L’astronauta Jeanette Epps non volerà più sulla ISS nel 2018

expedition-55-56

#1

#2

Io credo che se la NASA fosse razzista non l’avrebbe nemmeno selezionata come ASCAN.


#3

Direi che l’irruento fratello l’ha combinata grossa con quel post, che ora è stato rimosso.
Come tutti sappiamo, solitamente, la soluzione di un problema è sempre quella più semplice, quindi senza coinvolgere il razzismo o fantomatici complotti o la Epps ha combinato qualcosa che non si può dire o è rimasta “pregnanta”.
Del resto anche la Nyberg nel 2009 era stata assegnata alla missione STS-132 e fu rimossa per bimbo a bordo.
:stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:


#4

Jeanette ha dichiarato di non sapere il motivo della sua rimozione escludendo però ragioni familiari o di salute.


#5

Personalmente, per quel che vale, non credo per un istante che non le siano state date motivazioni. Se la salute e la famiglia non c’entrano, o ha avuto problemi a passare degli esami o ha avuto problemi seri di relazioni con altri, o una combinazione di entrambi. Poi per carità, sapendone quanto voi potrebbe essere qualsiasi cosa ma non me la bevo che non le sia stato detto.
Gli astronauti sono esseri umani, per quanto in teoria molto meglio di un essere umano “medio” in termini di salute e cultura, ma rimangono esseri fallibili e soprattutto possono cambiare nel tempo, come alcuni casi eclatanti del passato ci hanno insegnato. Le auguro di avere una seconda occasione.


#6

Nel corso di un’intervista rilasciata durante il Center for Strategic and International Studies di Washington l’astronauta Jeanette Epps ha dichiarato che, a nove mesi dalla sua esclusione dalla missione Spedizione 56/57, non ne conosce ancora i motivi anche se esclude che possano esservene stati di matrice razzista con i Russi. Al momento la Epps non è ancora stata riassegnata a nessuna missione spaziale.

Qualcuno su NASAspaceflight fa notare che continuare a sollevare dubbi da parte della Epps non è che aiuti molto ad avere una missione eh…


#7

Si,però è molto strano che non le abbiano dato alcuna spiegazione.
Detto questo,escludo anch’io l’ipotesi “razzista”.
Forse,più che un problema con esami o con l’addestramento può avere a che fare con qualcosa di carattere personale o caratteriale,forse è un tema delicato che preferiscono non trattare.
Certo,immagino che a fronte di queste polemiche adesso dovranno motivare.


#8

Pur non sapendone niente, mi trovo fortemente scettico su questo punto. Fosse vero, e ribadisco che non ci credo, non sarebbe un bel gesto di trasparenza, anche nei confronti dei colleghi. Criteri chiari di valutazione sono fondamentali per assicurarsi equita’ di giudizio.

Il fatto che poi commenti con la stampa purtroppo credo sara’ la pietra tombale sulle sue opportunita’ di volo e carriera.

Naturalmente potrei sbagliarmi su tutto.