Nuovi accorgimenti per proteggere le ruote di MSL


#1

Nuovi accorgimenti per proteggere le ruote di MSL

[html]

Curiosity testata
Per proteggere le ruote del rover marziano Curiosity verranno adottati nuovi accorgimenti di guida che prevedono il passaggio su terreni meno accidentati.[/html]

Articolo completo: Nuovi accorgimenti per proteggere le ruote di MSL


#2

Ah ecco… qualche mese fa dicevano che non fosse un problema, poi ci hanno pensato su e hanno pensato che magari se riescono a tenere le ruote intere tanto male non fa :slight_smile:


#3

Credo che il rateo di deterioramento sia molto aumentato negli ultimi mesi, e quello che prima non era effettivamente un problema ora lo sia diventato.


#4

Grazie ai nuovi accorgimenti il rateo di “danneggiamento” delle ruote è diminuito del 90%.

http://www.nasa.gov/jpl/msl/curiosity-20140324/index.html#.UzCv49S9LCQ


#5

Un mio punto di vista: perchè le ruote nonsono state rivestite con gomma; forse perchè inadatta in tale ambiente; non sarebbe stato più idoneo come materiale contro l’usura?


#6

Credo che qui sulla Terra le ruote siano rivestite di gomma per ragioni acustiche e di attrito. Con le velocità che sviluppa Curiosity questi problemi non si pongono.


#7

La gomma credo avrebbe sopportato meno volentieri l’esposizione al vuoto e alle temperature del viaggio, nonché il freddo marziano…

Inviato dal mio GT-I9100 utilizzando Tapatalk


#8

Già, a occhio i cicli caldo-freddo non fanno per niente bene alla gomma… e cmq quelle stesse pietre che bucano il metallo consumerebbero la gomma in poco tempo… come dice Lupin, alla velocità con cui si muovono i Rover il metallo è la cosa migliore


#9

Gli pneumatici sono stati usati una sola volta su un altro corpo celeste per il MET, il carrello per il trasporto di attrezzature di Apollo 14.


#10

Se mai dovessero servire degli pneumatici per qualche futuro rover, probabilmente li produrrà la Bigelow… scherzi a parte devono aver fatto un bel po’ di studi sull’esposizione al vuoto e sullo stress termico dei materiali elastici. Non so se impiegherebbero esattamente gomma pero’.


#11

Uhm ma il Rover delle missioni Apollo?
A memoria ricordo una pubblicità di pneumatici che si basava su questo…ma non ricordo.
Questo in astratto per futuri rover “da corsa”, con le velocità attuali le ruote metalliche sono il miglior compromesso.

Sent from my Lumia using Tapatalk


#12

I lunar Rover avevano delle maglie metalliche al posto degli pneumatici.


#13

Non vorrei sbagliarmi ma questo credo sia nuovo:


Full https://www.flickr.com/photos/lunexit/13828205645/

Qui ci sono una serie di viste precedenti per un confronto (dovrebbero essere in ordine cronologico dalle prime riprese alle ultime, se non ho commesso errori!):
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11073110626/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11152657253/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11211926984/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11268493393/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11469857225/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11518742974/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11534994676/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11865605305/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/11889406063/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/12224700695/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/12369157393/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/12412226725/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/12517479863/in/set-72157628357499095
https://www.flickr.com/photos/lunexit/12776882953/in/set-72157628357499095

Ad ogni modo il tasso di foratura è decisamente rallentato rispetto ai mesi scorsi, ma il terreno non mi sembra così benevolo fino al monte Sharp…

Thursday was the last day of the MSL science team meeting, and the discussion shifted from science results to analysis of wheel wear, both on Mars and on Earth. The engineers at JPL have done a lot of testing in the Mars Yard and compared the results with the many images of the wheels on Mars. Although these images show that wheel wear continues, the damage is accumulating at a lower rate due to the changes in traverse planning that have been implemented in the past few months. Driving over rough terrain appears to be the most significant threat to the wheels, and efforts to recognize and avoid hazardous terrain using data returned by Mars orbiters have allowed safer drive paths to be chosen. It was clear that the engineers are not as concerned about wheel wear as they were last fall, and that they do not feel that wheel wear will limit the lifetime of rover mobility. This conclusion was based in part on tests in the JPL Mars Yard that showed that even very heavily damaged wheels performed well in climbing rocky and sandy slopes.

http://astrogeology.usgs.gov/news/astrogeology/sol-604-update-on-curiosity-from-usgs-scientist-ken-herkenhoff-test-results-from-the-mars-yard


#14

Penso che il problema delle ruote sia per il fatto di essere troppo rigide; dovrebbero realizzarle in modo che possano “seguire” meglio il terreno e le varie asperità, magari realizzandole con una maglia metallica o con qualcosa di più morbido ma allo stesso tempo resistente per quei tipi di terreni.


#15

Davvero dei bei buchi comunque :fearful: continua a sorprendermi questo “imprevisto” dal momento che il terreno marziano è ben noto così come la massa di MSL…senz’altro a Terra i vari prototipi avranno percorso parecchi km!

Visti i buchi e i vari bitorzoli (termine tecnico :stuck_out_tongue_winking_eye:) mi chiedo se con il procedere della missione questo non possa diventare veramente un elemento limitante le attività del rover…


#16

Credo che una preoccupazione maggiore sia l’autonomia rimanente del generatore nucleare di energia elettrica.


#17

Sono mai stati rilasciate stime aggiornate, da NASA, durante la missione su Marte? Immagino abbiano in mano dati abbastanza precisi sulla effettiva durata, visto che è molto semplice stimare la lifespan…prima della partenza JPL/NASA dichiarava 2 anni terrestri “minimo” ma si parlava di 10-14 anni con un output accettabile per mantenere il rover in vita…


#18

In effetti il MMRTP garantisce i due anni terrestri di missione ma dovrebbe durarne almeno 15, il problema che con quei buchi, Curiosity a 15 anni non credo ci arriverà!

Qui un link dedicato http://solarsystem.nasa.gov/rps/home.cfm

Qualche mese fa avevo spulciato la rete in lungo e largo, con ricerche effettuate in tutti i modi possibili ma non ho mai trovato alcun dato sui test a terra per le ruote in fase di progettazione (magari qualcosa c’è e io sono stata sfortunata!). Solo qualche foto e video.
Avevo cercato poi di raccogliere un po’ tutto in un post http://www.aliveuniverseimages.com/articoli/632-quei-fori-sulle-ruote-di-curiosity

Ad ogni modo, ovviamente il target principale della missione ossia il monte Sharp riuscirà a raggiungerlo, sarebbe comunque un peccato se non potesse proseguire la sua epica avventura, per via delle ruote, come hanno fatto i fratellini minori.


#19

Un paio di osservazioni. Primo, non credo che le “bucature” siano realmente importanti, dato che già in partenza i battistrada sono abbondantemente sfinestrati (la famosa sequenza “JPL” in Morse). Qualche “finestra” in più non dovrebbe cambiare le cose, come infatti ha affermato la NASA in più occasioni.
Secondo, come si vede bene dalle immagini postate da Elisabetta, le ruote hanno una intelaiatura metallica interna al battistrada. Credo che il livello di degradazione massimo sia quello che provoca il distacco del battistrada dall’intelaiatura, e mi sembra che siamo ancora ben distanti. Anche lo stato generico delle dentature sul battistrada mi sembra buono.
Piuttosto, mi pare (dal tipo di strappi) che potrebbe essere una degradazione dovuta alla poca elasticità del materiale alle basse temperature marziane. Di sicuro avranno percorso chissà quanti km nei vari test ranges, ma la temperatura bassa potrebbe cambiare tutto. Comunque mi rifiuto di pensare che i planners della missione non abbiano pensato a una cosa tanto ovvia, la specifica delle ruote avrà sicuramente compreso un intervallo di temperatura di funzionamento.


#20

http://trs-new.jpl.nasa.gov/dspace/bitstream/2014/42424/1/12-0690.pdf pagina 32.
i fori nelle ruote sono da tenere sotto controllo, ma non penso proprio che possano mettere a rischio la missione