HST in safe mode


#1

Ahi ahi ahi… Il telescopio spaziale Hubble, il più potente telescopio spaziale attivo, sta avendo dei problemi. Hubble è in orbita da 28 anni, e nel passato poteva essere manutenuto dallo Space Shuttle. Una delle ruote di reazione, che servono a puntare accuratamente il telescopio, si è guastata, e il telescopio attualmente è in “safe mode”, ovvero in un modo operativo di emergenza che preclude le operazioni scientifiche. Il team sta cercando di attivare l’ultima ruota di reazione di riserva, ma sta avendo dei problemi. Non ho trovato comunicati ufficiali, ma se avete twitter seguite la dottoressa Rachel Olsten: https://twitter.com/rachelosten/status/1049092469000953857?s=19


#2

Space.com è sul pezzo, come sempre


#3

Anche nasawatch riporta i tweets della dott.ssa Olsen: http://nasawatch.com/archives/2018/10/hubble-space-te.html


#4

Ustia… una notizia che non avrei mai voluto sentire.
6 giroscopi in totale, tutti sostituiti durante l’ultima EVA della Servicing mission del maggio 2009.
Anche qui sull’Hubble divisi tra Control Moment Gyroscope (CMG) per i sensori di guida e Rate Gyro Assembly (RGA) per la navigazione inerziale? o sono semplicemente chiamati Reaction Wheels?
Ora ne funzionano solo due, corretto? ed il tutto potrebbe anche funzionare con un solo Gyroscopio…

Incrociamo le dita… perché viste le previsioni sul JWST, HST ha ancora qualche annetto di attività!


#5

Brutta tegola purtroppo.
Magari si studia una missione di Orion di servizio… :speak_no_evil:


#6

povero Hubble… La cosa triste è che anche volendo non possiamo neanche mandargli un paio di meccanici al momento :confused:


#7

faresti prima a farla con Una Dragon o una CST. Per lanciare una Orion in orbita ti servono un FH o un Delta 4H (SLS scordatelo per una missione del genere). Entrambi i razzi non sono man rated (FH non ha neanche il numero di voli necessari per ambire alla certificazione). Orion direi che è fuori dai giochi per le operazioni in LEO, a meno che non se ne faccia una versione con un modulo di servizio più piccolo e leggero.


#8

Davide, dovrebbero essere i CMG. Si prevedeva che quello che si è guastato dovesse fermarsi sei mesi fa, ha già fatto sei mesi più del dovuto. E basterebbe andare su con un po’ di WD40 … :smiley:


#9

Si ho letto! E’ già andato oltre le previsioni.
Complicato, almeno per me, pensare a come stabilizzare l’HST con soli due giroscopi, o addirittura uno solo…
Programmare una missione di servizio adesso è impossibile… con cosa poi? in tempi così brevi… è impossibile anche pensare di abbassare l’orbitra per portarlo in zona ISS e da li fare la manutenzione… Fantascienza! :grin:


#10

ci sono diversi commenti sul web circa possibili missioni robotiche, ma ci vanno dieci anni di lavoro, e tanto varrebbe fare un altro HST. Dobbiamo rassegnarci che un giorno diventerà anche lui space junk.


#11

Mi sa che il nonnetto si avvia al decommissioning…non mi sembra attualmente pensabile di forzare le tappe per riparare (non so con che probabilità di successo) uno strumento del genere. Non abbiamo niente per farlo e come dite non lo avremo per anni. Non escludo che anche l’elettronica possa essere con vita utile stimata di pochi anni, forse meglio dirottare gli investimenti verso JWST o altri telescopi in dirittura d’arrivo.


#12

Credo proprio che l’investimento su JWST, almeno fino al lancio e successivo commissioning, sia indipendente dalla gestione operativa di HST. La comunità scientifica richiede continuamente tempo osservativo su HST, mi pare che il rapporto tra richieste e tempo disponibile fosse qualcosa come 20:1. Quindi finché va continuerà a essere usato, fino al primo guasto irreparabile.


#13

Aggiornamento dalla NASA - traduzione di google rivista:

Hubble in modalità provvisoria in cui vengono diagnosticati i problemi del giroscopio
La NASA sta lavorando per riprendere le operazioni scientifiche del Telescopio Spaziale Hubble dopo che la navicella è entrata in modalità sicura venerdì 5 ottobre, poco dopo le 6:00 del pomeriggio. EDT. Gli strumenti di Hubble sono ancora pienamente operativi e si prevede che produrranno una scienza eccellente per gli anni a venire.

Hubble è entrato in modalità sicura dopo che uno dei tre giroscopi utilizzati attivamente per puntare e stabilizzare il telescopio è andato in avaria. La modalità sicura mette il telescopio in una configurazione stabile fino a quando il controllo a terra può correggere il problema e riportare la missione al normale funzionamento.

Costruito con più ridondanze, nel 2009 Hubble aveva installato sei nuovi giroscopi durante la missione di manutenzione 4. Hubble di solito utilizza tre giroscopi alla volta per la massima efficienza, ma può continuare a fare osservazioni scientifiche con uno solo.

Il giroscopio che si è guastato aveva esibito un comportamento di fine vita per circa un anno, e il suo fallimento non era inaspettato; altri due giroscopi dello stesso tipo avevano già fallito. I rimanenti tre giroscopi disponibili per l’uso sono tecnicamente migliorati e quindi dovrebbero avere una vita operativa significativamente più lunga.

Due di questi groscopi potenziati sono attualmente in funzione. Dopo aver acceso il terzo giroscopio potenziato che era stato tenuto in riserva, l’analisi della telemetria della navicella indicava che non stava funzionando al livello richiesto per le operazioni. Di conseguenza, Hubble rimane in modalità provvisoria. Il personale del Goddard Space Flight Center della NASA e lo Space Telescope Science Institute stanno attualmente eseguendo analisi e test per determinare quali opzioni sono disponibili per ripristinare il giroscopio alle prestazioni operative.

Le operazioni scientifiche con Hubble sono state sospese mentre la NASA indaga sull’anomalia. Un Anomaly Review Board, composto da esperti del team di Hubble e un settore familiare con la progettazione e le prestazioni di questo tipo di giroscopio, si sta formando per indagare su questo problema e sviluppare il piano di recupero. Se il risultato di questa indagine si risolve nel recupero del giroscopio malfunzionante, Hubble riprenderà le operazioni scientifiche nella sua configurazione standard a tre giroscopi.

Se il risultato indica che il giroscopio non è utilizzabile, Hubble riprenderà le operazioni scientifiche in una modalità “ridotta-gyro” già definita che utilizza solo un giroscopio. Mentre la modalità a giroscopio ridotto offre meno copertura del cielo in un determinato momento, l’impatto sulle capacità scientifiche generali è relativamente limitato.

Per ulteriori informazioni su Hubble, visita:


#14

Non mi è chiaro se rimangono disponibili due ruote di reazione più una malfunzionante o se ne rimanga solo una funzionante.
Nel primo caso tenendone una come riserva, con non so bene che limiti osservativi ci sarebbe modo di continuare per molto tempo, nel secondo sarebbe l’ultima spiaggia.


#15

Da quel che capisco dal comunicato stampa di NASA, rimangono due ruote di reazione (giroscopi) funzionanti. Una viene tenuta spenta come riserva, l’altra viene usata attivamente, in una modalità detta “gyro-ridotta” che fa uso di una sola ruota per il controllo dell’assetto.


#16

Interessante. Posso dedurre che in qualche modo le ruote non siano rigidamente vincolate al proprio asse, ma possano ruotare sui tre assi, diversamente non immagino come possa ruotare sui tre assi con una ruota sola. Se uno dei tre fosse allineato con l’asse ottico portebbe essere superfluo (ruotare il campo non è fondamentale), ma gli altri due per puntarlo mi sembrano così in prima battuta necessari


#17

anche a me sfuggono questi determinanti dettagli


#18

Shannon scrive per il NY Times e Wired fra gli altri.


#19

C’è chi su Twitter ci chiede questo, ma non so rispondere.
(La parking orbit è un’altra cosa no? Intende l’orbita cimitero)


#20

Non credo proprio, Veronica. HST non ha mezzi propulsivi, quindi andrebbe rimorchiato su un’orbita più alta. Ma a che pro? Secondo me un refurbishing estensivo, come quello fatto nell’ultima missione Shuttle, richiede appunto un mezzo come lo Shuttle, in grado di portare su un mucchio di materiale, e astronauti in grado di fare l’operazione. Nel frattempo il telescopio resterebbe in orbita, continuando a degradarsi … non ha senso.