Terremoto: i satelliti COSMO-SkyMed verificano la situazione


#1

I quattro satelliti della costellazione italiana di COSMO-SkyMed sono stati attivati immediatamente per acquisire immagini sulle aree colpite dall’evento sismico di domenica mattina.

L’avvio delle procedure di acquisizione, in modalità nominale, è stato prontamente effettuato dai tecnici dell’Agenzia Spaziale Italiana su richiesta del Dipartimento della Protezione Civile. Le immagini che saranno catturate da COSMO-SkyMed saranno messe, nei prossimi giorni, a disposizione del Dipartimento per verificare eventuali deformazioni della superficie terrestre. È in queste ore a lavoro tutta la capacità di analisi e processamento dei dati satellitari della costellazione italiana che fornirà agli addetti ai lavori informazioni a supporto dell’analisi degli effetti del terremoto. I quattro satelliti radar in Banda X di COSMO-SkyMed osservano costantemente il nostro pianeta, con qualsiasi condizione di illuminazione (giorno/notte) e meteorologica. La costellazione unica al mondo nel suo genere pone il nostro Paese all’avanguardia nel campo dell’osservazione della Terra.

Fonte: ASI


#2

dopo quello che si è visto in abruzzo su un territorio roccioso (in termini di spostamento delle aree), chissa che cosa sarà accaduto su un territorio sabbioso (m’aspetto una sorta di “spianamento” delle altitudini).


#3

Interessante sarà anche vedere dall’alto quel taglio che si è formato, della lunghezza di diversi km, lungo la faglia.
Dalle prime riprese televisive sembra che le due “placche” abbiano strisciato una contro l’altra, senza però avvicinarsi o allontanarsi fra loro.
Restiamo in attesa