NEO Surveyor

Da una discussione che non c’entra niente (sui radiotelescopi sulla Luna) mi è venuta in mente questa missione, di cui non abbiamo mai parlato sul forum vedo.

È una missione proposta da tanti anni alla NASA, che fino ad ora non ha trovato il finanziamento necessario, i cui studi però stanno delineando sempre di più un profilo più chiaro, anzi si prevedeva di arrivare alla fase B a dicembre, ma a causa della pandemia si è dovuto ritardare.

Il collegamento mi è venuto perché questo è uno dei rarissimi casi in cui ha senso mettere un telescopio all’infrarosso nel punto lagrangiano L1. I grandi telescopi sono e sono stati quasi tutti in L2, di attivo al momento c’è solo Gaia e Spektr-RG, ma in passato ci sono stati WMAP, Herschel e Planck. Di fatto, in L2, Terra, Luna e Sole sono tutti dallo stesso lato, basta oscurare questa piccola parte di cielo e rimane tutto l’universo osservabile in tutte le frequenze d’onda.

Quasi tutto. Mancano gli oggetti del sistema solare all’interno dell’orbita terrestre. Ed è proprio per questo motivo che NEO Surveyor andrà in L1, per poter osservare alcuni asteroidi near earth che passano vicino la Terra ma rimangono all’interno dell’orbita terrestre. Questi, in particolare quelli scuri (tipo C), non sono rilevabili in nessun altro modo.

5 Mi Piace