I partner ISS sostengono il nuovo piano del Gateway lunare

Nuovo articolo di Rudy Bidoggia pubblicato su AstronautiNEWS.it

3 Mi Piace

Interessante la proposta di moduli commerciali.
Poi chissà se la NASA emetterà un bando per i veicoli cargo/crew come oggi per ISS. Non mi pare di aver letto nulla in proposito.
Orion c’è per la parte crew, ma per i cargo?
Mi auguro che non finisca tutto nel dimenticatoio.

Interessante vedere che Roscosmos sarà ancora nel progetto, ero convinto fossero esclusi come conseguenza alle tensioni internazionali.
Qualcuno sa come mai questa scelta?

Per i veicoli cargo sono i soliti, Dragon, Cygnus e Dream chaser nel bando.

La stipula di accordi internazionali per un ritorno congiunto sulla luna dovrebbe essere fatta al più presto, principalmente per “blindare” il programma mettendolo al riparo da possibili cancellazioni da parte di un eventuale amministrazione successiva.
“Vendere” il ritorno alla luna come uno sforzo internazionale e come il passo logico successivo alla ISS,è il modo migliore per mettere in sicurezza questo importante obiettivo.
Inoltre sono evidenti i vantaggi logistici,ed economici.

1 Mi Piace

Sicuro? Per portarli fino all’orbita lunare serve anche un vettore capace di farlo. Dragon poi è progettata per il rientro dalla LEO non dalla Luna. Nell’articolo si parla di Cygnus solo per la realizzazione di moduli.

Flanker: non sarà perché oggi come oggi la Russia non ha la capacità di portare in LEO la sostituta della ISS, come ventilavano, quindi si appoggiano a NASA per continuare ad avere uno accesso allo spazio manned?

Se Gateway sarà anche russo, credo sarà la fine del Programma Sojuz.
Potrebbe altrimenti riciclarsi per il trasporto passeggeri verso la stazione di Bigelow.
Progress invece potrebbe continuare a sopravvivere, ma ovviamente occorre vedere che genere di accordi stabiliranno i russi quando si comincerà a fare sul serio.

Crew Dragon é stata progettata fin dall’ inizio per un rientro da traiettoria Inter-planetaria ( quando era stata chiamata “Red Dragon” e doveva atterrare su Marte ma poi cancellata.
Cygnus e Dragon avrebbero bisogno di un F9 forse Expandable oppure Falcon Heavy/ Vulcan per il Cygnus. Dream Chaser é in continuo aggiornamento quindi non sappiamo molto. Poi la caratteristica di poter rientrare per un veicolo cargo del genere servirà solo per riportare a terra esperimenti importanti da analizzare a terra.

1 Mi Piace

Ema, hai qualche fonte per questo fatto? Soprattutto sul fatto che è stata effettivamente realizzata per resistere ad un rientro a 40k km/h. Mi piacerebbe approfondire.

Io ho i miei dubbi. Ricordiamoci che in teoria Dragon cargo era anche fin da subito progettata pensando a Crew Dragon, si diceva che la certificazione per trasportare equipaggi sarebbe stato un gioco da ragazzi, poi le cose non sono andate proprio così…

1 Mi Piace

Bisogna vedere quanto del progetto della red Dragon è stato condiviso con la crew dragon

le caratteristiche tecniche dello scudo ci sarebbero, non sappiamo però lo stress sulla capsula al rientro.

In mancanza di test specifici, Dragon non è adatta ad un rientro controllato in atmosfera, tornando dalla Luna.
Che lo potrebbe essere in futuro è da vedersi.

Grazie mille.
Linko la fonte originale da cui prende spunto la tua fonte:


Effettivamente per il rientro atmosferico da una traiettoria lunare sono molto avanti, lo scudo termico è la parte più sensibile.

1 Mi Piace

Questo probabilmente dovrebbe essere testato prima con una CargoDragon V2.
A “naso” il problema principale è il sistema ECLSS non progettato per supportare un gruppo di astronauti per molti giorni al di fuori di un’orbita LEO.

Sono riuscito solo adesso a leggere l’articolo e mi sorgono alcune domande.

HALO quale precedente elemento va a sostituire?

ESPRIT (il principale contributo di ESA) non si farà più?

Lo U.S. Utilization Module rimane nella nuova configurazione?

Halo dovrebbe essere il nuovo nome di US utilization module, e rispondo alla 1 e alla 3 :slight_smile:
È leggermente differente dal progetto iniziale, ma serve per il gateway minimale per mettere la bandierina sulla luna nel 2024.

ESPRIT non è ancora in discussione, ma se ne parla dopo il 2024, nella versione del gateway completa con tutti i partner internazionali. Credo che all’inizio mettano piccoli serbatoi di idrazina in halo.

EDIT: le taniche di idrazina saranno all’esterno del PPE.

1 Mi Piace

Stiamo parlando ovviamente Di Dragon 2 Cargo, il trasporto Manned verrà eseguito esclusivamente da Orion

Ok, Dragon 2, ma li regge 40.000 km/h in atmosfera?
Se poi sarà un cargo a perdere x il Gateway, ok. Ci stà.Era giusto per sapere, perché altrimenti dovremmo vedere schedulato un lancio Space-X di prova dello scudo termico, come ha già fatto NASA x Orion.