Il ciclo solare 25 si sveglia

Proprio per celebrare il perielio del Parker Solar Probe, oggi il Sole esibisce una bella macchia, una delle prime significative del ciclo 25.
La macchia è associata ad un lungo filamento, grosso modo di 180.000 km di estensione. Il filamento è dinamico ed instabile, è una grande massa di idrogeno che galleggia sui campi magnetici della macchia; potrebbe svanire o collassare.
Ripresa di oggi da Rivalta, telescopio solare H-alfa Lunt LS60T, barlow, camera DMK41.
Allego le versioni elaborate in positivo ed in negativo.

26 Mi Piace

Bensvegliato Sole! Vediamo se vi posso mettere le immagine del mio presidente…

Come sempre, chapeau!

1 Mi Piace

Ribadisco, immagini mozzafiato! Grazie per averle condivise

1 Mi Piace

@IK1ODO mi associo ai complimenti e ai ringraziamenti per la condivisione delle immagini. Che spettacolo!

E poi ci aggiungo uno zinzino di speranza per la riapertura della propagazione. :radio:

73 de IU5HIW

1 Mi Piace

Nino, al momento siamo qui:

Insomma, peggio di così non può andare! :laughing:

https://www.swpc.noaa.gov/products/solar-cycle-progression

5 Mi Piace

@IK1ODO Quel grafico lo conosco e mi ha turbato il sonno (…sono un QRP boy).
E’ come l’andamento dei titoli in borsa nelle fasi recessive: ogni volta che vedi un rialzo sai che dura pochissimo. :triumph: :joy:

Però l’argomento dei cicli e dell’attività solare è interessantissimo. Avresti per caso qualche lettura da suggerire per approfondire? Penso che ci siano altri partecipanti al forum che potrebbero apprezzare.

1 Mi Piace

Foto di Marco Barella, presidente del Gruppo Astrofili Polesani:

2 Mi Piace

L’ho sempre detto che certi processori scaldano troppo

1 Mi Piace

Hahaha :joy: corretto!

Grazie per il grafico
per un ignorante come me … quindi per capirsi per un bel po’ ci becchiamo un bel po’ di emissioni?
Se ricordo bene + sunspot = + emissioni

No, è proprio il contrario, anche se controintuitivo.
Le emissioni di particelle e raggi X dal Sole sono relativamente di bassa energia. Salvo flares solari estremamente intensi, non c’è particolare pericolo nemmeno per gli astronauti in orbita bassa; a Terra siamo ben protetti dall’atmosfera.
Quando il Sole è molto attivo aumenta la velocità del vento solare e l’intensità del campo magnetico solare all’interno del sistema planetario. Come conseguenza, i raggi cosmici, essenzialmente protoni energetici, vengono deviati e rallentati dal campo magnetico solare.
Quando il Sole è calmo, come ora, i raggi cosmici penetrano più profondamente nel sistema solare, e la cosa è ben verificabile portando in quota un contatore Geiger; la differenza di flusso tra Sole calmo e massimo del ciclo arriva al 20%.

immagine

L’immagine, tratta da spaceweather.com , illustra il flusso di raggi cosmici misurato da palloni a circa 20.000 m su tre anni. Si vede bene l’incremento, più o meno dal massimo al minimo del ciclo 24.

5 Mi Piace

Quindi spingerebbe anche di più le vele solari?

No… le vele solari sono spinte dalla pressione della radiazione luminosa, non dal vento solare. La pressione del vento solare (esistente e misurabile) probabilmente per una vela solare è più un disturbo che una cosa utile.

4 Mi Piace

Il ciclo solare 25 previsto, se vedo il grafico, è simile al 24 mentre decisamente diverso dal 23. Mi piacerebbe trovare un grafico di 11 anni fa che mostrasse il ciclo solare 24 previsto e correlare questo a quello che è effettivamente successo.

korolev, non lo troverai :wink: la previsione era decisamente più alta, ed è stata adattata man mano che il ciclo avanzava.
Credo proprio che ad oggi non siamo veramente in grado di prevedere l’intensità del ciclo solare. Anzi, ricordo benissimo che 4-5 anni fa ci si stupiva della bassa intensità del ciclo 24, e c’erano articoli piuttosto allarmistici che prevedevano un ciclo 25 debole o addirittura nullo, sulla base di tutta una serie di parametri eliosismologici - correnti profonde, intensità del campo delle macchie, eccetera.
Dalle primissime avvisaglie sembra invece che il 25 possa essere un ciclo simile al 24. Staremo a vedere.

5 Mi Piace

Although some authors think that cycle 25 could be one of the weakest in centuries [17], in contrast, we think that the next cycle will be relatively stronger than cycle 24 and it will have nearly the same strength of cycle 23, i.e. the sunspot maximum may rebound in the near future.

Articolo del 2013 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2090123212000975#t0010

Mentre questo è del ciclo 24 di Aprile 2009


questa è presa oggi 09/06/202 da sito http://www.sidc.be

Del resto erano partiti da una forbice bella ampia quindi, aggiustando le previsioni ed il modello. alla fine ci hanno preso :wink:
Ma è il bello della ricerca in campi poco conosciuti

2 Mi Piace

secondo me tra 5 minuti ci sarà bel tempo…
domani potrebbe essere bello o brutto.
tutto grazie al mio modello meteorologico.

Diciamo che il bello è che c’è tanto da scoprire :slight_smile:

2 Mi Piace

Sì, è sempre come la retta che passa per qualsiasi tre punti dati, basta che sia spessa abbastanza.
Vedremo… da astrofilo e radioamatore un bel ciclo robusto non mi farebbe schifo!
Intanto la macchia di ieri tiene duro ed il filamento non è ancora collassato. Purtroppo, a Torino piove a dirotto.

3 Mi Piace