Stereo non risponde da 6 settimane

Non so voi ma io mi era persa questa notizia…
Articolo completo qui ( se volete domani provo a tradurlo, ora sono su cellulare )http://www.universetoday.com/116171/not-all-hope-is-lost-nasa-sun-probe-silent-now-for-six-weeks/?utm_content=buffer3f344&utm_medium=social&utm_source=twitter.com&utm_campaign=buffer

Dal sito ufficiale: http://stereo-ssc.nascom.nasa.gov/behind_status.shtml

Speriamo riescano a recuperarlo come fecero con SOHO.

Alla NASA sono ottimisti sulla possibilità di recuperare STEREO-B: http://www.nasa.gov/feature/goddard/saving-nasas-stereo-b-the-189-million-mile-road-to-recovery/

Paolo raccontava delle difficoltà di SOHO, ad un certo punto quasi dato per spacciato nel corso della sua VENTENNALE missione.
Anche orbitare placidamente il sole non è cosa facile.

Piuttosto, interessantissima la storia dell’interferometria costruttiva, per usare più di un antenna per trasmettere a SOHO.
Si è mai fatto prima?

E’ la prima volta che lo sento. Se ci riescono, tanto di cappello :slight_smile: una cosa è fare correlazione sui segnali ricevuti dal VLBI, basta iterare fin che si trova la correlazione. Ma qui è il contrario, si va alla cieca.

Quando non va lo Stereo, basta inserire la spina! (scherzo!).

Magari si potesse attaccarlo alla spina, risolverebbero. Pare che abbia le batterie semi-scariche.
Curioso il sistema semi-primitivo, che in caso di assenza di comunicazioni dalla terra resetta tutto ogni 72 ore. Mi ricorda un modem che avevo installato lontano da casa, che si piantava spesso; perciò misi un timer che a mezzanotte lo staccava e lo riattaccava

Il watchdog fatto cosi’ è la regola. Se non ci sono comunicazioni da 72 ore si può presumere che qualcosa sia andato molto storto, quindi si reinizializza tutto. Antenna a basso guadagno, solar e star trackers, consumi al minimo e si cerca un assetto.

Da quanto ho capito, le batterie della sonda sono scariche perché questa sta ruotando su se stessa, e quindi l’automatismo aspetterà un pò di giorni prima di riavviare il tutto, per risparmiare la carica sufficiente per avviare tutto l’ambaradan che dici tu. Bisogna solo aspettare, e sperare che non ci sia nulla di rotto tipo una ruota di reazione. In fondo, il sistema é sempre lo stesso per tutte le sonde interplanetarie, é pluricollaudato. Sperem.

Però il fatto che la sonda ha iniziato a ruotare su stessa proprio nel suo passaggio dietro al sole, questo non é un buon segno.

Ci sono novità pare:

Un altro segnale dalla sonda è stato ricevuto ieri alle 21:27 ora italiana. Non è però stato possibile scaricare alcuna telemetria per cui al momento ancora non si conosce lo status di STEREO- B.

fingers crossed!

http://www.nasa.gov/feature/goddard/2016/nasa-establishes-contact-with-stereo-mission

Quindi hanno agganciato il segnale di downlink, ma hanno deciso loro di spegnere il “transmitter high voltage” (cos’é?) per risparmiare la batteria (?).

Quindi la batteria é scarica perché la sonda non é in assetto e quindi i pannelli non sono correttamente orientati, perciò l’hanno orientata ed ora aspettano la ricarica, oppure c’é un trasmitter secondario? Ma il watch dog non doveva resettare tutto e lo star tracker orientare già la sonda senza interventi da terra?

Mi auto-rispondo: si ma se avesse funzionato tutto non si sarebbe persa :stuck_out_tongue_winking_eye:
L’assenza di energia rivela comunque che la sonda non era orientata

Probabilmente no. Primo, lo stadio di potenza del trasmettitore di queste sonde è un tubo a onde progressive (TWT), cioè una valvola, ed è alimentata ad alta tensione. In safe mode il trasmettitore è on, l’avionica è off per risparmiare energia, e trasmette solo il segnale della portante più le bande laterali della telemetria a 25 kHz, standard NASA, non modulate. Il segnale viene trasmesso sulla LGA (low gain antenna) che è scarsamente direzionale, in modo da poter essere acquisito anche se lo spacecraft ha perso l’assetto. Il DSN ha agganciato la portante ed ha determinato che lo spacecraft ruota con un periodo di circa 2 minuti. Immagino che la sequenza di operazioni ora sia di riaccendere trasmettitore ed avionica per il tempo minimo necessario per acquisire una telemetria di base, valutare assetto, stato batterie e quantità di propellente, poi se possibile riguadagnare l’assetto e puntare l’antenna ad alto guadagno verso terra; a quel punto iniziare un assessment dello stato dei sistemi.

Dal comunicato NASA:

During the monthly recovery operations, the Deep Space Network station DSS-14 established lock on the STEREO Behind downlink carrier at 2227z on Sunday, Aug 21st. The two-way downlink signal was -168 to -178 dBm, over what appears to be a ~2 minute rotation. The Doppler residual frequency was in the predicted range. The DSN locked to the 25 kHz emergency subcarrier frequency indicating that the observatory was transmitting on the low gain antenna as expected. The DSN radio science receivers were recording and the team confirmed the spectrum of the carrier, the residual frequency, and the subcarrier. The downlink was received for 2.4 hours through end of track.

NASA project management has reinstated the spacecraft emergency for STEREO Behind. A 3 hour support with DSS-43 commenced later with an improved one way signal of -158 to -168 dBm. The best lock frequency range was determined and the transmitter high voltage was powered down, on the A side on the first command sent, to save battery power.

No telemetry was received as expected since the avionics were purposely powered off to maintain battery state of charge. While quite early, recovery is expected to proceed slowly to preserve a positive power balance, assess observatory health, re-establish attitude control, and warm all subsystems and instruments.

News in http://stereo-ssc.nascom.nasa.gov/new.shtml - very interesting, è sempre bello vedere con quale rapidità la NASA pubblica i dettagli anche tecnici.

Ancora qualche precisazione sui livelli di segnale, ad uso e consumo dei radioamatori del forum :slight_smile:

La NASA dice che il livello dei segnali ricevuti è nell’ordine di -168/-178 dBm. Sono segnali estremamente deboli.

Per definizione (kT) il rumore termico all’gresso di un ricevitore con una banda passante di 1 Hz operante a 300 K è -174 dBm. Un ricevitore tipico da DSN ha una cifra di rumore complessiva sicuramente minore di un 1 dB, quindi il rumore al suo ingresso è (grosso modo) -173 dBm per Hz. Se il segnale ricevuto è di -168 dBm la differenza è 5 dB, ovvero 5 dB di rapporto segnale/disturbo [ (S+N)/N ] in 1 Hz di banda. Ma anche il DSN usa ricevitori SDR e tecniche di elaborazione dei segnali; immagino che stringano la banda a 1/10 di Hz, e allora si spiega la rivelazione del segnale anche a -178 dBm (il rumore sarebbe a circa -183, per 15 dB di s/n). Tanto di più non si può stringere perchè la scintillazione atmosferica allarga la riga spettrale, ma sono segnali piuttosto normali per le operazioni del DSN, almeno in fase di recupero della sonda che trasmette con l’antenna a basso guadagno.

edit: le antenne coinvolte nel recovery sono DSS-14 e DSS-43, due 70 metri in California e Australia, con guadagno di 74,5 dBi a 8.4462 GHz :stuck_out_tongue_winking_eye:

Però dicono che anche se l’attuale orientamento è favorevole per la ricarica delle batterie, nelle prossime settimane sarà perso. In più lo spin rate è troppo alto per essere corretto con le ruote di reazione, quindi ci vorrà un’accensione dei razzi di assetto. Mi sa che nelle prossime settimane i controllori di Stereo-B dormiranno poco.

Però! Grazie, Marco della super spiegazione.

E perché in “safe mode” l’avionica é off, come fa la sonda ad orientare i pannelli? Ma forse la procedura standard mira a non consumare tutto il propellente di bordo in manovre fuori controllo, immagino… ? O é riferito alle ruote di reazione che non possono essere in funzione a computer spento

PS: un pò mi hai risposto sopra, mentre scrivevo :smile:

Grazie per le informazioni!
Ma i ricevitori dei DSN non sono raffreddati per abbasare il rumore termico? o per quanto riguarda il rumore in ingresso bisogna comunque fare riferimento alla temperatura ambiente?

Sono probabilmente raffreddati, ma per i conti si fa sempre riferimento alla temperatura ambiente.

Livio, non so bene cosa dirti. Bisognerebbe parlare con i progettisti… comunque ha un senso, appena ho un pò di energia dai pannelli la uso per segnalare che la sonda è viva. Tutto il resto è in stand-by, per non rischiare pasticci fra reaction wheels e thrusters. Gli strumenti scientifici sono sicuramente spenti. Il trasmettitore consuma qualche decina di W, immagino che il computer di bordo e i regolatori di tensione fra pannelli e batterie assorbano un’altra decina di W. Oppure si può chiedere una consulenza ai giapponesi di Hitomi :frowning: