SpaceX vuole costruire un nuovo sito per lanci orbitali in Texas


#1

Space Exploration Technologies Corp., meglio conosciuta come SpaceX, stà valutando l’opportunità di costruire in Texas un nuovo sito di lancio per i propri vettori.

La notizia è stata rivelata lo scorso 9 aprile da un documento della Federal Aviation Administration (FAA) il cui contenuto era una dettagliata analisi di impatto ambientale, azione necessaria come preliminare alla vera e propria edificazione.

In accordo con la FAA il sito sorgerebbe a Brownsville, capoluogo della contea di Cameron situato nella parte meridionale del Texas, e verrebbe utilizzato per lanci orbitali e suborbitali con decolli di velivoli che sorvolerebbero direttamente il Golfo del Messico.
Il nuovo sito potrebbe gestire fino a 12 lanci annui comprensivi dei vettori Falcon 9 e Falcon Heavy, ed anche della capsula Dragon, nonché del Grasshopper, un vettore riutilizzabile costituito da un nucleo basato sul Falcon 9 e dotato di carrello di atterraggio.

La scelta di realizzare un nuovo sito di lancio in Texas pare essere scaturita da una analisi che ha valutato possibili alternative in Alaska, California, Florida e Virginia.

Questa nuova installazione, che sorgerebbe a circa 700 km di distanza dall’impianto di McGregor, sempre in Texas, che SpaceX utilizza già da qualche anno per lo sviluppo dei suoi vettori, si trova direttamente adiacente al capolinea orientale della Texas State Highway 4 ed a circa 5 km a nord del confine con il Messico.

Fonte: SpaceNews.com


#2

Brownsville è più o meno alla stessa latitudine del KSC, quindi credo che per SpaceX sia più comodo (e forse economico) cercare di acquisire facilities/lotti dalla NASA come si sta ipotizzando qui.

Coi soldi risparmiati, magari si potrebbe puntare all’Alaska, che permetterebbe profili di missione totalmente differenti.


#3

ma per i privati anche se fanno il sito per loro e per conto loro, hanno bisogno delle autorizzazioni/controlli di sicurezza/ qualità? e chi se ne occupa? la nasa o c è qualche altro organismo, tipo interagenzie?


#4

E’ compito dell’FAA (Federal Aviation Administration), l’autorità aeronautica USA. :wink:
http://www.faa.gov/licenses_certificates/commercial_space_transportation/


#5

Trovo l’ipotesi Alaska molto affascinante, ma francamente poco credibile.


#6

…ed e’ utile ricordare che SpaceX sta anche sviluppando un launch site a Vandenberg.


#7

potrebbe essere un buon posto da dove lanciare il Falcon 9 in versione riutilizzabile per fare atterrare il primo stadio al KSC?

Brownsville, Texas, Stati Uniti


#8

Beh, in primis questo sarebbe un posto totalmente in mano a Space-X, che così si libererebbe almeno in parte del “giogo” statale.
Poi non sono sicuro che sia da considerare solo la latitudine. Magari ci sono dei vantaggi dal punto di vista del clima, dei venti, delle correnti marine… la stessa “vicinanza” con Houston potrebbe anche essere un altro vantaggio


#9

Piu’ che Houston, che viene coinvolta solo per missioni alla ISS, un vantaggio e’ che il centro dei test a McGregor e’ a 7 ore di strada…


#10

Ora c’è l’ufficialità.

http://blog.chron.com/sciguy/2014/08/texas-spacex-announce-spaceport-deal-near-brownsville/#22787101=0


#11

Sembra piu’ a sud di Merrit Island.


#12

Sono iniziati i lavori di costruzione.


ImageUploadedByTapatalk1411413724.533751.jpg


#13

Se ho capito bene, Elon Musk ha detto che i lavori procederanno lentamente all’inizio, per poi andare a regime nel 2015.


#14

Si, dopo che hanno finito di costruire il pad 39… credo sia ragionevole. L’unica cosa che mi chiedo, hanno investito molte risorse e tempo per il pad a Vandenberg che rimane praticamente inutilizzato.


#15

Credo che Vandenberg continuerà ad essere utilizzato per i lanci militari, assieme a Cape Canaveral (sempre che SpaceX riesca ad accaparrarsi nuove commesse), mentre dal Texas sono previsti solo lanci commerciali.


#16

Credo che Vandenberg sia destinato ai lanci in orbita polare.


#17

Nuovi particolari dell’accordo fra SpaceX e lo stato del Texas.

Un massimo di 12 lanci all’anno dei quali uno solo notturno. Niente lanci durante le festività e nei weekend estivi. Tutto questo per impedire la chiusura delle frequentate spiagge circostanti.

SpaceX darà priorità ai lanci commerciali verso orbite GTO vista la migliore posizione (due gradi e mezzo più a sud) rispetto a Cape Canaveral. Il primo lancio è previsto per fine 2016. La rampa di lancio potrà supportare anche il F9H.


#18

Che bravi i politici

Le festivita’, le notti, sarebbero state da FAVORIRE, in modo da attrarre quante piu’ persone possibile, invece che relegare i lanci al mercoledi’ mattina quando solo pochi possono venire…

Solo 12 lanci all’anno? Come e’ possibile sottostare a tutti questi lacci e lacciuoli? Se solo non ci fosse l’ITAR sarebbero potuti andare qualche km piu’ a sud in Messico e da li’ avrebbero probabilmente avuto carta bianca…


#19

Se si guarda la cartina ed il numero di piattaforme petrolifere presenti si capisce perchè Elon punti al recupero del primo stadio su chiatta.
Quando nel tardo 2016 cominceranno i lanci da Boca Chica avranno a disposizione più di 4000 piattaforme di atterraggio :slight_smile:



#20

I “politici” si muovono secondo quella che è la percezione delle cose da parte del loro elettorato. Sicuramente tra gli elettori del Texas, grandi e piccoli, ci sono imprenditori e lavoratori dell’indotto turistico che non gradirebbero qualcosa che loro considerano un disturbo. Interessante notare come, in cinquant’anni di lanci spaziali da Cape Canaveral, la stessa attività sia diventata invence una sorte di attrazione… Ma si sa che i texani fanno le cose a modo loro!
Qualcuno sa se ci sono restrizioni del genere per i lanci da Wallops Island?