STEREO scopre che la corona solare è più estesa del previsto

Grazie alle due sonde gemelle che costituiscono il Solar Terrestrial Relations Observatory (STEREO) si è potuto vedere che l’atmosfera del Sole si estende molto più del previsto, circa 12 raggi solari sopra la superficie (circa 8 milioni di chilometri).
Questa scoperta ha delle implicazioni per la futura missione della NASA Solar Probe Plus, il cui lancio è previsto per 2018, che andrà più vicino al sole di quanto qualsiasi altra sonda abbia mai fatto.
Queste osservazioni di STEREO forniscono la prima misura diretta del confine della parte interna dell’eliosfera che si aggiunge alla misura della parte esterna effettuata da Voyager 1.

We've tracked sound-like waves through the outer corona and used these to map the atmosphere. We can't hear the sounds directly through the vacuum of space, but with careful analysis we can see them rippling through the corona.

“Abbiamo visto delle onde simili a quelle sonore attraverso la corona esterna e utilizzato queste per mappare l’atmosfera,” ha detto Craig DeForest del Southwest Research Institute in Boulder, Colorado in un comunicato della NASA. “Non possiamo ascoltare questi suoni direttamente attraverso il vuoto dello spazio, ma abbiamo potuto analizzare con cura le increspature che abbiamo visto attraversare la corona.”

I riusultati sono stati pubblicati in The Astrophysical Journal il 12 maggio 2014. I ricercatori hanno studiato queste onde magnetosoniche (un ibrido tra onde magnetiche e sonore) che sono un caso particolare delle onde di Alfvén, una perturbazione ondulatoria del plasma che si propaga tramite l’oscillazione di ioni all’interno di un campo magnetico. A differenza delle onde sonore a cui siamo abituati che oscillano centinaia di volte al secondo queste onde circa una volta ogni 4 ore ed anno una lunghezza d’onda 10 volte più grande del diametro della terra.


Queste due immagini (il disco del sole è oscurato) scattate da STEREO il 5 agosto 2007 sono state usate per misurare l’estensione della corona solare.

Osservando le onde magnetosoniche DeForest e il suo team hanno dimostrato che il materiale in questo spazio rimane connesso al materiale molto più interno. Vale a dire che, persino a 8 milioni di chilometri dal Sole, grandi tempeste solari o espulsioni di massa coronale possono creare effetti ondulatori attraverso la corona. Oltre questo limite pero’ le particelle provenienti dal sole sfuggono via in un flusso costante chiamato vento solare e il loro movimento non può più influire sulla corona.

Il fatto che la corona si estenda molto più di quanto precedentemente pensato ha delle importanti conseguenze per Solar Probe Plus, la missione della NASA che viaggerà fino a 4 milioni di chilometri dal Sole. Una tale vicinanza avrebbe portato ad ottenere comunque risultati senza precedenti ma ora siamo sicuri che la sonda viaggerà all’interno della corona.

This research provides confidence that Solar Probe Plus, as designed, will be exploring the inner solar magnetic system. The mission will directly measure the density, velocity and magnetic field of the solar material there, allowing us to understand how motion and heat in the corona and solar wind are generated.

“Questo ci fa sperare che Solar Probe Plus riuscirà a esplorare la parte interna del sistema magnetico del Sole, misurando densità, velocità e campo magnetico delle particelle provenienti dal sole in questa zona” dice Marco Velli said Marco Velli del Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, California, “permettendoci di capire come si generano il vento solare e i movimenti e il riscaldamento della corona”

Fonti:
http://www.spacedaily.com/reports/NASAs_STEREO_Maps_Much_Larger_Solar_Atmosphere_Than_Previously_Observed_999.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Onda_di_Alfv%C3%A9n


stereo-images-corona.jpg

Per chi fosse interessato ai fenomeni della fisica solare un ottimo testo, semplice e divulgativo, è “Dentro il Sole” di Ester Antonucci dell’INAF di Torino, che è stata ricercatrice su SMM e SOHO, e membro delle commissioni sul Sole dell’IAU. Leggendolo si capisce cosa significa “energia acustica” sul Sole.
http://www.amazon.it/gp/product/B00JHJA3AM/ref=oh_aui_d_detailpage_o01_?ie=UTF8&psc=1

Caldamente (15 milioni di gradi) consigliato :slight_smile: - Sto scoprendo un sacco di cose che non sapevo sul Sole e sui fenomeni della corona. Solo 4 euro su Kindle, ottimo.

Grazie per il testo che hai consigliato Marco, credo che saranno 4,20 euro ben spesi.

EDIT: Mi ero dimenticato di tradurre 2 righe dell’articolo, ora è tutto a posto.