[2021-11-24] Sojuz 2.1b | Uzlovoy Module (UM) "Prichal"

Date di riferimento

Data di lancio NET 2021-11-24 00:00:00

Status attuale

Stato attuale INCERTO
Probabilità -

Missione

Missione Tipo Orbita
Uzlovoy Module (UM) "Prichal" Esplorazione umana Orbita bassa terrestre (LEO)

Rampa di lancio

Nome 31/61 2
Località Cosmodromo di Baykonur, Repubblica del Kazakistan :kazakhstan:
Lanci totali 394

Lanciatore

Vettore Sojuz 2.1b1
Produttore Progress Rocket Space Center :ru:1 2
Fornitore servizi di lancio Russian Federal Space Agency (ROSCOSMOS) :ru:1 2
Primo volo
None
Numero stadi 3
Dimensioni altezza: 46,30 m
diametro: 2,95 m
Peso al lancio 312 t
Spinta al decollo - kN
Capacità di carico LEO: 8.200 kg
GTO: 3.250 kg
Successi/Lanci totali 11/11 (11 consecutivi)

Variazioni della data di lancio

Vedi il dettaglio
Da A Δ G:O:M:S
2021-05-01 00:00:00 2021-11-24 00:00:00 207:00:00:00


Ultimo aggiornamento: 2021-09-19 12:42 con AstronautiBOT 8.1 - Fonte: LaunchLibrary2 API

UM (Uzlovoy Module), o Prichal, è un nodo che verrà aggiunto alla parte russa della Stazione Spaziale Internazionale (ISS),

Verrà portato sulla ISS tramite una Progress modificata, chiamata Progress-M-UM e agganciato al boccaporto inferiore del modulo MLM (Nauka), fornendo quattro ulteriori boccaporti per l’aggiunta di altrettanti moduli ed un boccaporto per l’aggancio di veicoli cargo o con equipaggio.

1 Mi Piace

Segnalo che questa data è inconguente con quella di Nauka (attualmente: novembre 2020), perché Prichal non dovrebbe partire prima di Nauka, dato che andrà collegato ad una porta di quest’ultimo.

1 Mi Piace

Copy that. Probabilmente il legame tra Prichal e Nauka non è evidente ai gestori delle API. Prendiamo questa scheda con le molle ancora per qualche tempo…

Anche il modulo nodale Pričal ha una data per il suo appartamento con il modulo Nauka. La sua partenza verso la Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe avvenire il 6 settembre. L’avvicinamento e l’aggancio con Nauka è previsto circa 48 ore più tardi, l’8 settembre.

Speriamo che a breve sentiremo sempre più parlare di Pričal.

Dunque, a differenza di quanto accaduto con i moduli Pirs, Rassvet e Poisk, non sarà una Sojuz ricollocata a “battezzare” un nuovo modulo, Nauka in questo caso.

3 Mi Piace

Lancio fissato per il 14 settembre.

6 Mi Piace

Nel corso di una conferenza online Vladimir Daneev, responsabile del programma umano di Roskosmos, ha dato un’indicazione riguardo il lancio dei prossimi 3 moduli russi che si aggiungeranno alla Stazione Spaziale Internazionale. Per quanto concerne Nauka e Pričal seguiranno regolarmente l’attuale pianificazione, ovvero con la loro partenza a fine aprile e a settembre 2021 rispettivamente. Si è parlato anche del modulo NEM, quello adibito alla ricerca e alla generazione di energia elettrica, ma il suo lancio avverrà non prima del 2024.

https://twitter.com/anik1982space/status/1323304275716546561?s=20

3 Mi Piace

L’aver spostato il lancio di Pričal doveva far sospettare qualcosa, adesso pianificato per il 24 novembre 2021. Ecco appunto, Nauka non partirà a fine aprile ma a luglio 2021.

2 Mi Piace

Occorre quindi aggiornare il titolo del thread …

Data di lancio aggiornata!

Da NET May 1, 2021 12:00:00 AM a NET November 24, 2021 12:00:00 AM

1 Mi Piace

In occasione di un evento stampa per il modulo NEM destinato alla nuova stazione spaziale russa presso la fabbrica di RKK Energija, i giornalisti hanno visto il modulo nodale Pričal. Non è stata rilasciata nessuna informazione al riguardo, almeno sappiamo che non è stato ancora spedito a Bajkonur. Ecco le 3 foto rilasciate da Roskosmos:

Una vista più completa da uno scatto da Katja Pavljucenko

7 Mi Piace

Mi ricordo dei rendering raffiguranti i moduli NEM di parecchi anni fa (penso 2012) ma poi non ho più seguito bene l’evoluzione, Roskosmos è ancora intenzionata ad ampliare la ISS a partire dal nodo Prichal?Credevo che anche in vista di un eventuale abbandono del programma ISS Roskosmos avesse rinunciato all’ampliamento della stazione, anche a causa dei continui slittamenti di Nauka

1 Mi Piace

I piani in casa Roskosmos sono cambiati velocemente nel corso degli anni e lo fanno tuttora. Nauka e il nodo Prical saranno gli ultimi tasselli che si aggiungeranno al segmento russo. Era previsto anche il lancio nel 2024 di NEM (modulo scientifico ed energetico), ma si è deciso di destinarlo alla nuova stazione orbitale russa ROSS.

1 Mi Piace

Avendo deciso di non aggiungere altri moduli russi alla ISS a che serve lanciare Prichal?
I suoi 4 portelli aggiuntivi non servono più no?

Mi chiedo la stessa cosa.

@AstroJim92 e @robygun una parte della risposta la trovate qui. In sintesi, nella migliore delle condizioni il segmento russo dispone di quattro porte di attracco (Rassvet, Poisk, Pirs/Nauka e Zvezda). Sebbene sono uguali per forma e dimensioni, può essere conveniente avere una Sojuz o una Progress lì piuttosto che qui. È il caso di Zvezda che, essendo la coda della Stazione, è il posto migliore da destinare ad una Progress per due motivi: primo non intralcia le attività dell’equipaggio (vedi attività extraveicolari e relative normative di sicurezza) e secondo l’azione dei propulsori della navicella per le modifiche dell’orbita è più efficace (l’impulso è dato nella direzione del moto).

Se tenete conto delle varie limitazioni, anche considerando la falla di Zvezda che ne limita/preclude l’impiego, le opportunità in cui si possono avere più veicoli attraccati, indistintamente dal tipo, si riducono notevolmente:

  • Rassvet, Sojuz e Progress sempre
  • Poisk, se utilizzato come airlock solo Progress, altrimenti Sojuz e Progress.
  • Nauka, vedi limitazioni Poisk
  • Zvezda, Sojuz e Progress sempre, ma provvisoriamente non utilizzabile per i noti problemi

Ecco che Prichal ha il suo perché nel tornaconto del segmento russo. Sappiate pure che sarà dotato di speciali adattatori di attracco, così da permettere l’aggancio di veicoli che utilizzano sistemi diversi da quelli “russi” montati sulle Sojuz e Progress. Ah, comunque è sempre spazio extra da utilizzare per lo stivaggio e non è poco (1/5 del volume di Nauka, 14 m3 vs 70 m3)!

13 Mi Piace

4 messaggi sono stati spostati in un nuovo Argomento: Perdite di aria nel modulo Zvezda della ISS

Parliamo adesso del soggetto di questa discussione. Con Nauka giunto a destinazione non senza tribolazioni, Prical ha lasciato i locali di RKK Energija ed è stato inviato 2021-07-30T22:00:00Z al Cosmodromo di Bajkonur. Nelle ultime settimane il nodo è stato oggetto di numeri test, tra cui prove d’integrazione con le copie terrestri di Nauka e di Zvezda. Non abbiamo foto, purtroppo, ma oltre a Prical arriveranno a Bajkonur apposite apparecchiature per la preparazione del modulo nodale al lancio.

È solo l’inizio, nelle prossime settimane sentiremo parlare più spesso di lui.


Il sistema di attracco attivo che si interfaccerà con Nauka


Vista generale del modulo nodale


Una delle cinque porte passive. Forse quella rivolta a nadir a giudicare dalle sovrastrutture che fungeranno da aggancio al modulo di servizio derivato dalla Progress

https://www.roscosmos.ru/32057/

11 Mi Piace

Ancora non abbiamo immagini, tuttavia Roscosmos ci informa dell’arrivo di Prichal al cosmodromo, nella notte tra l’8 e il 9 agosto.

Il modulo “palla” (così lo chiama Rogozin) è stato trasportato al sito 254, dove si trovano già le altre parti della Progress M-UM che lo trasporterà alla ISS.

https://www.roscosmos.ru/32124/

10 Mi Piace

Eccoli! Questa mattina (11 agosto) le maestranze che lavorano al Cosmodromo di Bajkonur hanno rimosso dal vagone sia il modulo (meglio chiamarlo nodo) Pričal sia il modulo di servizio della Progress che fungerà da rimorchiatore spaziale.

L’apertura della cassa di trasporto ad atmosfera controllata ci dà un’idea di come sarà Prichal nella sua configurazione di lancio, nulla di più diverso da una Sojuz o Progress.


Qui uno scatto ravvicinato dei supporti d’ancoraggio e smorzatori di vibrazioni

Una volta rimosso dal vagone, il modulo di servizio (Progress M-UM[1]) è stato posizionato sulla piattaforma a bracci e gli specialisti hanno iniziato una serie di verifiche tecniche di routine, come l’apertura del pannelli fotovoltaici e ispezioni visive esterne.

Giusto per rinfrescare la memoria: è dai preparativi al lancio di Poisk nel 2009 che non si vedeva a Bajkonur il modulo di servizio di una Progress M.


Parallelamente anche Pričal ha raggiunto la sua postazione di lavoro che, a quanto pare, si trova nel padiglione 104. Qualcuno sa dove si trova? Forse è un’altra ala del Sito 254?

https://www.roscosmos.ru/32159/


  1. Progress M identifica il tipo di veicolo spaziale, invece l’acronimo UM il nome del modulo Pričal, formalmente noto come Uzlovoj Modul’. ↩︎

8 Mi Piace