Vacuum test per la Crew Dragon

dragon-2

#1

https://www.instagram.com/p/BkQ8w0mFoxa/

La capsula destinata al primo volo di test senza equipaggio è stata portata al famoso impianto NASA “Space Power Facility” parte del Glenn Research Center di Cleveland per una serie di test riguardanti il sistema di raffreddamento (TCS) della capsula nel vuoto.
Nella foto si vede la capsula dal lato che ospiterà i pannelli solari, qualche mese fa invece era stata diffusa una foto, non si sa se dello stesso esemplare, dal lato opposto che comprende finestrini, porta di ingresso e radiatori.

https://twitter.com/elonmusk/status/998409778316496896?lang=en

Questa foto arriva da una camera anecoica usata per testare le emissioni elettromagnetiche dell’elettronica di bordo, comprese, quindi, anche gli apparati radio.

PS: scusate il link inseriti così, ma già le immagini sono grandi, se il forum espande anche le anteprime di intagram e twitter diventa eccessivo :slight_smile:


#2

Intreressante!!
Quindi questa è la prima “vera” Dragon 2 che vediamo, considerando che finora avevamo visto solo mock-up e boilerplate (in occasione del beach abort test di qualche anno fa).
Fa una certa impressione vedere che, dettagli a parte, non si discosta molto dalla configurazione presentata a suo tempo.
Si nota, inoltre, l’assenza dei pannelli solari (parte inferiore del trunk) mentre i radiatori sono già al loro posto (parte superiore del trunk).

Mi sa che è giunta l’ora di dare una spolveratina ai miei disegni sul Dragon 2…


#3

Le sagomature dei thruster unitamente agli oblò ovali (!) gli conferiscono un design che sembra (o é) ricercato. Spettacolo.

Notavo questo dettaglio: chissà se sono delle resistenze elettriche che girano attorno ai dispositivi di sgancio, per evitare che il ghiaccio li blocchi.


dragon.jpg


#4

Più che resistenze sembrano dei fili che entrano in quei pannelli di rivestimento bianchi, probabilmente per dei sensori…


#5

Rompono il monitor anche così :stuck_out_tongue_winking_eye:
Se aggiungi un width=qualchecosa (tipo 500) dopo img puoi controllarne le dimensioni. Esempio

![](/uploads/default/original/3X/4/c/4c7294b6b5578868d5a60039fb02c1c1831be8ab.jpeg)

viene reso così

e puoi dilatarla con un click


#6

Occhio che soprattutto nella seconda foto si notano tutte le linee di giuzione dei pannelli di rivestimneto e i fori per bulloni o simile… ma in realtà dovrebbero essere “tappati” come sulle attuali Cargo Dragon di generazione precedente.


#7

Infatti, quelle sono relative proprio alle parti che devono essere ricoperte dai pannelli solari…


#8

La camera del test è la stessa impiegata per l’Apollo?


#9

Penso di no, l’impianto è stato costruito nel 1969 per testare alcuni progetti di propulsione nucleare e comprende anche la più grande camera a vuoto del mondo :slight_smile:


#10

per completezza in questa furono testati i MER Spirit e Opportunity


#11

Per la cronaca (o, meglio, per la storia :smile:) i veicoli apollo furono testati nello Space Environment Simulation Laboratory del Johnson Space Center, usato recentemente per il James Webb Space Telescope.


#12

Ed usato anche nel primo film degli Avengers… https://en.wikipedia.org/wiki/The_Avengers_(2012_film)#Filming


#13

Certo,si tratta di camere ENORMI!


#14

Test del Crew Dragon’s Parachute System


#15

La Dragon subisce degli scossoni niente male :fearful:


#16

Anche in questo video sembra dondolare parecchio:


#17

Niente retrorazzi pare, in questo test


#18

Ho notato anch’io ma il “tocco” è stato molto leggero comunque. Forse è dovuto al profilo di test, simulazione di un abort a bassa altitudine.


#19

Ma l’atterraggio con retrorazzi e piedi che la tengono sollevata da terra non è stato cancellato proprio dallo sviluppo?


#20

Sinucep si riferisce ai piccoli retrorazzi che, come per la Soyuz, si accendono a circa un metro dal suolo poco prima dell’impatto.