Nave Garibaldi per l'ASI?

a pagina 38 sul Notiziario della Marina di Aprile 2020 si dice che si sta valutando l’ipotesi di usare la portaerei della Marina Militare Giuseppe Garibaldi dopo la dismissione (prevista per il 2023)
come piattaforma di lancio per lanciatore spaziali mini e micro… !!!

http://www.marina.difesa.it/media-cultur…/unico.pdf

…A tale scopo, è stato recentemente approvato un progetto di studio, nell’ambito del Piano Nazionale di Ricerca Militare (PNRM), denominato SIMONA, per verificare le condizioni di sicurezza, propedeutiche per impiegare l’Unità quale piattaforma di lancio a favore della strategia nazionale dello spazio…

Notizia che deriva anche dall’avvenuta costituzione, in seno allo SMM, dal 1º gennaio 2020, dell’Ufficio Spazio e Innovazione Tecnologica…

Notizia presa dal forum di Rivista Italiana Difesa

7 Mi Piace

Viste le dimensioni del ponte di volo, potrebbero imbarcare qualcosa della grandezza di White Knight Two, e quindi lanciare in LEO qualcosa come 200 kg. Non indifferente

Un velivolo simile a White Knight Two potrebbe decollare dal ponte della Garibaldi? Che vantaggi avrebbe rispetto a un aeroporto?

Io ho basato la stima puramente sull’apertura alare. Il vantaggio rispetto all’aeroporto è che c’è molta più libertà nella scelta del sito di lancio. Salpando dall’Italia, si potrebbero raggiungere le Baleari per lanci in LEO oppure uscire appena da Gibilterra per lanciare in polare o SSO

1 Mi Piace

???

Sei sicuro?

2 Mi Piace

Forse con qualche adattamento al ponte di volo. Oppure un ritorno dei biplani?

Rasando a zero le sovrastrutture a allungano il ponte di volo di “qualche” centinaio di metri!

Non mi risulta abbia catapulte di lancio.

1 Mi Piace

Non si parlava di utilizzare il ponte di volo per far decollare un aereo, il Garibaldi può utilizzare solo aerei STOVL (decollo corto e atterraggio verticale). L’idea è di adattarlo al trasporto e lancio di vettori della classe del Vega C o dell’Elektron.

2 Mi Piace

Personalmente vedrei comunque più semplice e logica la modifica di una vecchia portacontainer: più spazio a bordo, presenza di gru adatte alla movimentazione degli stadi, motori più adatti all’uso civile (il Garibaldi ha quattro turbine a gas).

1 Mi Piace

Cosi’ ragioniamo meglio (a mio incompetente parere), anche se come dici nel messaggio successivo, le caratteristiche tecniche della nave la rendono forse un po’ costosa da mantenere rispetto ad una unita’ civile ricondizionata.

Probabilmente e’ molto meglio venderla a qualche marina straniera amica, che necessiti di una portaerei stovl della classe della Garibaldi.

Nave Garibaldi è un unità ormai a fine del suo ciclo vita come unità militare. Acquirenti esteri non ci sono. La nave avrebbe bisogno di un intervento di refit consistente alla totalità degli apparati. Costo non indifferente.

La fuori ci sono opportunità migliori (e di questi tempi le eventuali nazioni che potrebbero comprare la nostra portaeromobili hanno problemi ben più urgenti). Un eventuale refit di nave garibaldi avverrebbe dopo il 2022, quando nave Trieste entrerà in squadra.

Passando alla parte spaziale della questione…
Il metodo di lancio con un aereo che funge da primo stadio è totalmente fuori portata. La Garibaldi è capace di operare solo Aerei VTOL. Non c’è possibilità di lanciare un aereo con razzo annesso. Mancano le catapulte adatte.

Un eventuale conversione sicuramente prevede la costruzione di una piccola rampa di lancio a centro nave. Il ponte potrebbe reggere le masse in gioco (e nel caso rinforzi al ponte sono possibili). Lo spazio nell hangar di nave garibaldi c’e in abbondanza.

Essendoci stato direi che facilmente si potrebbero mettere multipli vettori leggeri come il Vega C light. Gli elevatori sarebbero capaci di portare gli stadi dall’hangar coperto al ponte di volo senza problemi.

Si tratta di un progetto certamente fattibile che darebbe all italia una piattaforma completamente nostra in grado di sfruttare appieno le velocità equatoriali e la capacità di muoversi ovunque nel globo. Grande flessibilità. Non escludo lanci militari da questa piattaforma ovviamente. Per quanto mi riguarda sarebbe un ottimo modo per dare nuova vita a una nave che altrimenti finirebbe alla demolizione. E ovviamente ci darebbe capacità interessanti come paese.
Vedremo come evolve questa proposta.

8 Mi Piace

Ma a centro nave c’e’ l’isola, con tutte le apparecchiature C3, se non erro, per cui sarebbe comunque un lavoraccio, penso.

Non so quanto spostare la piattaforma di lancio più verso prora o verso poppa porterebbe ad instabilità. In teoria si potrebbero installare dei pesi per bilanciare nel caso.

In effetti le portaerei dovrebbero essere piattaforme abbastanza stabili per favorire le operazioni di volo, per cui potrebbe essere possibile.

L’idea pottebbe avere un grosso potenziale.

Quale sarebbe la base logistica? Civitavecchia?
Sarebbe il grosso porto più vicino a Roma (e quindi a Colleferro dove producono i Vega).

Considerato che il Garibaldi non è un unità cosi esuberante in termini di dimensioni credo che non ci dovrebbero essere troppi problemi in termini di restrizioni portuali.

Il problema è che non la possiamo vendere a nessuno se non agli indiani in funzione anti cinese (e quindi non lo faremo). Nessun altro paese a cui la potremmo vendere è in condizioni di comprare (es Brasile) oppure non gliela possiamo vendere (gli iraniani o i pakistani ce la pagherebbero oro…)
Forse se convincessimo i giapponesi…

La notizia mi ha fatto subito tornare in mente questo:

Mah…
" si potrebbe configurare
un’ipotesi di impiego di nave Garibaldi"
Parlano di ipotesi di impiego e direi che prima di arrivare a definire porti o lanciatori ne deve passare di "acqua sotto i ponti "
Scusate ma non ho resistito :grin:

2 Mi Piace

Confermo quanto ha detto @SaturnPower prima, non è pensabile far decollare aerei con razzi incorporati dalla Garibaldi, questa portaeromobili è dopotutto solo un giocattolino da 180 metri, per confronto l’altra portaerei italiana è da 240 metri e la USS Nimitz è da 330 metri. È predisposta per il lancio di missili balistici, quindi qualcosa di esplosivo in aria già lo lancia. La proposta per ora non è stata discussa tecnicamente, è più solo un desiderio di non vederla rottamata.

1 Mi Piace