Expedition 58 Mission Log

mission-log
expedition-58

#1

Expedition 58

DATI DI MISSIONE

Inizio missione: 20 dicembre 2018
Fine missione: febbraio 2019
Equipaggio: 3
Durata: 3 mesi
EVA programmate: 3
Missioni di supporto:

Equipaggio:

Principali eventi

27 Dicembre - reboost ISS con Progress MS-10
13 Gennaio - rilascio Dragon (SpX-16)(Harmony nadir)
NET 18 Gennaio - cattura Dragon v2 (SpX-DM1)(Harmony PMA-2/IDA2)
25 Gennaio - docking Progress MS-09 (70P)(Pirs)
31 Gennaio - rilascio Dragon v2 (SpX-DM1)(Harmony PMA-2/IDA2)
Gennaio - spacewalk (ISS U.S. EVA-52) [McClain, Saint-Jacques]
Gennaio - spacewalk (ISS U.S. EVA-53) [McClain, Saint-Jacques]
Gennaio - spacewalk (ISS U.S. EVA-54) [McClain, Saint-Jacques]
12 Febbraio - rilascio Cygnus (NG-10) (Unity nadir)
Febbraio - rilascio satelliti CAT 1 (CATSat 1), CAT 2 (CATSat 2), UNITE, Delphini 1 (AUSAT-1), TechEdSat-8 da NRCSD#15
19 Febbraio - cattura Dragon (SpX-17)(Harmony nadir)
22 Febbraio - undocking Soyuz MS-11 (57S)(Poisk) e docking (Rassvet) [Exp 58/59: Kononenko, McClain, Saint-Jacques]
28 Febbraio - docking Soyuz MS-12 (58S)(Poisk) [Exp 59/60: Ovchinin, Hague, Hammock Koch]

Materiale della missione

LINK UTILI

Informazioni a cura di @albyz85 e @marcozambi


#2

Quindi Expedition 58 sarĂ  composto da soli tre astronauti?


#3

Iniziati i preparativi per la prossima EVA.


#4

In occasione del Natale ortodosso, che in Russia si celebra oggi, il Centro Controllo Missione di Mosca ha organizzato un concerto di musica sacra appositamente per i tre astronauti.


#5

January 14, 2019

Dragon è tornato sulla Terra ammarando nell’Oceano Pacifico domenica notte portando esperimenti critici e hardware della ISS. Quattro veicoli rimangono attraccati alla ISS compresa la nave cargo Cygnus.

Oggi, i tre membri della Expedition 58 hanno lavorato su una vasta gamma di esperimenti per migliorare la vita a Terra e nello spazio. Hanno inoltre lavorato sul sistema di supporto vitale ed hanno aggiornato l’hardware dei computer.

Anne McClain il mattino ha predisposto un microscopio specializzato per lo studio Biophysics-5 dedicato alla produzione di cristalli di proteine. Dopodiché ha disattivato il sistema di comunicazione con Dragon e riposto svariati computer portatili ed unità di memoria.

David Saint-Jacques ha aperto il Combustion Integrated Rack e rimpiazzato dei dispositivi ottici all’interno del flame and soot research device. Successivamente ha sostituito un sensore di idrogeno all’interno del sistema di generazione dell’ossigeno prima di aver ispezionato e pulito alcune delle sue parti.

Oleg Kononenko ha predisposto i satelliti SPHERES all’interno del modulo giapponese Kibo. Studenti delle scuole superiori hanno scritto degli algoritmi e li hanno sottoposti per una competizione di controllo degli SPHERES.

https://blogs.nasa.gov/spacestation/2019/01/14/dragon-back-on-earth-as-crew-revs-up-station-science/


#6

January 15, 2019

L’Expedition 58 ha iniziato la giornata di martedì con una simulazione di emergenza prima di dividersi per effettuare ricerche scientifiche e manutenzione hardware.

I tre astronauti a bordo hanno simulato un’emergenza coordinati con i centri di controllo di Houston e Mosca.

Dopodiché Anne McClaine si è occupata del MSPR (Multi-Purpose Small Payload Rack)
lavorando con cavi e componenti vari e concludendo la giornata fotografando Saint-Jacques alle prese con un esperimento per comprendere l’impatto delle radiazioni spaziali sugli astronauti.

Kononenko invece ha lavorato sul Electromagnetic Levitator che espone i materiali a temperature estremamente alte per indagare le loro proprietĂ  termo-fisiche in microgravitĂ . PiĂą tardi ha effettuato della manutenzione di routine sul sistema di supporto vitale del segmento russo.

https://go.nasa.gov/2Hb687q


#7

January 16, 2019

Oggi Anne McClain ha lavorato ad uno studio di come i fluidi corporei degli astronauti si spostano dal basso verso l’alto e come varia la pressione nella testa e negli occhi durante il volo spaziale. Ha inoltre raccolto alcuni campioni del suo sangue per questo tipo di esperimenti di lunga durata e li ha poi riposti nel freezer.
McClain ha inoltre riposizionato un computer portatile dal modulo Harmony al modulo Columbus.

David Saint-Jacques ha invece effettuato delle misurazioni della sua pressione sanguigna tramite il nuovo Bio-Monitor fornito dall’agenzia spaziale canadese. Questo sistema indossabile monitora in tempo reale i dati fisiologici degli astronauti con un impatto minimo sulle attività dell’equipaggio.
Saint-Jacques ha poi passato il pomeriggio sostituendo alcuni pezzi della toilette situata nel modulo Tranquility.

Oleg Kononenko ha effettuato alcune manutenzioni nel modulo Zvezda ed ha ispezionato e fotografato i finestrini dei moduli russi. Ha poi concluso la giornata conducendo un paio di studi riguardanti l’osservazione terrestre fotografando fenomeni naturali ed artificiali.

https://blogs.nasa.gov/spacestation/2019/01/16/astronauts-study-head-and-eye-pressure-wearable-body-monitor/