La priorità del prossimo decennio: un orbiter per Urano

Nuovo articolo di Gianmarco Vespia pubblicato su AstronautiNEWS.it.

9 Mi Piace

Innanzitutto ottimo articolo. Bravo davvero.
Mi domandavo se il tempo ( 2050 inizio operazioni…saro deceduta a quel tempo) ed il costo ( da 2.8 a 4 miliardi…:money_mouth_face::money_mouth_face:) possano essere in qualche modo ridotti mediante l’utilizzo di un lanciatore pesante tipo SLS o STARSHIP. Immagino non esista nulla di scritto ma vista la tua competenza una idea potrebbe esserci .
Grazie

3 Mi Piace

Grazie mille, davvero.
Il tempo si può ridurre con un lancio differente. Basta solo pensare che nel profilo usato per la missione, la sonda torna sulla terra dopo due anni per prendere velocità. Se un lanciatore è capace di immettere già la sonda in orbita eliocentrica con la velocità che avrebbe dopo questi due anni, questo giro in più si può risparmiare.
Sì può usare un lanciatore migliore, una sonda più leggera, ci saranno tante possibilità. Come detto nell’articolo, il Falcon Heavy non è la soluzione migliore, ma è l’unico lanciatore disponibile già in esercizio (frase vera forse solo per un’altra settimana).
Con due anni in meno qualcosa si risparmia.

C’è da dire anche che è difficile riuscire a prendere la finestra del 2030, perché col profilo di finanziamento attuale per il 2024 non si farà in tempo a partire con lo sviluppo.

5 Mi Piace