Pronti.. via!

#1

Eccomi, sono il primo.

Vediamo chi si unisce all’allegra brigata

:smiley:

0 Likes

#2

Complimenti al nostro amico Marco Zambianchi per la sua splendida iniziativa.

Luigi Orlandi

0 Likes

#3

Grazie per il cortese invito.
Sono Eugenio Cosolo della prov. di Gorizia, 47 anni.

Sono da sempre appassionato di astronautica e missilistica e ne ho fatto il mio hobby cui dedico parte del mio poco tempo disponibile.
Ultimamente sto lavorando a “Stratosfera”, un progetto ambizioso quanto folle, che consiste nel progettare e realizzare un vettore con propulsore ibrido in grado di portare un payload molto sofisticato alla quota di 15000 metri e farlo atterrare con un sistema di rientro guidato da GPS.

Cordiali saluti.

Eugenio

0 Likes

#4

Ci sono anch’io!!
Sono Luca Frigerio e faccio i miei complimenti a Marco per l’ideazione di questo forum.

A presto!

Luca. : :smiley:

0 Likes

#5

Benvenuti!
Grazie per il vs. messaggio!

Voglio subito dire a tutti che la struttura dei forums è solo provvisoria. Si tratta di una semplice costruzione personalissima, e sono disponibile ad accogliere ogni tipo di osservazione e proposta che vorrete formulare.

Le prime modifiche ai forum saranno visibili già nei prossimi giorni, e vi invito a seguirci e soprattutto a inviare i vostri interventi e le vostre immagini!!!

Ciao! :smiley:

0 Likes

#6

mi presento: sono Paolo D’Angelo, 44 anni ed appassionato di astronautica da oltre 36 anni. Congratulazioni a Marco per la sua ottima idea.

0 Likes

#7

Ciao a tutti! e complimenti a Marco per la bella idea
sono Paolo, 34, con qualche pubblicazione sulla storia dell’astronautica.
La mia specialita’ sono le missioni interplanetarie

0 Likes

#8

Ciao a tutti…
Io sono Marco, ho 16 anni…
So poco di astronautica… però sono appassionatissimo di astronomia, per questo vorrei ampliare le mie conoscenze nell’ambito dell’astronautica…

Ciao

0 Likes

#9

Ciao a tutti, complimenti e grazie per l’invito !
Sono Emilio, dalla Sardegna.
“La sera del 1 febbraio 1958 la luna piena splendeva sui tetti, nel cielo tersissimo e freddo del mio paese di montagna, il Telegiornale della sera aveva da poco diffuso le immagini del lancio di Explorer I, il potente vettore Jupiter C, gli stadi superiori rotanti, che illuminato a giorno dalle fotoelettriche si levava con solennità dalla propria rampa per salire contornato da un alone luminoso e seguito da una scia fiammeggiante, immergendosi e scomparendo infine nel buio fitto della notte sull’Atlantico … ricordo che, terminati con “Carosello” i programmi concessi ai ragazzi, uscito per strada sulla via del rientro a casa, mi misi a cantare a squarciagola dalla contentezza … Di lì a poco, in marzo, vi sarebbe stato il bis con Vanguard I ; lo seppi dal Giornale Radio al rientro da scuola … Dietro i vetri appannati dei bar di paese, in quelle lunghe serate invernali, la gente guardava la TV, ancora poco presente nelle abitazioni, o discorreva, tra una bicchierata e l’altra, di varie cose tra cui gli avvenimenti e le scoperte recenti, disquisendo con arguzia e cognizione se nella corsa spaziale appena iniziata avrebbero finito per prevalere la potenza dispiegata dai vettori dell’Est o la sofisticazione tecnologica di quelli dell’Ovest. Anche tra i banchi della scuola si parlava di spazio, astronavi, della cagnetta Laika … scarabocchiavo quaderni e diari con disegni e descrizioni dettagliate di satelliti e veicoli spaziali… Non mi era allora ben chiara, né poteva esserlo stante la mia verde età, la misura dell’enorme fabbisogno di risorse … come d’altro canto la sua grandissima ricaduta tecnologica e culturale. Appunto per questo motivo la ricerca spaziale italiana avviata in quegli anni, assume un grande significato ideale, tecnologico e pionieristico, col sondare segmenti inesplorati ; dalla nube di sodio liberata ad alta quota per lo studio dei venti stratosferici, proprio in Sardegna agli inizi del 1961, al satellite San Marco, il primo con orbita equatoriale circolare, recante delicatissimi strumenti per lo studio della densità dell’alta atmosfera, e via via sino ai giorni nostri”
http://www.qsl.net/is0iek/iek_sat.htm

Ancora ciao a tutti.
Emilio

PS. a completamento della mia presentazione, vorrei aggiungere due cose … “Albert” (alle cui teorie prima o poi i viaggi spaziali, per esser veramente tali, dovranno far riferimento) legava il concetto stesso di simultaneità alla velocità (essa stessa un rapporto spazio/temporale, o più precisamente ds/dt) con la quale si propaga un segnale, il quale altri non è se non la notizia di un evento … nel 1957/58, quando erano la da venire sia il Telstar (ve lo ricordate ?) che, tanto meno, i satelliti geostazionari per telecomunicazioni, il concetto stesso di “diretta” (chiamiamola così …) era strettamente legato alla spedizione al di qua dell’Atlantico delle “pizze” con i filmati.
Dello Sputnik, allora, si avevano purtroppo solamente rappresentazioni pittoriche ; chi da ragazzino ha provato emozione assistendo in “diretta” (nel senso sopra accennato) al decollo di Explorer I, non lo potrà mai più dimenticare, ed in qualche modo darà anche per scontati l’Apollo, lo Shuttle, la ISS …

Le correzioni successivamente apportate al messaggio sono di natura meramente sintattico - grammaticale in quanto, da buon appassionato di missili, razzi ed astronavi qual mi considero, uso solitamente scrivere di … getto !

0 Likes

#10

Benvenuti a tutti gli iscritti di oggi!
Sono felice di avervi qui tra noi.

Il forum è a vostra disposizione, sotto con foto e argomenti!!! :smiley:

0 Likes

#11

Bhè … faccio parte della banda pure io !
Grazie a Marco che covava da diverso tempo questo progetto, ora abbiamo un vero unico forum Nazionale solo dedicato all’astronautica…
GRAZIE!

0 Likes

#12

Ciao a tutti sono il toscanaccio Filippo Messeri. Alcuni iscritti a questo forum già mi conoscono ( sfortuna loro ).
Nato dal 1967 e da subito appassionato di volo, paracadutismo, modellismo ed astronautica.
Dal 1991 compro vendo e scambio modelli a soggetto astronautico con 200 “tipi loschi” sparsi in tutto il mondo.
Ho una collezione di circa 180 modelli astronautici ( modelli in kit tipo Revell, Tamiya, Airfix ecc ) editi dal 1955 ad oggi.
A vostra disposizione, messeri.
Un saluto dalla Toscaa.
Filippo Messeri ( messeri3 su internet )

0 Likes

#13

Ciao e benvenuto!
Perchè non posti qualche bella fotina dei tuoi modellini nella sezione “Collezioni e modellismo”? :wink:

0 Likes

#14

Benvenuto a Filippo anche da parte mia!!

0 Likes

#15

Ben trovato Messeri3!!
Un altro toscano in questo forum nazionale!!!
Condivido anche io la passione del modellismo astronautico (ma non certo ai tuoi livelli…) ed ultimamente mi sono buttato su quello di carta.
Posta qualche foto!
Ciao.

0 Likes

#16

Grazie a tutti per la calorosa accoglienza. Come ho scritto in altre sezioni del forum di montato non ho più niente ma vi presenterò una persona che fa dei lavori fantastici. Ma fantastici davvero.
Intanto guardatevi questa scatola e pensate che americani, inglesi e giapponesi sarebbero disposti a pagarmela più di 1.000 euro.
Ciao e a presto.
Un saluto dalla Toscana.
Filippo


apollo tamiya 8.jpg

0 Likes

#17
Grazie a tutti per la calorosa accoglienza. Come ho scritto in altre sezioni del forum di montato non ho più niente ma vi presenterò una persona che fa dei lavori fantastici. Ma fantastici davvero. Intanto guardatevi questa scatola e pensate che americani, inglesi e giapponesi sarebbero disposti a pagarmela più di 1.000 euro. Ciao e a presto. Un saluto dalla Toscana. Filippo

…Lo sapevo… ecco perche’ ti ho invitato nel forum.

Sei una persona INDISPENSABILE e sono contentissimo di leggerti qui.
Voglio comunicare agli interessati che il sig.Messeri e’ anche autore di kit UNICI nel loro genere… infatti credo di essere uno dei fortunati possessori del suo kit relativo allo Sputnik I… l’ho montato su di una semisfera in legno di faggio, stupendo.
Inoltre provengono da lui altri kit come il Boeing X-20 Dynasoar della Kr models (in vacuform), l’Orbiter Monogram in 1/72 (molto vecchio, credo anni 60) e diversi fascicoli della stranota pubblicazione Space In Miniature.

0 Likes

#18
Voglio comunicare agli interessati che il sig.Messeri e' anche autore di kit UNICI nel loro genere... infatti credo di essere uno dei fortunati possessori del suo kit relativo allo Sputnik I... l'ho montato su di una semisfera in legno di faggio, stupendo. Inoltre provengono da lui altri kit come il Boeing X-20 Dynasoar della Kr models (in vacuform), l'Orbiter Monogram in 1/72 (molto vecchio, credo anni 60) e diversi fascicoli della stranota pubblicazione Space In Miniature.

A questo punto, Messeri3 non puoi mancare alla Yuri’s Night 2006 :grinning: Naturalmente corredato di alcune delle tue chicce che verranno messe in mostra durante la serata … ovviamente sono più indicate quelle con attinenza all’impresa di Yury … Ma poi vanno bene tutte!
Vedremo poi con il buon Admin se e come sarà possibile organizzare tutto quanto… :wink:

0 Likes

#19
... credo di essere uno dei fortunati possessori del suo kit relativo allo Sputnik I... l'ho montato su di una semisfera in legno di faggio, stupendo. Inoltre provengono da lui altri kit come il Boeing X-20 Dynasoar della Kr models (in vacuform), l'Orbiter Monogram in 1/72 (molto vecchio, credo anni 60) e diversi fascicoli della stranota pubblicazione Space In Miniature.

… e tu con i tuoi modelli non penserai di cavartela ! Devi portare pure i tuoi! :grinning:

0 Likes

#20
... e tu con i tuoi modelli non penserai di cavartela ! Devi portare pure i tuoi! :grinning:

…Arrivare fino a Lecco senza romperli… uhmmm… dovrei riempire il trolley con del cotone idrofilo !!!

0 Likes