Primo test per il paracadute di Mars 2020

#1
#2

La notizia è stata ripresa oggi da Media INAF, in un articolo che ha altresì presentato i piani della Nasa per l’Haughton-Mars Project (HMP), che prevede l’esplorazione di Marte mediante droni, da tempo testati sull’isola di Devon, un’isola appartenente all’arcipelago artico canadese, nel territorio di Nunavu.
In proposito, l’articolo annuncia l’avvenuta sottoscrizione di uno specifico accordo tra Nasa, Mars e Seti Institute.
Fonte: http://www.media.inaf.it/2017/11/16/su-marte-col-drone/

#3

Alle Wallops Islands è in corso il secondo test per il paracadute di Mars 2020.
Le condizioni atmosferiche non sono delle migliori, quelle dei venti stanno migliorando, ma quelle per il recupero in mare erano ancora rosse mezz’ora fa. Al momento il lancio è previsto fra 10 minuti, alle 17:10 CEST e si può seguire qui: http://www.ustream.tv/channel/nasa-tv-wallops

EDIT: Il lancio è di nuovo spostato, si riprova verso le 18.00 CEST. La finestra dura fino alle 19.20

#4

Veronica, non ci hai più detto come è andato a finire il test di marzo. :blush:

Tuttavia lo scorso 7 settembre si è svolto un altro test che ha visto il paracadute da 18 metri di diametro aprirsi completamente in 0,4 secondi (nuovo record mondiale). Il paracadute si è aperto a quota 38 km e a Mach 1,8.

3 Likes
#5

:smile: L’avevo annotata come flash news per il podcast per qualche puntata di aprile, con titolo “È primavera, si schiudono i paracadute”. Ma è ancora là. :confounded: