Orologio/timer multifunzione degli astronauti Shuttle


#1

Guardando le foto di una sessione con lo Shuttle Motion Base Simulator a cui ha assistito Robert Pearlman, ho identificato un piccolo oggetto, simile a una calcolatrice tascabile, usato dagli astronauti e visibile in molte foto di missioni Shuttle. Pearlman mi ha spiegato che è un orologio/timer multifunzione, acquistabile online dai geek spaziali.

Paolo Amoroso


#2

Yep, si vede molto spesso anche sulla ISS durante fasi critiche come le EVA o sullo shuttle, è un po’ il “coltellino svizzero” per gli astronauti.


#3

Ecccco cos’è!!! :scream:

Ancora una volta grazie Paolo!! :clap:


#4

Questo è il sito del costruttore:
http://www.cdn-timeandtemp.com/consumer/products/timers/digital-hms.asp


#5

Lo si vede usare da Donald Sutherland in “Space Cowboy” per calcolare la traiettoria translunare del satellite IKON (sic!).


#6

Decisamente più economico di uno Speedmaster o di un X-33.


#7

Puoi dirlo forte Fabio!!!

Lo speedmaster, che è il “re” degli orologi (perlomeno quelli spaziali), ha costi decisamente proibitivi… :disappointed:


#8

L’Omega sara’ anche un bel pezzo di storia, ma per 60 euro posso avere un G-Shock 27 volte piu’ robusto, un miliardo di volte piu’ preciso (radiocontrollato in tutto il mondo) ed ad energia solare (mudman G9000A). Peccato che il mio vecchio G-shock sia ancora in ottima forma… :flushed:


#9

Sara’ anche vero, ma non credo proprio che il Casio sia qualificabile per lo spazio. Come minimo il fatto che
la superfice esterna sia di gomma lo esclude alla partenza (outgassing).

Paolo


#10

Grazie Paolone: hai anticipato la mia domanda successiva! :smile:


#11

Nooooooo!
L’X-33 è fuori produzione!
Ma perché… :disappointed:

Quindi gli astronauti usano solo più il Professional standard?


#12

No no ragazzi, qui mi toccate sul vivo!
Paolo137 ha proprio esagerato questa volta! :stuck_out_tongue_winking_eye:
Sono un (fortunato) possessore di Speedmaster, prima di tutto appassionato di orologeria, e devo dire che il Moonwatch non si puo’ paragonare a nessun altro orologio (tantomeno di tipo digitale). Non si discute l’infinita precisione dei digitali (anche se, ricordiamoci, l’Omega e’ stato utilissimo e precisissimo durante alcune missioni Apollo), ma l’orologio meccanico ha un fascino ed una storia completamente diversa.
Capisco che il gap di costo tra i 2 modelli sia veramente spropositato, ma e’ “il prezzo” che bisogna pagare per avere qualcosa (consentitemelo) di veramente particolare e speciale. Certo, forse se ne approfittano giusto un poco (ma in quale altro campo non lo fanno?), soprattutto da 2-3 anni a questa parte, da quando cioe’ e’ scoppiata la “moda” di possedere (o mostrare, per molti) un bell’orologio. Il mio lo possiedo da 10 anni, e gia allora il costo non era indifferente, ma volevo farmi un regalo di quelli che “restano”.
Tengo a precisare che non sono comunque un estremista e non faccio certo lo snob se vedo qualcuno con un Casio multifunzione (anche io ne stavo cercando uno). Volevo solo dire che non si possono paragonare due oggetti cosi diversi tra loro.

Speedmaster: the first watch worn on the moon!!!


#13

Lo so, lo so: sono andato giu’ pesante! :stuck_out_tongue_winking_eye:
D’altro canto, proprio tu hai efficacemente illustrato la differenza: il g-shock (et similia) e’ il trionfo dell’utile, mentre un qualsiasi orologio meccanico (magari di gran marca) e’ anche un “accessorio”, quasi un gioiello!

(e comunque col casio non posso andare in Eva… :point_up:)


#14

…O per meglio dire…col CAsiO che puoi fare un EVA!!! :stuck_out_tongue_winking_eye:

…altrimenti che supersimpatico sono? :grin:


#15

:ok_hand:


#16

Personalmente adoro gli Omega, soprattutto lo Speedmaster NASA (anche se troxo l’X-33 affascinante). Non disdegno molti modelli Hamilton (come lo SWAT). personalmente porto al polso o un Hamilton Ventura, il primo orologio a batteria (lo stesso dei MiB, i Men In Black ;)) o, in casi piu gravosi, un anziano casio Alti-Depht degli anni 80, quello coi tastoni arancioni sulla corona, sia digitale che analogico. Li amo entrambi :smiley:
Se avessi un Omega non so se avrei mai il coraggio di portarlmelo sempre in giro: e se poi lo rompo? E se si graffia? Oh my god!


#17

Personalmente preferisco i Seiko, ne ho posseduto uno che mi ha seguito (letteralmente dappertutto!!) per ben 19 anni il “mitico” Seiko A257 LCD del 1981.

Vorrei inoltre segnalare che proprio un Seiko è stato il primo orologio digitale ad andare nello spazio, con l’equipaggio dello Skylab-4.
Infatti William Pogue indossಠcome orologio personale un Seiko 6139-6002, oltre al tradizionale Omega Speedmster Professional a carica manuale che la Nasa forniva come equipaggiamento standard.

Prima del lancio l’Omega Speedmaster fu indossato sul polso destro, il Seiko su quello sinistro. Una volta in orbita, tolta la tuta di lancio e indossata la tenuta operativa per gli ambienti interni del velivolo (una semplice polo e dei pantaloni in cotone) Pogue scelse di usare il Seiko per tutta la durata della missione. L’astronauta espresse opinioni entusiastiche sull’orologio, il quale svolse tutte le sue funzioni senza avere un problema dovuto all’assenza di gravità o alle forti accelerazioni.

Come testimonia la foto in allegato.

Piuttosto, i russi cosa usano??


#18

fino a prova contraria secondo varie fonti storiche risulta che a cavallo fra gli anni 60/70 del XX secolo durante le missioni Apollo veniva usato il “Bulova Accutron”.


#19

Il Bulova Accutron è strano: sembra uno dei recenti Swatch…stento a credere che lo abbiano scelto come orologio ufficiale per il programma Apollo (anche perche credevo fosse sempre la Omega la fornitrice ufficiale di orologi, vedi lo Speedmaster)


#20

Scusate l’ignoranza, ma oltre ad essere orologio e timer, cosa ha di particolare? Mi sembra anche scomodo da indossare, oltretutto…