STS-122 Tanking test

E’ tutto pronto per il test di oggi sull’ET e sui sensori ECO.
Come già detto precedentemente il risultato del test non dovrebbe influire ulteriormente sulla data di lancio essendo già pronto l’elenco di possibili scenari previsti per il 10 Gennaio.
Il test comporterà il riempimento del serbatoio dell’idrogeno e successivamente l’utilizzo del TDR per analizzare le risposte dei sensori ECO al variare della situazione.
Il problema si pensa possa essere nella linea di collegamento fra i sensori e la centralina di raccolta dati sull’orbiter che una volta immersa in ambiente criogenico perde qualche contatto facendo segnare “circuito aperto”.
L’utilizzo del TDR servirà per analizzare la differenza di risposta fra il circuito “a riposo” ovvero senza propellente criogenico e il circuito attivo che sembra dare problemi.
La differenza fra le due risposte indicherà il tipo di danno e anche la possibile posizione.
Il test si svolgerà con l’orbiter in configurazione T-3 ore dal lancio, ovvero quelle reali, con l’orbiter alimentato, cariche pirotecniche assicurate, booster attivi, serbatoi d’elio pressurizzati a 2000psi ed entrambi i serbatoi riempiti.
Il test continuerà anche se durante il riempimento ci saranno dei malfunzionamenti ad uno o più sensori, al termine del riempimento verranno testati uno ad uno tutti i sensori e successivamente verrà rimosso il propellente.
Queste invece sono le regole decise per il lancio del 10 Gennaio:
Se nel test di oggi tutti i sensori dovessero funzionare si continuerebbe a richiedere il funzionamento di 4 su 4 anche il giorno del lancio.
Se invece nel test di oggi il sensore 3 continuasse a non funzionare, come nei precedenti tentativi, sarebbe accettatto un 3 su 4 con l’ECO 3 unico ad essere malfunzionante.
Se invece nel test di oggi più di un sensore non dovesse funzionare allora si considererebbe il sistema “non affidabile” e si ridurrebbe il payload, aumentando il propellente per evitare il più possibile l’intervento in volo dei sensori ECO.

Ossia nessun roll-back?? :kissing_heart:

Soluzione pragmatica e a mio modo di vedere accettabile e intelligente.
Intanto ecco un comunicato ufficiale sulla conferenza stampa post-prova

Dec. 17, 2007

John Yembrick
Headquarters, Washington
202-358-0602
john.yembrick-1@nasa.gov

Candrea Thomas
Kennedy Space Center, Fla.
321-867-2468
candrea.k.thomas@nasa.gov

James Hartsfield
Johnson Space Center, Houston
281-483-5111
james.a.hartsfield@nasa.gov

MEDIA ADVISORY: M07-188

NASA TO HOLD BRIEFING TUESDAY AFTER SPACE SHUTTLE FUELING TEST

HOUSTON - NASA will hold a briefing no earlier than 3:30 p.m. CST, on
Tuesday, Dec. 18, to discuss the results from a fueling test of the
space shuttle Atlantis.

The briefing will originate from NASA’s Johnson Space Center, Houston.
Space Shuttle Program Manager Wayne Hale will be the briefer.

The fueling test will be broadcast on NASA Television’s media channel
starting at 6 a.m. CST Tuesday. The briefing will air on NASA TV’s
public channel, with questions taken from reporters at participating
NASA locations.

For NASA TV streaming video, schedules, and downlink information,
visit:

http://www.nasa.gov/ntv

For more information about space shuttle Atlantis’ upcoming STS-122
mission, visit:

http://www.nasa.gov/shuttle

-end-

No… con le percentuali date qui… probabilmente il guadagno sarebbe minore delle spese… (non intendo solo quelle finanziarie…), senza diminuzione di payload rimanevano 0,05% (1 su 2000) di possibilità di utilizzo dei sensori ECO…

E’ iniziata la fase di riempimento in un’alba molto “colorata” al KSC

In cosa consisterebbe la riduzione del payload?

BS: si mettono a limare gli spigoli di Columbus? :smiley:

Nooo… mettono a dieta l’equipaggio… :stuck_out_tongue_winking_eye:

Tutti e 4 i sensori segnano WET, adesso cominciano i test.

Il 6 Dicembre il sensore 3 è tornato a segnare DRY dopo 35min e il 9 Dicembre dopo 24.

Liquid hydrogen sensors Nos. 2 and 3 are showing intermittent indications of failing this morning, NASA reports.

Oh mamma, anche il 2 adesso…

Funzionano a intermittenza sia il sensore 2 che il 3… la prima volta erano il 3 e il 4, la seconda solo il 3… :?

Continuano i test:
Sensore ECO1 per ora da letture errate, il 2 e il 3 corrette.

Lo scenario sembra uno dei migliori che ci si potesse aspettare da un test, con un sensore completamente out per poter analizzare dove è interrotto e due che vanno a intermittenza per poter rilevare cosa cambia nel tempo…

Ah questo dovrebbe rientrare nella terza ipotesi, quella di riduzione del payload.

Vediamo…
A scanso di equivoci quasi quasi non mi dispiace si sia finiti in questa eventualità… :roll_eyes:

Questo accadde realmente in una missione Soyuz in cui, a causa di un booster meno potente, fu necessario ridurre il peso della capsula di circa 250 kg. Oltre all’eliminazione di parte dell’avionica e altre attrezzature, a ogni membro dell’equipaggio venne imposto di dimagrire di circa 6 kg.

Paolo Amoroso

Ancora un’ora circa per arrivare al riempimento dei serbatoi, quello dell’ossigeno è circa metà e quello dell’idrogeno 2/3.

Ma non è che hanno installato Window Vista e hanno qualche problema di compatibilità :eek:?

Questo accadde realmente in una missione Soyuz in cui, a causa di un booster meno potente, fu necessario ridurre il peso della capsula di circa 250 kg. Oltre all'eliminazione di parte dell'avionica e altre attrezzature, a ogni membro dell'equipaggio venne imposto di dimagrire di circa 6 kg.

6kg non si perdono in 2 giorni senza danni collaterali alla salute.
Non era piu’ agevole sostituire il booster?

Il serbatoio dell’idrogeno è pieno quello dell’ossigeno a 2/3, appena sarà riempito il team potrà salire sulla MLP e iniziare i test con il TDR.