Tianhe-1, la prima stazione spaziale permanente Cinese


#1

#2

Un telescopio spaziale a bordo della stazione cinese. Mi sembra un ottima idea, potrebbe essere aggiornato e riparato facilmente. Un telescopio spaziale in LEO non avrà le prestazioni di un JWST in L2, pero’…


#3

“un telescopio spaziale paragonabile come dimensioni ad Hubble” non è mica uno scherzo!
Vedo un numero infinito di problemi per usarlo a bordo di una stazione manned; vediamo se rilasceranno qualche dettaglio.


#4

Per ragioni simili era stato annullato il programma MOL negli anni '60.


#5

Potrebbe essere che la stazione rimarrà inabitata per alcuni periodi, permettendo l’attività di osservazione.
Non sarebbe una cattiva “soluzione” al non voler/poter mantenere una presenza costante.


#6

Credo che il problema non sia risolvibile solo svuotando la stazione di Hoomans, andrebbe che tutti i sistemi, ECLSS compresi vengano progettati per non generare vibrazioni nocive all osservazione.
Si potrebbe pensare ad un modulo autonomo che abbia solo degli umbilicals verso la stazione magari posizionato da un braccio robotico di volta in volta e poi ricollegato alla stazione quando non usato o per le correzioni di orbita…


#7

il telescopio sara’ su un’orbita simile a quella della stazione per l’accessibilita’. non sara’ fisicamente attaccato alla stazione


#8

Non ho capito. Quindi un satellite completamente indipendente, “serviceable” Hubble-style. Ma questo richiede un veicolo per accedere al telescopio. Confusing.


#9

a quanto si capisce puo’ agganciarsi alla stazione per il servicing.
trovate tutte le informazioni nella presentazione in cinese riportata (e tradotta) su NSF