È morto Gerald Carr

Si è spento ieri all’età di 88 anni, li aveva compiuti appena quattro giorni prima, Gerald Carr comandante dell’ultima missione Skylab.

8 Mi Piace

Godspeed Gerald, protagonista della famosa “rivolta in orbita”:

6 Mi Piace

Si tratta del secondo decesso di questo 2020, dopo quello di Worden lo scorso marzo.

Carr e Worden erano entrambi nati nel 1932 e sono venuti a mancare entrambi nel 2020. Il primo solo quattro giorni dopo il suo 88° compleanno, il secondo un mese e 10 giorni dopo il suo 88° anniversario di nascita.

Della missione Skylab 4 rimane in vita il solo Edward Gibson, essendo Pogue scomparso già nel 2014.

2 Mi Piace

Il messaggio di Bridenstine e della famiglia di Carr.

https://www.nasa.gov/feature/statements-on-the-passing-of-gerald-jerry-carr

2 Mi Piace

Secondo Paolo Attivissimo fu tutto un malinteso. A chi credere? Considerando che ultimamente Focus ha lasciato a desiderare sarei più propenso a credere ad Attivissimo.

1 Mi Piace

Si e no.

Sicuramente ci furono degli “screzi” (come del resto si registrarono già durante la missione Apollo 7), probabilmente furono esagerati ed amplificati dalla stampa dell’epoca, ma il succo del fatto resta.
Non è vero che l’equipaggio di Skylab 4 fu “silurato” dalla NASA, ma è vero anche che nessuno di loro volò più in seguito.

Riguardo Focus concordo con te che a volte tendono a trattare le cose in forma sensazionalistica e semplificata, ricordo però un buon articolo a firma di Roberto Pinotti (quando ancora si occupava di sociologia spaziale non faceva l’ufologo a tempo pieno) apparso sul numero di luglio-agosto 1986 della rivista di settore JP4 (edita dal 1972 e tuttora pubblicata), dunque fonte molto più attendibile di Focus.

NASA ha tenuto una cerimonia in suo ricordo.

2 Mi Piace