia mi ricorda un tipo che vaporizzò acciaio alla temperatura di millemila miliardi di gradi…

Strano però che nessuno si è chiesto qual’è la migliore lunghezza d’onda del laser utilizzabile…

Senza contare che intrappolare della luce in un doppio specchio sarebbe un accumulatore bellissimo. E la NASA che si danna a creare accumulatori a volano.
Questo non avrebbe neppure scomodi momenti angolari.

Adoro quando fa cosi´… :grin:

Beh, ma perché é una domanda troppo banale per chiunque sappia qualcosa di fisica, la migliore lunghezza d’onda utilizzabile é la piu piccola, cioé la frequenza piú elevata, quindi uhm, vediamo un po… 0? chiaro che con la frequenza infinita avrei una quantitá di energia infinita, ma una frequenza infinita di una cosa di lunghezza zero é ovunque, forse é da qui che viene fuori l’energia che tu vuoi usare?

caspita perché sto facendo ingegneria e non ho fatto il fisico teorico… :angry: :angry: :angry: