Il cannone della Salyut 3


#1

Rivelate le immagini del cannone installato a bordo della stazione spaziale sovietica Salyut 3, che nel gennaio 1975 sparò almeno un colpo di prova (senza equipaggio a bordo).


#2

Mammamia!


#3

Asat a parte, è la cosa più vicina a Star wars (tanto quelle di Reagan che quelle di Lucas) che abbia mai visto, grazie per il link!


#4

C’è solo un particolare che mi è sempre sfuggito (e dato che ne stiamo parlando qui lo espongo): per la terza legge della dinamica uno sparo nello spazio avrebbe la capacità di far cambiare notevolmente l’orbita della stazione che ospita il cannone. Dato che (a leggere) tale cannone ha sparato, come è stato risolto il problema? Ovverosia la Almaz ha cambiato l’orbita dopo lo sparo, oppure c’erano dei meccanismi di compensazione?


#5
The outpost ignited its jet thrusters simultaneously with firing the cannon to counteract the weapon's powerful recoil

#6

O invece magari usavano il cannone per i reboost :stuck_out_tongue_winking_eye:


#7

Infatti per le successive sono stati previsti un paio di razzi guidati :fearful:

Non mi ricordo più quale aereo poteva azionare la sua vulcan solo per un secondo o due prima di andare in stallo a causa del rinculo


#8

Più che del Vulcan, credo che si tratti del GAU-8 Avenger da trenta millimetri montato sull’A-10 Warthog. Si tratta di un gingillo grande come un’utilitaria, l’unico cannone capace di forare la corazza dei mezzi corazzati pesanti odierni. Di fatto l’aereo è costruito attorno al cannone.


#9

Grazie Paolo, quel passaggio dell’articolo originale mi era sfuggito. Ho poca abitudine a leggere in inglese, e spesso qualcosa mi sfugge.


#10

Da che dovevano difendersi?
Da un Apollo,o da uno Shuttle?
La GeminiB ed il Dyna Soar erano state cancellate,l’Apollo stava per arricchire la collezione dei musei spaziali ed in ogni caso si trattava di un veicolo civile,il primo volo di uno Shuttle era lontano otto anni.
Forse un veicolo automatico o un satellite armato?
Oppure serviva ad eliminare eventuali satelliti spia nelle vicinanze?


#11

o forse mostrare i muscoli, cosi come avvertimento


#12

Da una capsula gemini dell’Usaf super segreta :ok_hand:


#13

Per fortuna è stato solo un inutile esperimento e lo spazio con i tempi che corrono è ancora un posto pacifico, e le battaglie stile star wars sono molto lontane dal realizzarsi.


#14

beh col senno di poi fa ridere, ma nel '74 forse l’idea di una missione spaziale “ostile”, automatica o meno, non doveva sembrare cosi ridicola in fondo. non dimentichiamoci che di tanti programmi militari si sapeva poco, e durante la guerra fredda la tensione poteva salire improvvisamente anche per molto meno…non ho mai trovato sorprendente che i russi avessero pensato anche a questa eventualità.

L’A-10 “warthog”…che aereo affascinante, molto particolare. Quel cannone sul muso carica munizioni grandi come bottiglie d’acqua…in orbita credo avrebbe spedito la Salyut BEO :mregreen:


#15

Anche perchè la guerra nello spazio si fa in tanti altri modi, accecando i satelliti, disabilitando i ricevitori, analizzando i comandi e mandandone di falsi… non è indispensabile sparare cannonate. C’erano state diverse notizie in passato, poi più nulla. Ma questo non vuol dire che la situazione sia tranquilla, o che sistemi ASAT non siano in orbita o a terra.


#16

Se non fosse un po’ triste, per questa affermazione mi verrebbe da ridere :wink:
Lo spazio è tutt’altro che un posto pacifico, il mondo dello spazio è profondamente intrecciato con il mondo militare. Non vuol dire che nello spazio ci sono armi, ma i militari hanno sempre accesso prioritario ai satelliti di osservazione, telecomunicazioni e posizionamento…


#17

SI so benissimo che lo spazio è sempre stato utilizzato a scopi militari ad esempio con i satelliti spia, ma almeno le battaglie con cannoni e spade laser non ci sono per fortuna :slight_smile: E probabilmente (speriamo) non ci sono neanche armi.
Tutto sommato nello spazio c’è un clima di collaborazione tra tante nazioni diverse, che purtroppo per i problemi terrestri spesso non funziona bene allo stesso modo.


#18

Se lo spazio diventasse “terrenno” di scontro armato sarebbe la fine di tutto. :angry:


#19

Nel bel libro “La terza guerra mondiale”,scritto nel 1979 ed ambientato nel 1985,c’è un capitolo sulla “Guerra nello spazio” in cui una Sojuz colpisce uno Space Shuttle danneggiandolo gravemente ed uccidendo gli Astronauti (i cui corpi verranno poi riportati a terra dopo il breve ma micidiale conflitto che vedrà il colasso del patto di Varsavia,durante “una solenne missione di recupero” ad opera di un altro Shuttle).
Se non ricordo male però il colpo fatale era sparato con un laser e non con un cannoncino.


#20

A proposito di “armi spaziali invisibili” fino al 2000 il sistema GPS aveva la “selective availability” che consentiva l’introduzione di errori nel segnale GPS per usi civili in modo da degradare l’accuratezza fino anche a rendere il sistema inutilizzabile se il dipartimento della difesa avesse voluto, con il relativo grandissimo vantaggio militare di poter disporre di una precisissima geolocalizzazione rispetto i “nemici”. Fu poi eliminata anche grazie alla nascita del sistema Galileo se ben ricordo