STS-129 Atlantis, calendario in pericolo per finestrino danneggiato

sts-129

#1

Dopo la conclusione positiva della missione STS-125, lo space shuttle Atlantis è stato portato nella OPF-1 per la consueta revisione post-flight, in vista della preparazione alla successiva missione logistica STS-129 prevista per NET 12 Novembre.
Il processo sembrava svolgersi senza particolari rilievi, quando durante la revisione dei finestrini è stata notata una manopola incuneata in un angolo del finestrino N°5, tra il vetro a pressione interno e un pannello della consolle di comando.
Questa manopola è del tipo usato dagli astronauti per fissare videocamere e apparecchi vari, evidentemente durante l’ultima missione essa si è infilata inavvertitamente in quell’angolo, quando la cabina era pressurizzata.
Dopo il rientro a terra, la differenza di pressione ha permesso il bloccaggio dell’oggetto là dove ora si trova, tutti i tentativi per sbloccarlo hanno dato esito negativo, è stato utilizzato anche del ghiaccio secco, nel tentativo di farlo restringere, per cercare di liberarlo.
Non volendo forzare troppo la manopola per evitare possibili ulteriori danneggiamenti, i tecnici stanno ora studiando le varie possibilità per sbloccare la situazione, compresa la possibilità di pressurizzare la cabina di pilotaggio della navetta.
Una volta tolto di mezzo l’intruso, si dovrà smontare il finestrino per verificare lo stato del vetro e degli elementi di bloccaggio.
L’eventuale sostituzione di tutto il finestrino interno sarà una prima per il KSC, infatti in passato questa operazione è stata eseguita solo a Palmdale (California).
Un lavoro del genere presuppone lo slittamento della prossima missione dell’Atlantis fino a sei mesi.
Nell’ipotesi peggiore, si rischia addirittura che l’Atlantis venga posto fuori servizio, rendendo così problematico il calendario delle ultimne missioni dello space shuttle.



#2

Che lo Shuttle fosse un mezzo complesso e delicato lo sapevamo tutti, ma che si potesse arrivare a questo scenario lascia di stucco…
Non resta che augurarci che la soluzione sia meno catastrofica…


#3

Speriamo risolvano al più presto!


#4

Incredibile!
Ma quindi la sostituzione di questo: http://www.flightglobal.com/blogs/hyperbola/2008/11/endeavours-pilot-window-struck.html
richiese uno spostamento in California? Non ricordo di aver letto nulla del genere!


#5

Questo di cui parli è il finestrino esterno, in questo caso invece si tratta del finestrino di pressione, quello strutturale che mantiene la pressurizzazione. Tutti quelli sostituiti sino ad oggi sono quelli più esterni che fungono solo da protezione e sono fatti appositamente per essere sostituiti.


#6

Ho capito, infatti mi sembrava ingegneristicamente suicida avere uno dei “consumabili” come il finestrino esterno praticamente insostituibile, ora i conti tornano.


#7

Cribbio speriamo davvero che non si debba arrivare a dismettere la navetta…


#8

Speriamo bene! Se dovessero sostituire tutto il finestrino è ipotizzabile scambiare Atlantis con uno degli altri due orbiter (quindi Endeavour che è assegnato a STS-130) senza mdificare il calendario dei lanci?


#9

Sì, in caso di Atlantis fermo per sei mesi, verrà sicuramente attuato uno scambio delle navette per le prossime missioni (ma uno slittamento di uno slot nel calendario è inevitabile), potrebbe essere:
STS-127 Endeavour in Luglio.
STS-128 Discovery tra Agosto/Settembre, ma possibile anche in Ottobre.
STS-129 con Endeavour, il 4 Febbraio 2010 ( apertura finestra Beta Angle Cutout).
STS-130 con Discovery, in Marzo 2010.
STS-131 con Atlantis, in Maggio 2010.
STS-132 con Endeavour, in Luglio 2010.
STS-133 o 134 con Discovery, in Settembre 2010.
STS-134 o 133 con Atlantis, in Novembre 2010.
STS-135-LON con Endeavour, in Gennaio 2011.

( Per la STS-128 Discovery, è inutile “correre”, per poi lasciare sei mesi l’astronauta Nicole Stott sulla Stazione, ecco perchè ritengo possibile un lancio a Ottobre, dopo il cambio di equipaggio con la Soyuz a fine Settembre).


#10

Qui urge un TT a tempo indeterminato, almeno fino alla risoluzione del problema!!! :fearful:


#11

In quale sito (o sottosito) NASA si puo’ accedere per aggiornamenti su questo problema?


#12

A me tutto ciò sembra davvero surreale:ma è mai possibile che per una manopoletta si rischi un ritardo esagerato nelle future missioni?Mah… :point_up:


#13

Purtroppo (se così vogliamo dire) il fattore principale è la sicurezza, e anche una manopola fuori posto può essere pericolosa


#14

piuttosto temo ripercussioni se Atlantis venga dichiarato non più idoneo e quindi dismesso; STS 131 e 134 sarebberso completamente da riprogrammare coi rimanenti due shuttle


#15

Concordo.

:ok_hand:


#16

Mannaggia che brutta notizia!!!
Ma riuscirà la Nasa a mantenere gli impegni Shuttle prima del 2010?


#17

Speriamo di sì TT grande TT di massa


#18

Mi aggrego anch’io al TT :wink:


#19

doppio triplo TT che fine ingloriosa sarebbe! ma vedrete che ripressurizzando la cabina riusciranno ad estrarre l’oggetto, pensate che sul concorde molti assistenti di volo perdevano oggetti che ritrovavano al volo successivo, in sostanza li appoggiavano in qualche alloggiamento che si creava in volo a causa dello stress termico dell’aeromobile, effetto che cessava una volta a terra… al volo di ritorno ritrovavano magicamente l’oggetto! (uno perse addirittura un libro…)


#20

Il problema non è estrarlo, ma il danno al vetro da esso creato.