Perdita di pressione nella Soyuz MS-09

expedition-55-56
soyuz-ms

#21

Chiedo venia, ma mi sembra poco consono, in proposito, tirare in ballo le fake news.

Seguo @Wakka44 da qualche tempo (insieme a - in ordine di credibilità :stuck_out_tongue: - Lupin, Johnatan McDowell, Andrew Johnes, CNES, Arianegroup e vari altri) e l’ho sempre visto twittare o re-twittare, non di prima mano ma con molta prontezza, notizie attendibili). Quando l’ho riproposto sul forum (alle 12.12 di ieri), le altre fonti più accreditate non erano ancora attive per ragioni di fuso orario. Dal contesto era chiaro che sia lui che @TechSpatiales stavano seguendo la diretta dalla ISS (cosa che io in quel momento non potevo fare). Mi è parso opportuno segnalare subito la “crisi” in atto sulla ISS - senza attendere i comunicati ufficiali - ben conscio che le notizie che circolano nei primi momenti non sono sempre chiare, coerenti e di pari valore.

Nel caso specifico tenderei a pensare ad un fraintendimento. Probabilmente qualche cosmonauta avrà paragonato il foro individuato a quello di un trapano e @TechSpatiales (4.600 follower), che @Wakka44 ha ritwittato, l’ha messa giù (forse ironicamente, forse sul serio) come se si fosse individuato un danneggiamento da trapano nella Soyuz.

Credo che queste cose non danneggino il forum, ma mi affido completamente ai responsabili della linea editoriale


#22

@felottina, @ik1odo, @pilgrim1 - Come suggerito da felottina, ho scorporato un topic apposito per discutere della perdita di pressione dalla Soyuz MS-09, che ne agevolerà anche il ritrovamento futuro viste le note limitazioni della funzione di ricerca SMF2 (in grandissima parte risolte su Discourse, ma non vado off topic :wink: )

@maxi e @robmastri - Sto preparando un articolo al proposito e penso che il riferimento al foro da trapano arrivi da un paragone fatto da uno dei cosmonauti durante i fitti dialoghi con Mosca, che ho sentito anche in preso dallo streaming pubblico Downlink 1.
https://www.youtube.com/watch?v=JwNCNT6pOKc]questo video
Vi saprò dire meglio tra qualche ora, ad articolo pronto (mi serve il tempo di riascoltare bene e scrivere qualcosa di ben fatto, entro la serata). Per quanto concerne la nostra linea editoriale, certamente che vogliamo stare il più possibile distanti dalle fake news :slight_smile: e ce la mettiamo tutta da anni in questo senso. Capita che nella ridda delle voci, anche di esperti, possa entrare nelle discussioni qui sul forum qualche fonte non ufficiale che si porta appresso fraintendimenti o dichiarazioni poi smentite o chiarite dalle fonti ufficiali. Non ne farei un dramma. Nel contesto di un dibattito qui sul forum la prenderei come uno dei tanti input arrivati nel corso dell’evolversi degli eventi, che ci sta e non merita autofustigazioni di alcun genere. La linea editoriale vera e propria la esprimiamo con gli articoli di AstronautiNEWS, che sono più ragionati e improntati alla divulgazione il più corretta possibile dei fatti. Quindi direi “no harm done” senza alcun problema.

@baykanur - Sempre originali le tue fonti :wink:


#23

Da ricordare nelle prossime spedizioni su Luna, Marte, e anche più in là: vari rotoli di “nastro americano”
Rassicura vedere sul vivo che le previsioni sono corrette: in caso di impatto con frammenti millimetrici, questi passano attraverso quasi senza creare danno.
Quando viene colpito il guscio di moduli e capsule c’è tutto il tempo di trovare il danno e rattoppare, e che vengano colpiti serbatoi in pressione è veramente improbo :beer:


#24

Se non ricordo male il modulo orbitale della Soyuz viene depressurizzato prima dell’abbandono in vista del rientro, quindi una perdita in quel componente non dovrebbe essere stata critica nel caso si fosse deciso di fare rientrare l’equipaggio con quel veicolo.


#25

Il punto in cui si parla (ma vanno aguzzate le orecchie) di “drill” è a partire dal minuto 4:45 del video, quando uno dei russi dice che se il diametro del foro fosse sopra i 5 mm lo avrebbe considerato un “drill hole”. Ma l’audio non è chiarissimo…


#26

http://tass.com/science/1019390

La perdita è stata chiusa usando una resina ed un pezzo di garza. Il foro comunque sarà monitorato per vedere se il rimedio è duraturo.


#27

Concordo. Il punto che mi fa pensare è: se il foro è stato causato da un micrometeorite, quello che vediamo è il solo foro esistente o ne saranno scoperti altri di entrata/uscita nella parete antistante?
Certo che se sarà confermata la natura micrometeoritica del problema, un proiettile così avrebbe avuto tutta la capacità di ferire l’astronauta/i a bordo, se ve ne fosse stato uno…


#28

Confermo: il modulo orbitale della Soyuz viene depressurizzato poco prima del rientro per evitare spinte indesiderate al momento del distacco dal modulo di discesa.


#29

si è quello che pensavo anche io, è vero che le probabilità sono basse e di questi impatti non se ne sono visti molti negli anni, ma una volta passato lo scafo il frammento avrebbe potuto davvero ferire un cosmonauta…


#30

#31

Ok, viste le prime foto del foro da un tweet di NASAspaceflight… effettivamente sembra proprio che qualcuno avesse tentato di fare un foro con un trapano… vi sono vistosi segni attorno al foro come quando la punta sfugge al controllo…

Qualcuno potrebbe davvero aver fatto un foro (magari per errore) e poi tentato di ripararlo alla meglio senza riferire niente e poi, col tempo ed una volta nello spazio, la toppa sia stata succhiata via? :ok_hand:

https://twitter.com/NASASpaceflight/status/1035537639577972736

Detto questo chiedo umilmente scusa a @Robmastri se ho dubitato, solo per un momento, delle fonti riportate. :beer:
Comunque, a mio modesto parere, è sempre meglio attendere quelle ufficiali. :wink:

Tornando in topic… certo che il lavoro di riparazione dei russi è molto ‘rustico’… :flushed:


#32

Inorridisco :smiley: per tutte e due le foto!


#33

La probabilità che un micrometeorite trapassi la stazione e colpisca un astronauta è effettivamente bassa. Prima di avere un astronauta, uno scudo termico soyuz o una bombola di gas colpiti, statisticamente la ISS dovrebbe diventare una groviera.
Come in Passengers, quando un meteorite colpisce chirurgicamente il computer principale di un astronave lunga chilometri.


#34

Certo che il foro sembra davvero fatto al trapano, per sbaglio, mentre si lavorava a qualcosa di totalmente diverso ma poggiandosi su quella superficie. Magari e’ tutta suggestione mia e spero davvero tutto sia chiarito presto dalle indagini ufficiali in corso, ma non mi risulta impossibile credere a qualche errore in fase di costruzione/assemblaggio della capsula. Da quel che vedo non mi sembra proprio avere la forma di un foro di entrata di un meteorite, visti i bordi e i segni che sembrerebbero quelli di una punta nelle vicinanze. Sono anche curioso di vedere il punto esatto per capire se corrisponde a una posizione dove sarebbe lecito aspettarsi del lavoro di assemblaggio/avvitatura di qualche componente interna.


#35

Certo che se un dipendente ha come capo Rogozin… ci credo che tenderebbe a nascondere qualsiasi errore…


#36

Eh ma qui la frittata (sempre supponendo che di trapano si tratti eh) e’ stata fotografata, vista e riportata dalle 3 parti coinvolte, non credo che riusciranno a tenere nascosta la cosa.
L’altra domanda che mi faccio e’ da quanto tempo la perdita andava avanti. Se il foro non attraversasse, per esempio, la protezione esterna in stoffa isolante, questo potrebbe spiegare come sia stato possibile notarne l’effetto solo dopo quasti 3 mesi dalla partenza (6 giugno).


#37

Inoltre pare che il tweet originale NASA (quello che aveva le foto postate in precedenza dall’account NASAspaceflight) sia stato rimosso… insomma questa storia sta assumendo contorni veramente confusi… :fearful:

https://twitter.com/RussianSpaceWeb/status/1035557198334754816


#38

Le foto sono dei fermo immagine tratti da un video di NASA
https://www.youtube.com/watch?v=4F5mK6sktrk
che non risulta piu’ disponibile come video singolo, ma che e’ ancora visibile andando indietro “a mano” sul canale Youtube live ufficiale di NASA Tv alla trasmissione delle 1700 CEST di SpaceCast Weekly di oggi 31 agosto.
Youtube mantiene circa 3 ore di video arretrato, fatevi due conti e cliccate sul moment giusto.

In ogni caso vi avverto che le immagini si vedono per una frazione di secondo, e sono un pan/zoom delle 3 foto qui sopra.


#39

Il foro tondo non si vede bene ma nei due fori allungati si vede che i bordi sono piegati verso l’interno della stazione, segno inequivocabile che la forza che l’ha provocato proveniva dall’esterno.


#40

Tip finale… Praticamente tutti i video NASA finiscono con essere archiviati su Archive.org.
Consiglio di tenere sotto controllo questa lista… :wink: https://archive.org/search.php?query=Expedition+56+Resource+Reel+spacecast+weekly&sort=-publicdate
E personalmente non credo ad alcuna censura, prima o poi verra’ pubblicato tutto secondo me