Numerazione Ingegneri di volo

#1

Ciao ragazzi! Alcune volte negli articoli della NASA che riguardano la ISS non viene espressamente citato astronauta ma di fa riferimento al numero progressivo del Flight Engineer: FE-1, FE-2, …, FE-6.

Questo qui è un esempio tratto da un articolo della NASA:

On-Board Training (OBT) Dragon Capture Debrief: FE-2, FE-5, FE-6 and ground teams completed a debrief covering Monday’s Dragon capture and berthing.

Per ovviare a questo genere di informazioni mi sono fidato dei dati dell’Expedition in questione presenti su Wikipedia e Spacefacts. Ecco c’è una fonte più attendibile di queste due?

Deduco che il criterio di numerazione possa essere il seguente salvo casi particolari:

  • Il comandante della Stazione è sempre il FE-1
  • Di solito l’equipaggio, o l’astronauta/i, presente sulla ISS da più tempo ha sempre i numeri FE-1, FE-2 e FE-3 (se presente) di conseguenza quello appena arrivato avrà i restanti numeri;
  • Nei singoli equipaggi si da precedenza al ruolo occupato nella Sojuz, per ora, quindi Comandante, Ingegnere 1 (a sinistra) e Ingegnere 2 (a destra);

Ho cercato di generalizzare i criteri e posso sbagliarmi su ciò tuttavia non era questo lo scopo principale di questo argomento; piuttosto la domanda posta precedentemente. Però se c’è qualcuno che ne sa di più ed aiuta a far chiarezza è sempre il benvenuto :wink:

#2

Qualche anno fa (10), era entrata in vigore la numerazione qui descritta… non so se i criteri siano ancora validi:

2 Likes
#3

Grazie @albyz85! Onestamente non mi ero accorto di questa discussione anche se avevo fatto una ricerca avanzata se esisteva l’argomento. Ho visto che ci sono alcune differenze nei criteri però è un aspetto secondario rispetto alla mia domanda principale:

#4

Ho sempre trovato molto triste riferirsi all’equipaggio come FE-1, FE-2 e via dicendo. Ognuno ha un suo nome e cognome. Sono esseri umani e non dei numeri. Dove siamo? In un campo di detenzione o peggio…?

Ancora più triste che NASA oltre a chiamarli FE… non dia poi la possibilità a chi legge di dare un volto a queste sigle. Ci viene incontro Wikipedia, della quale appunto ci dobbiamo fidare perché se aspettiamo NASA campa cavallo.

1 Like
#5

Nelle comunicazioni radio però la NASA usa i nomi di battesimo degli astronauti.

#6

Credo sia soprattutto una questione di “praticità” e standardizzazione. Tutti i documenti ufficiali non possono citare nome e cognome di un membro dell’equipaggio che poi nel caso di sua sostituzione obblighi a riscrivere ogni documento. FE1, FE2 ecc. inoltre non sono persone sono ruoli, se mi rivolgo al comandante come comandante non vedo perchè il flight engineer non possa essere flight engineer, è forse meno dignitoso? …e nulla toglie alla sua peculiarità di individuo o di dignità umana…

4 Likes
#7

Quando NASA scrive

On-Board Training (OBT) Dragon Capture Debrief: FE-2, FE-5, FE-6 and ground teams completed a debrief covering Monday’s Dragon capture and berthing.

non mi dice nulla che io possa capire. Chi sono FE-2, FE-5, FE-6? Loro certamente sanno chi sono ma io lettore no. Devo andare a cercarmi su Wikipedia le corrispondenze? Certo che lo posso fare ma certamente mi passa la voglia di leggere quel tipo di comunicati.

Quando la stessa NASA invece scrive

Astronauts Christina Koch and Anne McClain split Friday checking on the Kidney Cells experiment seeking innovative treatments for kidney stones, osteoporosis and toxic chemical exposures. Counteracting the space-exacerbated symptoms is critical to the success of a long-term spaceflight to the moon and Mars.

McClain started her day with Commander Oleg Kononenko and Flight Engineers Nick Hague and Alexey Ovchinin researching space-caused head and eye pressure. The quartet tested a specialized suit, the Lower Body Negative Pressure suit, that reverses the upward flow of blood and other fluids toward an astronaut’s head. The crewmates also participated in ultrasound scans of their eyes and veins for the long-running Fluid Shifts study.

la cosa assume tutto un altro sapore. Certamente più umano.

2 Likes
#8

Una soluzione adottabile anche da chi traduce è un trova-sostituisci delle sigle coi rispettivi nomi o addirittura con nomi e sigle tra parentesi.
Alla fine cambiano ogni 6 mesi…

#9

L’esempio riportato però non è un comunicato stampa, si tratta di un report per addetti ai lavori. Nei comunicati stampa reali vengono riportati i nomi dell’equipaggio come riporti tu.

2 Likes
#10

Ringrazio ha tutti per il loro contributo e non era mia intenzione creare questo acceso dibattito sul lato “umano” o meno presente dietro una sigla/numero. La mia era una domanda, seppur banale, di tipo pratico ovvero in che modo bisogna comportarsi quando si incontrano le suddette diciture e se le fonti che avevo citato erano attendibili oppure ne consigliavate una più affidabile. Ovviamente il buon senso prima di tutto perché ci deve essere una congruenza con quello che si è letto o scritto in precedenza.

Dei primi due per chi ha seguito la storia sa che sono Saint-Jacques ed Hague ma il terzo? Poteva essere chiunque, o quasi. Allo stesso modo se avessi scritto nella trascrizione Kononenko, Ovchinin e McClain avrei preso una grossa cantonata; ecco perché parlo di congruenza.

1 Like