Interrotta l’EVA di Parmitano e Cassidy

expedition-35-36
parmitano
#1
0 Likes

#2

Ma recupereranno con un EVA supplementare?

0 Likes

#3

Non si trattava di task urgenti e immagino che al MCC stiano ancora discutendo della situazione anche da questo punto di vista, non credo pianificheranno nulla senza prima aver stabilito con precisione quale sia la causa del problema di oggi.
Più tardi (edit: 22:30) ci sarà una conferenza stampa in cui forse emergerà qualche dettaglio in merito.

0 Likes

#4

Ho una domanda: ma quanta aria sprecano ogni volta che fanno un’EVA? Come la “ri-riempiono”?

0 Likes

#5

Le EMU hanno un’autonomia di circa 8 ore di cosnumables (es. ossigeno, acqua). Se ho capito bene, durante una EVA gli astronauti possono tornare all’airlock per rifornirsi attraverso condotti ombelicali.

0 Likes

#6

Dovrebbero avere delle bombole di ossigeno pressurizzato, più o meno come i subacquei, inoltre usano dei filtri portatili che la ripuliscono costantemente dall’umidità e dall’anidride carbonica espirata.

0 Likes

#7

Le EMU usano solo ossigeno (direttamente dalle riserve della stazione). La pressione interna è di 4 psi. Insomma, non “sprecano aria”, dato che il consumo è lo stesso che avrebbe l’astronauta se fosse all’interno della stazione in pari condizioni metaboliche. Infatti prima della EVA gli astronauti devono fare decompressione per eliminare l’azoto in circolo.

Vedi anche https://spaceflight.nasa.gov/shuttle/reference/shutref/orbiter/eclss/emu.html , a centro pagina c’è la sequenza di decompressione, cerca “bends” (malattia da decompressione)

0 Likes

#8

Nono mi sono spiegato male: quanta aria sprecano ogni volta che aprono l’airlock per uscire?

0 Likes

#9

Pochi grammi, prima di aprire gli airlock l’aria viene pompata fuori dal modulo e immagazzinata nei serbatoi che sivedono all’esterno del Quest. Mi pare che dall’inizio delle attività della ISS siano stati rimpiazzati solo una volta.

0 Likes

#10

In prima approssimazione dovrebbe essere il volume dell’airlock.

0 Likes

#11

Come ha già detto Alberto, all’inizio della depressurizzazione dell’airlock parte dell’aria viene ripompata nella stazione, ad un certo punto quando questo lavoro diventa troppo svantaggioso l’aria restante viene espulsa all’esterno.

0 Likes

#12

Niente da eccepire sulle risposte, elaboro solo per arricchire.

La domanda giusta è quanto AZOTO e quanta ACQUA sprecano ;).

La maggior parte dell’ossigeno presente a bordo viene prodotto dai generatori Elektron che scindono l’acqua in idrogeno e ossigeno per elettrolisi (consumando energia elettrica, dunque).
Eventuali molecole di ossigeno perse, dunque, vengono recuperate producendolo dall’acqua, cosa che si farebbe comunque.

L’azoto invece, essendo sostanzialmente inerte, è un “consumables” ed è stivato in uno (o più?) serbatoi fuori dall’airlock.
Visto che l’unica perdita sostanziale sono quei pochi grammi all’apertura dell’airlock, sostanzialmente depressurizzato, non viene riempito molto spesso.

Curiosità: l’azoto non serve solo per comporre un’atmosfera simile a quella terrestre, ma viene utilizzato per pressurizzare alcuni componenti della stazione…e qui ci vorrebbe Buzz per spiegare perchè serve proprio l’azoto puro :wink:

0 Likes

#13

Perché essendo un gas inerte riduce il rischio di incendio?

0 Likes

#14

OK Mike (ma perche’ non sei in chat? te le chiederei li’ le cose) ma allora quanta acqua sprecano? L’acqua viene normalmente riportata su con le missioni Dragon ed ATV giusto?

0 Likes

#15

E in parte raccolta e riciclata dai rifiuti liquidi dell’equipaggio.

0 Likes

#16

A questo punto la domanda e’ - qual e’ il consumo d’acqua tipico ogni mese?

0 Likes

#17

Manterrei IT il thread con gli aggiornamenti su quanto accaduto oggi, grazie :wink:

0 Likes

#18

Fra poco la conferenza stampa.


0 Likes

#19

Sta per iniziare il press briefing sulla EVA, diretta su NASA TV verso le 22:30 italiane http://www.nasa.gov/ntv

0 Likes

#20

Grazie Paolo.

0 Likes