[2021-06-29] Sojuz 2.1a | Progress MS-17 (78P)

Date di riferimento

Data di lancio 2021-06-29 23:27:20

Status attuale

Stato attuale SUCCESSO
Probabilità -

Missione

Missione Tipo Orbita
Progress MS-17 (78P) Rifornimento Orbita bassa terrestre (LEO)

Veicolo spaziale utilizzato

Veicolo Progress MS-17 seriale MS-17
Destinazione International Space Station

Rampa di lancio

Nome 31/61 2
Località Cosmodromo di Baykonur, Repubblica del Kazakistan :kazakhstan:
Lanci totali 80

Lanciatore

Vettore Sojuz 2.1a1
Produttore Progress Rocket Space Center :ru:1 2
Fornitore servizi di lancio Russian Federal Space Agency (ROSCOSMOS) :ru:1 2
Primo volo
2004-11-04
Numero stadi 3
Dimensioni altezza: 46,30 m
diametro: 2,95 m
Peso al lancio 312 t
Spinta al decollo 4.149 kN
Capacità di carico LEO: 7.020 kg
GTO: 2.810 kg
Successi/Lanci totali 24/25 (19 consecutivi)

Caratteristiche veicolo spaziale

Veicolo Progress
Primo volo
1978-01-20
Trasporto equipaggi NO
Dimensioni altezza 7,23 m, diametro 2,72 m
Capacità di carico 1.700 kg

Video

Variazioni della data di lancio

Vedi il dettaglio
Da A Δ G:O:M:S
2021-06-30 00:00:00 2021-06-29 00:00:00 1:00:00:00
2021-06-29 00:00:00 2021-06-29 23:27:00 23:27:00


Ultimo aggiornamento: 2021-07-24 06:42 con AstronautiBOT 8.1 - Fonte: LaunchLibrary2 API

1 Mi Piace

(Traduzione automatica) Il veicolo spaziale Progress MS-17 rifornirà la Stazione Spaziale Internazionale.

1 Mi Piace

Mancano quasi 6 mesi al lancio, ma il destino della Progress MS-17, che si trova già al Cosmodromo di Bajkonur, prende sempre più forma. Giunta in prossimità della Stazione Spaziale internazionale, la Progress attraccherà al modulo di servizio Zvezda, dove rimarrà fino alla fine di luglio. In questo periodo è previsto la sua ricollocazione, si allontanerà brevemente da Zvezda e si aggancerà al nuovissimo Nauka. Questa manovra è necessaria perché il boccaporto inferiore di Nauka è dotato di un speciale adattatore per l’attracco di navicelle Sojuz e Progress, che deve essere rimosso prima dell’arrivo del modulo nodale Pričal.

Secondo le ultime news di NSF le date attualmente previste per questa Progress sono:

  • Lancio e attracco: 19 marzo 2021
  • Ricollocamento da Zvezda a Nauka: fine luglio 2021
  • Undocking: 7 settembre 2021
  • Rientro distruttivo in atmosfera: 14 settembre 2021

Deve avere qualche esperimento a bordo che le richiede di rimanere in orbita per qualche giorno prima della distruzione.

5 Mi Piace

Il lancio della Progress MS-17 era inizialmente previsto per il 29 marzo 2021, ma si è deciso di posticiparlo al 30 giugno inseguito ad una revisione del programma scientifico russo. Infatti una serie di esperimenti e di ricerche che dovevano volare sulla Progress MS-17, sono arrivate in anticipo sulla Stazione Spaziale Internazionale con la Progress MS-16, mentre le rimanenti partiranno ad aprile con l’equipaggio della Sojuz MS-18.

3 Mi Piace

Da quanto apprendiamo da Roskosmos, nei prossimi giorni gli specialisti al Cosmodromo di Bajkonur si metteranno al lavoro per preparare la Progress MS-17 al lancio, fissato per il 30 giugno 2021. Sebbene Zvezda sia libero, il modulo designato per l’attracco del veicolo cargo è Poisk, perché in questo modo i cosmonauti hanno sempre accesso alla stiva e si salvaguardano le preziose scorte di ossigeno, isolando la parte posteriore di Zvezda che perde. Inoltre, la Progress ormeggiata a Poisk non interferisce con la possibilità di usare questo modulo come camera di equilibrio per le EVA non rappresentando un problema di sicurezza. La Sojuz MS-18 è attraccata a Rassvet ed è sempre e comunque accessibile in caso di emergenza.

Qualcuno che lavora nel settore spaziale russo ha riferito a Ria Novosti che ad ottobre la Progress MS-17 sarà ricollocata, liberando così Poisk e occupando Nauka. Sulle informazioni a nostra disposizione, possiamo dedurre che questa operazione potrà avere luogo non prima del 17 ottobre, ovvero dopo distacco della Sojuz MS-18.

ria.ru/20210502/progress-1730881164.html

3 Mi Piace

Al momento in agenda è previsto per il 27 ottobre.

Se sul boccaporto di Poisk c’è la Progress, da dove escono per fare le EVA? Sto pensando, ma non ci sto arrivando :see_no_evil:

1 Mi Piace

Poisk stesso! Se rimane isolata la Progress per un giorno, il tempo necessario insomma, non succede nulla, perché tanto non la usi come scialuppa di salvataggio.

Visto come stanno oggi le cose, dei 4 boccaporti del segmento russo le Sojuz possono attraccare o al modulo Rassvet (sempre) oppure a Poisk, ma nel periodo immediatamente successivo non devono esserci in programma EVA. Zvezda fintanto che non sarà ermetico resterà inutilizzato, mentre Pirs è in attesa di essere demolito e per questo braccato da vicino da una Progress apposita. Nauka e soprattutto Pričal risolveranno il problema dei scarsi ormeggi.

3 Mi Piace

Poisk ha più uscite?

Poisk ha un altro portello per le EVA, distinto da quello di attracco. :wink:

immagine

(immagine di pubblico dominio)

6 Mi Piace

Ecco cosa non mi tornava! Grazie Rob!

1 Mi Piace

Poisk ha non uno, ma ben due EVA hatch (al modico prezzo di… :sweat_smile:)

Fonte Wikipedia

9 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da NET June 30, 2021 12:00:00 AM a NET June 29, 2021 12:00:00 AM

1 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da NET June 29, 2021 12:00:00 AM a NET June 29, 2021 11:27:00 PM

1 Mi Piace

Verso la prima decade di maggio gli specialisti si sono messi al lavoro per preparare la Progress MS-17 al lancio. Il veicolo cargo era arrivato al Cosmodromo di Bajkonur verso l’11 marzo 2020 con un vagone merci ed era stato messo da parte in attesa del suo utilizzo. Come sempre, a prescindere che sia stato stoccato per un anno o meno, gli addetti hanno eseguito un controllo generale della Progress, verificando che non ci fossero guasti o problemi all’esterno e al software di volo.

A fine mese la Progress MS-17 è stata sottoposta al collaudo della camera anecoica. I sistemi di navigazione, di avvicinamento alla Stazione e quelli radio sono stati promossi senza problemi. Poi, il 30 maggio, il veicolo cargo è entrato nella camera a vuoto dove gli addetti si sono assicurati, tramite rigide serie di test, della tenuta stagna dello scafo. Anche in questo: luce verde!

9 giugno: il lancio incombe sempre di più. Presso una delle piattaforme di lavoro a bracci del Sito 254, le maestranze di RKK Energija e del Centro Spaziale Juznyj hanno aperto delicatamente i pannelli fotovoltaici e tramite l’impiego di speciali lampade si sono assicurati che essi funzionassero a dovere, producendo i nominali valori di tensione per la ricarica delle batterie di bordo. Inoltre hanno controllato che il sistema Rodnik per lo stoccaggio dell’acqua non perdesse, disinfettato il vano di carico e iniziato le operazioni di stivaggio dei beni per la Stazione

Ieri, 16 giugno 2021, al Sito 31 il lanciatore Sojuz 2.1a ha iniziato a prendere forma. Il personale ha assemblato la base del razzo, formata dallo stadio centrale e dai quattro razzi ausiliari.

Sempre ieri si è riunita la direzione tecnica, dove è stato fatto il punto della situazione in merito alla Progress MS-17. Visionate le carte e sentiti i pareri dei presenti, la navicella è stata autorizzata al trasporto presso la stazione di rifornimento. Qui saranno imbarcati nei serbatoi il carburante per i razzi di controllo d’assetto della Progress e quello destinato alle riserve della Stazione Spaziale Internazionale. Nell’insieme la Progress MS-17 trasporterà:

  • 1.390 kg di combustile e gas per l’aria respirabile della Stazione
  • 1.509 kg di attrezzature, provviste, esperimenti, imballaggi e quant’altro per l’equipaggio
  • 420 kg di acqua potabile
4 Mi Piace

Terminate con successo le operazioni di assemblaggio del lanciatore Sojuz 2.1a e di integrazione della Progress MS-17, stamattina il razzo con il veicolo cargo è stato portato al sito di lancio. Qui l’uscita del convoglio ferroviario dal Sito 32 e come potete notare sulla parete di sinistra è affisso un poster che celebra i 60 anni dal volo di Jurij Gagarin.

Come di consueto, in queste fasi, le forze dell’ordine e il personale scortano il vettore lungo la strada ferrata che porta al complesso di lancio, che non è molto distante da qui.


Arrivati! L’erettore indietreggia piano piano verso il bordo del complesso di lancio. Notate le due zone colorate di giallo? Sono le guide e le basi d’appoggio per il meccanismo di sollevamento che ribalterà il razzo dall’attuale posizione orizzontale a quella verticale.

La foto in controsole non aiuta, ma si riesce a vedere quanto appena descritto.

Fatto! Adesso la Progress MS-17 punta verso l’alto. La carenatura (o semi ogive se preferite) è stata decorata con una decalcomania speciale per i 75° anniversario della fondazione di RKK Energija.

https://www.roscosmos.ru/31623/

11 Mi Piace

Il video con tante riprese aeree fatte dai droni. Gli operatori sono abili a non mostrare le zone sensibili del Cosmodromo e a non rivelarne i segreti.

4 Mi Piace

I primi 10 minuti di volo.

La separazione della capsula.

4 Mi Piace

La diretta ufficiale di Roskosmos.

3 Mi Piace

Nuovo articolo di Marco Zambianchi pubblicato su AstronautiNEWS.it.

3 Mi Piace