Perdita di pressione nella Soyuz MS-09

Sembra che ci sia una perdita di pressione sulla ISS dovuta ad una piccola falla (2 mm) sulla Soyuz MS-09, quella attraccata al modulo Rassvet.

La perdita è nel modulo orbitale (quello più vicino alla ISS) gli astronauti hanno notato almeno due fori sull’esterno.

Comunque il foro, all’interno, su cui gli astronauti dovrebbero essere già intervenuti con materiale sigillante, aveva l’aspetto di un foro di trapano. Ci sono anche segni della punta del trapano che ha strisciato sul metallo attorno. :fearful: :astonished:

Traduco il francese: “L’equipaggio ha notato almeno due fori all’esterno del modulo. Hanno fatto delle foto per gli ingegneri a terra per valutare la situazione” - “Qualcuno forse si farà tirare le orecchie in Russia: il foro interno assomiglia come una goccia d’acqua a un foro di trapano mal fatto, e c’è persino la traccia della punta che ha strappato e danneggiato il metallo attorno”. Incredibile…

Il comunicato ufficiale del blog della missione Horizons di Alexander Gerst.

I due fori, uno esterno e uno interno, sono in prossimità l’uno dell’altro.

La Soyuz MS-09 è attraccata l’8 giugno. Mi chiedo se se ne siano accorti solo ora perché nel frattempo i fori si sono allargati, oppure se la lieve depressurizzazione sta andando avanti da allora e oggi se ne sono accorti perché stava diventando più rilevante.

Qui ci sono aggiornamenti continui

La perdita è avvenuta all’una mentre gli astronauti dormivamo, essendo minima sono stati lasciati riposare.

Il primo sigillo non è stato sufficiente a fermare la perdita, il supporto vitale sta lavorando lo 0,6% in più, percui dovrà essere ripulita la zona della perdita e riapplicato il sigillo provvisorio. Si spera che non ci siano altre micro perdite (non visibili con l’occhio umano e da cercare con un endoscopio)

Anatoly parla (senza dare riferimenti) di possibile impatto

Allo stato delle informazioni sembra che ci fosse un danno interno “la trapanata mal fatta” di cui sopra (?) e un danno esterno. I “buchi” visti e fotografati dagli astronauti. Sembra veramente strano che i micrometeorite possa aver colpito un punto già indebolito della Soyuz :astonished: (e tra l’altro sarebbe drammatico apprendere che il calo di qualità dei prodotti russi sta toccando anche il volo manned).

Se qualcuno ha tempo e voglia, potrebbe riascoltare i dialoghi durante la diretta della ISS. ( Per esempio questo: https://www.ustream.tv/recorded/116848575 ) per capire chi ha parlato di trapano.

Per ora penso si possa escludere solo un’ipotesi: un errore degli astronauti, visto che in quel momento dormivano.

Ultimi aggiornamenti dal link precedente

"15:56
kosmonautix kosmonautix
Importante promemoria: I fori si trovano nella fessura orbitale della nave - questa parte sta tornando all’atmosfera separato dal modulo ritorno in cui astronauti. Finora, non ci sono indicazioni che il modulo di ritorno sia danneggiato.

15:48
kosmonautix kosmonautix
Anche la parte statunitense della stazione è coinvolta nell’evento. Gli astronauti hanno chiesto al Centro di controllo di Houston i disegni tecnici del sito. Gli esperti sono andati in un edificio vicino per ispezionare la finta Soyuz.


0
15:43
kosmonautix kosmonautix
Secondo le misurazioni attuali, la pressione scende di 0,6 millimetri della colonna di mercurio ogni ora, che equivale a 80 Pascal.

0
15:40
kosmonautix kosmonautix
La parte occidentale della stazione segnala un calo costante (anche se minore) della pressione atmosferica. I lavori di riparazione delle perdite sono interrotti a pranzo dagli astronauti russi.

0
15:28
kosmonautix kosmonautix
Un’altra considerazione è quella di spingere un pezzo di gomma o un tubo del diametro nell’apertura.

1
15:18
kosmonautix kosmonautix
La piccola dimensione del foro complica la sua sigillatura. È possibile utilizzare un po 'di adesivo o resina, che non influisce sul vuoto durante la solidificazione.

0
15:11
kosmonautix kosmonautix
La riparazione dovrebbe consistere nell’applicare un composto sigillante che sarà coperto con nastro adesivo. La pressione sull’ISS è stabile e, se il difetto non si ripara e la perdita continua alla stessa velocità, occorrerebbero 18 giorni affinché tutta l’aria sfugga dalla stazione."

Sono usciti i comunicati di Roscosmos e della NASA. Ovviamente non aggiungono nuove informazioni, ma è la prima conferma ufficiale che la perdita riguarda il modulo orbitale della Soyuz (non è un dettaglio da poco, perché è una parte del veicolo che viene sganciata prima del rientro).

https://www.roscosmos.ru/25460/

https://blogs.nasa.gov/spacestation/2018/08/30/international-space-station-status-2/

Ne stiamo parlando qui da qualche ora. :smile:

https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=27825.msg306571#msg306571

Sembra che ci sia in corso una discussione tra il centro di controllo russo, che vorrebbe riparare subito la perdita e il comandante Feustel che vorrebbe invece che prima di intervenire si studiassero bene tutte le possibili soluzioni.

Una descrizione del foro
17:46
kosmonautix kosmonautix
Michal Václavík dell’Agenzia Spaziale Ceca aggiunge un altro aggiornamento:

Le prime immagini all’interno dei fori mostrano (almeno in un caso) piccole fessurazioni laterali in materiale metallico. Chiaramente, ciò che questo significherà deve essere detto dagli esperti (specialmente per quanto riguarda lo stress termico e meccanico nei prossimi giorni).

La stessa persona ha simulato via software l’impatto è compatibile con un frammento di alluminio di circa 6 mm. Compatibile non vuol dire che è successo così.

I russi stanno iniziando a chiudere il buco con l’utilizzo di un materiale sigillante, forse una resina. In seguito dovrebbero farvi aderire una retina seguita da altra resina, il tutto poi coperto da nastro adesivo

Modifica
"19:28
kosmonautix kosmonautix
Ora deve aspettare fino a quando il materiale di tenuta diventa rigido. Apparentemente la perdita sembra essersi fermata!

11
19:20
kosmonautix kosmonautix
L’applicazione del materiale di tenuta sembra aver interrotto le perdite. Ora, tuttavia, le bolle apparivano sul bordo. I cosmonauti chiedono consigli su come procedere."

E, di grazia, da quando in qua questo Forum utilizza notizie di questo tale @wakka? Un amministratore di Forum francese con poco più di 1.000 follower su twitter? Tutte queste ‘ipotesi’ su fori di trapano vi sembrano minimante realistiche? Non mettiamo, per favore, anche il nostro forum sulla scia delle fake news… il mondo ne è già troppo pieno e, proprio per questo sta andando a rotoli…

In caso avessero difficoltà ad arrestare la perdita, per quanto minima, si potrebbe arrivare ad un rientro anticipato della navetta?

Ultimo aggiornamento, la traduzione dal ceco è di Google

Finalmente un altro aggiornamento non pianificato da Michal Václavík dell’ufficio spaziale ceco.

Una piccola perdita è ancora rilevata nel sito di riparazione del foro nel modulo residenziale Soyuz. Si prevede che dopo la polimerizzazione della resina epossidica (circa 12 ore), la perdita dovrebbe essere interrotta. Il controllo delle foche è previsto per domani mattina dopo la colazione intorno alle 9:00. La situazione deciderà cosa fare dopo. Il controllo dovrebbe essere fatto dal comandante del Sojuz MS-09 Sergey Prokopiev, il resto dell’equipaggio della ISS entrerà nella modalità normale.


Da quanto ho letto la perdita era pari a meno di un metro cibo d’aria all’ora, se non fosse stata tappata, avrebbe svuotato l’aria in circa 18 giorni. Ma è scontato che prima avrebbero chiuso i portellone ed isolato la soyuz. Il danno individuato è per fortuna nel modulo pressurizzato, non nella parte che rientra nell’atmosfera.

Modifica
Scusate se esco un po’ fuori topic ma mi è sembrata una cosa curiosa.
La fonte che ho citato dal 2009 (aveva 24 anni) fa parte dei comitati tecnici dell’ESA. Ricopre tale ruolo perché per conto della CSO (l’ASI della Repubblica Ceca) si occupa di “Ricerca spaziale, volo pilota, ricerca per microgravità e ricerca sul sistema solare”.
La CSO ha solo 10 dipendenti, ma l’anno scorso è riuscita a mandare in orbita un micro satellite e, qualche anno prima ha organizzato il 61° congresso IAC.

Chiudere il portello e isolare la Sojuz interromperebbe definitivamente la perdita d’aria, presumo… ma significherebbe anche l’impossibilità di utilizzare la navicella, essendo bucata… non è un semplice grattacapo, ma un problema grosso… :astonished:
Ce n’è di che preoccuparsi!! :fearful:
Sono molto interessata a questo secondo scenario… come procederebbero, eventualmente, con un’unica Sojuz agibile? Potrebbero mandarne in orbita una vuota, in modalità completamente automatica? Sarebbe possibile? Ma, se anche fosse, dovrebbero recuperare i seggiolini da quella inutilizzabile e inserirli in quella nuova…