Bridenstine richiama SpaceX al rispetto dei tempi

Bridestine la mette giù pesante… Come se non sapesse che il Commercial Crew è stato sottofinanziato per anni… :roll_eyes:

1 Mi Piace

Beh sono dell’ idea che Bridenstine abbia ricevuto un invito… Il Commercial Crew Program é stato finanziato pochissimo soprattutto nei primi anni… Beh poi parlando di ritardi c’ é anche SLS caro Jim

1 Mi Piace

Non ho ben capito con chi ce l’ha e a cosa si riferisce comunque, alla stessa SpaceX e Boeing o ai suoi. Le motivazioni per cui ci hanno messo tanto sono ovvie cautele e eventi ben noti. E mentre io sono favorevolissimo all’approccio “spacchiamo pure la roba per creare know how piu’ velocemente”, visto che funziona cosi’ bene… avrei qualche dubbio a fare lo stesso quando c’e’ gente a bordo. Quello si poteva fare durante la Seconda Guerra Mondiale o in minor misura durante la Guerra Fredda. Adesso i tempi sono cambiati. Qualche rischio va preso comunque e la fuori di gente disposta a rischiare e che rischia per futili motivi ce n’e’, ma politicamente c’e’ una bella differenza tra un grosso fuoco d’artificio e un mezzo con persone a bordo. Quindi i piedi di piombo ci stanno.

Detto questo le sue ultime parole sono da incorniciare: “It’s time to deliver”.

2 Mi Piace

In realtà non credo sia corretto parlarne in questi termini, il Commercial Crew ora, e da quando è stato firmato l’accordo per le missioni con SpaceX e Boeing, non è un programma (finanziato o sottofinanziato) ma un contratto. Al momento della firma con i fornitori, i requisiti e in particolare quelli temporali, erano conosciuti e le cifre richieste concordate e approvate. Secondo me ha poco senso ora dire che “il programma è stato sottofinanziato”, il contratto è stato firmato da entrambe le parti con cifre e tempistiche note e approvate da tutti i soggetti.

3 Mi Piace

Quando la Nasa fa delle affermazioni del genere ci sta sempre un perché, ci sta altro sotto? Penso di si, che ne dite apriamo un post specifico? Non vorrei andate OT in questo. :wink:

2 Mi Piace

E’ un dato di fatto che SpaceX ora sia inadempiente, dirlo o non dirlo non cambia la sostanza…

E invece Boeing?

Idem, entrambe

1 Mi Piace

Voglio ricordare soltanto anche se si sta andando off topic che nel contratto CCtCAP non si fa cenno a requisiti temporali.

Requirements:
The Contractor shall complete the design, development, test, evaluation, and certification of an
integrated CTS capable of transporting NASA crew to and from the ISS, in accordance with the
design reference missions and the certification standards and requirements specified in this
contract. Certification of the CTS shall be determined by NASA. The Contractor shall provide
special studies for risk reduction and other purposes related to its CTS, to the extent ordered under
CLIN 003 of this contract. The Contractor shall also provide complete, initial Post Certification
Missions to and from ISS including ground, launch, on-orbit, return and recovery operations, as
ordered by IDIQ tasks under this contract.
(a) The Contractor shall provide all facilities, resources, personnel, items or services necessary to
perform the requirements specified in Section B, Supplies or Services and Prices/Costs (except for
Government furnished property as listed in clause G.6, NFS 1852.245-76, List Of Government
Property Furnished Pursuant To FAR 52.245-1 and Government Furnished Services and Data as
listed in clause H.12) in accordance with the following:
Attachment J-01, Integrated Crew Transportation System Requirements
Attachment J-02, Data Requirement Deliverables (DRDs)
Attachment J-03, Contract Performance Work Statement (PWS) – To be proposed by Offeror
Attachment J-03, Appendix A, Milestone Acceptance Criteria and Payment Schedule – To be
proposed by Offeror
(b) Section C incorporates Attachments J-01, J-02 and J-03 into the Schedule. In case of a
conflict, Attachment J-01 shall take precedence over Attachments J-02, and J-03. Attachment
J-03 shall take precedence over Attachment J-02.

1 Mi Piace

continuando off topic (che si fa’? qualcuno ci sposta altrove?), senza infilarmi nel ginepraio dei pro e contro NASA, SpaceX, Boeing e compagnia cantando, e tornando a leggere il tweet di Brindestine, mi è sembrato semplicemente una botta di gelosia nei confronti del clamore mediatico scaturito dal nuovo gioco di Musk mentre nessuno (allo stato attuale) si fila il Commercial Crew
a prescindere dalla uscita (per me) quasi infantile, se questo è il problema dello Amministratore della NASA, faccia un po’ più di pubblicità a quanto NASA, SpaceX e Boeing stanno facendo e alzi lui l’attenzione del pubblico sui prossimi passi ormai a portata di mano

edit: sorry, visto adesso topic adeguato appena aperto, admin spostate pure la

2 Mi Piace

Io la trovo un’uscita molto sfortunata.
Cosa pensa di ottenere? L’indignazione dei contribuenti verso SpaceX?
Suggerisce che SpaceX sta perdendo tempo con Starship invece di focalizzare il lavoro sulle commesse NASA?
È la brutta moda da parte dei politici e dei politicanti di spiegare all’industria privata cosa debba fare e come debba farlo. Fortunatamente solitamente gli imprenditori (sopratutto quelli come Musk) non si fanno distrarre da superficiali polemiche.

5 Mi Piace

“The purpose of the Commercial Crew Program (CCP) is to facilitate the development of a U.S.
commercial crew space transportation capability with the goal of achieving safe, reliable and cost
effective access to and from low Earth orbit (LEO) including the International Space Station (ISS)
no later than 2017.” Punto C.1 del contratto

Inoltre nel Attachment J-03 in cui ci sono i requisiti di dettaglio del contratto e ci sono le milestone con le relative date programmate, fra le altre:
Primo volo senza equipaggio: Marzo 2016 (pag. 22 del allegato J-03)
Primo volo con equipaggio: Ottobre 2016 (pag. 35 del allegato J-03)

4 Mi Piace

Forse leggiamo nelle parole di Bridenstine piu’ di quello che voleva metterci.

Forse voleva solo essere un riferimento al fatto che per l’ In-Flight Abort della crew dragon ci sarebbe una data (seconda meta’ di Novembre) e che quasi ci siamo.

Se poi vogliamo parlare di cost overrun e time overrun io non vorrei mettermi a sparare sulla croce rossa … ma c’e’ stato qualche programma che non ne ha avuti?

E’ un documento del 2014 e parla di primo volo con equipaggio nel 2016, quando ci vogliono mesi per i singoli passaggi burocratici? Leggerissimamente ambizioso/irrealistico? Come tornare sulla Luna nei tempi descritti in altri 3d?

Poi c’e’ anche qualche impercettibile differenza di metodi di lavoro… sarebbe la Nasa disposta a far implementare i suoi progetti da carpentieri texani senza troppa burocrazia, certificazioni, permessi e paranoie?

Ripeto quanto scritto piu’ su. Una cosa e’ rilanciare nello spazio umani dal suolo americano con tutte le istituzioni coinvolte dopo che e’ successo in passato in caso di incidente creerebbe uno psicodramma nazionale e un’altra e’ fare grossi fuochi d’artificio luccicanti e privati dove nessuno si puo’ far male ma che pero’, magari, ci mostreranno la via.

4 Mi Piace

Quoto il post di @indaco anche perché non ha niente da guadagnare se attacca SpaceX, anche perché Nasa sà bene che é fondamentale avere 2 partner, in questo caso Boeing e SpaceX.

Io da tempo che penso (e vedo) che l’aria è cambiata per Musk-SpaceX in Nasa, magari è solo una mia errata percezione.

Solo che oggi arriva questo “pizzino” dopo che pochi giorni fa (il 23 se non erro), è uscita a galla nuovamente la storia dei fondi governativi percepiti da SpaceX e forse mal gestiti, è una coincidenza?

Questo è avvenuto in una causa, causa intentata da alcuni azionisti Tesla verso Tesla-Musk per l’acquisizione (in realtà salvataggio) di Solar City, causa dove tirano in ballo per la giacchetta anche SpaceX affermando di portare nuova documentazione.

Ma è una storia molto lunga che seguo da tempo e non voglio per ora annoiarvi, continuerò a seguirla con attenzione e vi tengo informati se ci sono nuovi ed importanti risvolti.

:wink:

2 Mi Piace

Questo pezzo non è tanto un requisito, che iniziano dopo, quanto una spiegazione del programma e a cosa aspira.

Come hai detto te, milestones con le date programmate.
Quello che intendevo io infatti è che per come è strutturato il programma, a milestones, l’unica penalità, se così si può chiamare, che possono ricevere SpaceX e Boeing è ricevere i soldi dopo, con il pericolo che se non si dessero da fare abbastanza i costi di progetto verrebbero a costare troppo. Comunque meglio del tipo cost+ di SLS e Orion dove se perdi tempo guadagni di più, ma anche qua non c’è nessuna penalizzazione pecuniaria. Non ci sono clausole del tipo: il volo di test con equipaggio deve avvenire entro data X pena, ad esempio, meno voli post-certificazione.

Inoltre molti dei ritardi sono stati causati della NASA stessa che ha richiesto studi aggiuntivi pagati a parte, non previsti in partenza, per superare dubbi (legittimi) sulla sicurezza dei veicoli.

Sono d’accordo sul fatto che siano tutti in ritardo rispetto alle aspettative, ma dare dei pelandroni a quelli del programma che forse sta correndo più di tutti al momento (e qua intendo sia Boeing che SpaceX, date che ora pare che Bridenstine si riferisse a tutti gli appaltatori), pur rimanendo ai massimi standard della NASA, mi sembra abbastanza sconsiderato. Credo che sia ovvio a tutti che non puoi semplicemente buttare ingegneri aggiuntivi su di un problema per vederlo risolto più velocemente.
Mi sembra solo logico da parte di SpaceX assegnare gli ingegneri che hanno finito di sviluppare il Falcon 9 Block 5 a Starship, a quelli che hanno finito di sviluppare il Merlin al Raptor e così via.

3 Mi Piace

Assodato che sia SpaceX che Boeing sono in ritardo sulla tabella di marcia, confesso di essere rimasto molto sorpreso dal tono di questi “auguri”.

Il discorso di Bridenstine è imvho assolutamente comprensibile e legittimo, nel merito: siamo sicuri che SpaceX stia mettendo abbastanza impegno e risorse nel cercare di rispettare il contratto Commercial Crew Program, e che la creazione dei prototipi di Starship non stiano assorbendo troppe “energie”?

Espressa così però, è un po’ buttarla in caciara, perché non ci credo che Bridenstine non immaginasse le polemiche che sarebbero nate attorno al suo messaggio grazie all’attenzione mediatica che circonda SpaceX.
Un’agenzia spaziale ha a disposizione ben altri mezzi per “strizzare” un fornitore che non rispetta i tempi, quelli legali, meno smargiassoni ma decisamente efficaci.

Staremo a vedere…

3 Mi Piace

Sul fatto che in tutto il mondo dello spazio ci siano sempre ritardi siamo tutti d’accordo… Ma gli altri non si sono fatti pubblicità per anni dicendo che in tutto il resto del mondo aerospaziale sono dei burocrati mentre “noi” facciamo le cose in modo diverso e riusciamo a raggiungere gli obiettivi in un decimo del tempo e dei costi…

Boeing sarà pure in ritardo, ma almeno non posta su Twitter promesse di andare su Marte con 100 persone nel 2022 o di lanciare 2000 satelliti in 5 anni.

Forse il richiamo di Bridenstine è di quel tipo: smettetela di fare gli spacconi con le vostre “astronavi” e cominciate a consegnare le cose per cui siete sotto contratto nei tempi che avete sottoscritto.

Sono abbastanza d’accordo, ma forse è un modo di rispondere nello stesso stile di SpaceX (e di Trump e anche di tutti i “politici” moderni). Musk anche in questo è stato un pioniere; e se lo stile imperante è postare tutto su Twitter, prima o poi anche NASA si adatta…
(Non sto dicendo che lo stile mi piaccia, anzi)

3 Mi Piace

Non modifica il senso del tuo discorso, ma questo e’ un obiettivo per nulla irrealistico dopo quello che abbiamo gia’ visto.

2000 satelliti a 60 per lancio fanno 33 lanci di normalissimi F9, meno di 7 all’anno, con probabile riutilizzo multiplo dei booster. A 30 milioni di $ a lancio (costo industriale non irrealistico) farebbe 1 miliardo. Ma anche se costasse 62 mln di prezzo al pubblico esposti sul sito SpaceX saremmo comunque sui 2 miliardi. Che e’ un’inezia a confronto della valorizzazione ufficiale di SpaceX di 33 miliardi, e ancora di meno rispetto alla valorizzazione di Morgan Stanley di 120 miliardi se Starlink, appunto, prende piede. Non so come sono arrivati a questa valutazione ma lo fanno di mestiere e ricordiamoci che l’industria delle telecomunicazioni vale piu’ di 1200 miliardi, in crescita per i prossimi anni, finira’ tutto li dentro. Anche se fosse solo per dare Internet a utilizzatori di nicchia, e’ un mercato enorme.

Quindi vuoi che non riescano a lanciare 2000 pulciosi satelliti in 5 lunghissimi anni? (e’ ironico ovviamente).

Di tutte le cose che ha fatto SpaceX negli ultimi anni il lancio dei 60 satelliti per me e’ la piu’ impressionante… al livello del riutilizzo del booster. Quando ho visto quella diretta mi sono ribaltato giu’ da divano. Lo sottovalutiamo ma la capacita’ di produrre e lanciare quel numero di satelliti dotati ci capacita’ di propulsione propria e a basso costo… io me lo sarei aspettato tra molti anni. Invece funziona gia’. E i possibili fallout di quella tecnologia sono eccezionali.

Ok, l’ho fatta lunga, per dire che 2000 satelliti in 5 anni non e’ un buon esempio di sboronata non realizzata.

7 Mi Piace

Quindi, tanto per capire che stiamo parlando dello stesso argomento… :nerd_face:
Ti pare normale @albyz85 che l’mministratore NASA bacchetta la SpaceX (magari anche giustamente ma… sui social ed alla vigilia di un’importante evento?) per i ritardi di anni nel consegnare le capsule equipaggio e non ha mai avuto una, dico UNA parola simile per la Boeing, LM e compagnia bella che sono anni in ritardo con SLS, Orion e JWST e con costi sempre più fuori controllo?
Se per te questo è il comportamento giusto per una persona nella posizione di Bridestine…
Forse avrebbe fatto 100 volte meglio a tenersi per se questi ragionamenti, o ad esporli ai diretti interessati. Questa uscita non fa che confermare la completa inadeguatezza di questa amministrazione alla gestione di un così complesso teatro d’azione (e stendiamo un pietoso velo sullo stunt… Luna 2024, per favore, che mette anche in imbarazzo tutte le persone in gamba che lavorano alla NASA).
Tutto questo senza contare che la Boeing ha accumulato un ritardo maggiore nello sviluppo della CST-100 visto che, ad oggi, non ha mai nemmeno volato senza equipaggio e non ha compiuto nessun aborto (in rampa o meno) ed ha preso pure più finanziamenti…
Qui non si tratta di essere pro o contro SpaceX (poi perché contro se, con i loro piani ‘visionari’ riescono ad innovare, anche di poco, l’astronautica?) ma di essere almeno intellettualmente onesti.
Infine e chiudo, vorrei sentire più spesso il tuo parere, sicuramente più professionale del mio, su argomenti riguardanti SpaceX, visto che lo fai troppo raramente e, sicuramente per una strana coincidenza, soltanto per commenti negativi o sarcastici…
Un cordiale saluto da un SpaceX fanboy, :beers:

8 Mi Piace