Expedition 66 Mission Log

Per chi segue l’inventario delle EMU

L’EMU che sostituisce la 3006 è la 3013. Ritorna nello spazio dopo l’atterraggio su STS-121 nel luglio 2006 e l’ultimo utilizzo in EVA è stato durante la expedition 6, l’8 aprile 2003, utilizzata da Ken Bowersox.
Penso che questa tuta fosse parte del lotto delle tute contaminata durante la messa a terra del 2° Shuttle.

Non sapevo ci fosse un lotto di tute contaminate.

Durante la EVA di Bowersox ( condotta insieme a Petitt) fu testato un serbatoio di ammoniaca sul truss P6. Qualcuno se le due cose sono correlate?

4 Mi Piace

Salto con la corda.

Il problema di contaminazione accennato nel post sopra, sembra correlato alla sedimentazione di residui organici nel sistema di raffreddamento.

extra-vehicular-mobility-unit-(emu)-international-space-station-(iss)-coolant-loop-failure-and-recovery (1).pdf (378,1 KB)

Appena possibile, lo leggo con attenzione e faccio un sunto.

3 Mi Piace

Non è immediato trovare l’equilibrio per correre.

Nello spazio non funziona.

Pure il golf…

1 Mi Piace

Tweet di @RikyUnreal

1 Mi Piace

@RikyUnreal via Twitter

Raja e Kayla rispondono ad alcune domande dei cadetti della Nevada Civil Air Patrol.

1 Mi Piace

@RikyUnreal via Twitter

Intervista a Vande Hei e Chari del 5 gennaio.

E anche a Kayla Barron.

1 Mi Piace

Esperimento MicroAge.

3 Mi Piace

Riporto anche qui, il bel riassunto “ISS 2021” per immagini, fatto da @LuckyFive

4 Mi Piace

@RikyUnreal via Twitter

3 Mi Piace

Si possono prendere i payload dal trunk della cargo dragon, anche con DEXTRE

Qui viene estratto il carico destinato all’Exposed Facility del JEM (KIBO), l’STP-H8

È stato passato poi al braccio giapponese (JEMRMS) per l’installazione.

Ed è gia lì che gira che è un piacere

10 Mi Piace

Il video della manovra.

3 Mi Piace

Ed abbiamo anche la EVA russa n° 51 :slight_smile: (Shkaplerov/Dubrov NET 19 gennaio)

Si parte da Poisk, porta lato Portside.
Per evitare tutto l’intreccio di cavi ed antenne della sezione nodale di Zvezda, si usa uno Strela e si va su Nauka.

Per fornire stabilità al passaggio appena creato, la punta del braccio telescopico verrà assicurata temporaneamente ad una delle nuove maniglie esterne, installate su Nauka durante una delle recenti EVA russe.
EV1 (strisce rosse) ha con se attrezzatura, due nuovi corrimano da installare su Prichal (sarà lui il modulo bersaglio della EVA), una telecamera ed una borsa contenente antenne KURS e bersagli ottici per il sistema di docking.

La prima operazione appena arrivati su Prichal è l’istallazione di uno dei due corrimano. Poi la preparazione ai cavi per connettere le nuove antenne Kurs.

Nella immagine sotto, Prichal dopo la totalità degli interventi di installazione.

In giallo tutte le aggiunte hardware ed il cablaggio di collegamento tra Prichal e Nauka.
In blu, le 3 (1 non si vede, perché è dalla parte opposta) piccole parabole che erano servite a Prichal durante l’attracco a Nauka.
Queste verranno rilasciate alla deriva a fine eva, insieme ai contenitori dei bersagli ottici.

Durante le varie installazioni, verranno applicate delle protezioni di fine corsa a diversi corrimano.
Qui evidenziate in giallo, sono circa una dozzina. Verranno applicati anche dei fermacavi per i cavi di collegamento (quei moschettoni).

Qui prichal da sotto, per mostrare i due bersagli ottici in sede finale.

La lista completa delle task

E già che c’ero, è scappato pure un wallpaper (con una Orlan nascosta da qualche parte ;P)

(Intanto mi fanno notare che la lettera П stampata su Prichal è al contrario :sweat_smile:)

10 Mi Piace

Tweet di @RikyUnreal

Per quale motivo le antenne di Prichal vengono buttate e non solo disattivate, interferiscono con qualche altro sistema od attività?

Non lo so,

Ma a voler tirare ad indovinare, gli appoggi potrebbero essere usati come base per una piattaforma esterna per payload.

Aggiornamento da @RikyUnreal via Twitter

2 Mi Piace

Per dirla alla Lino Banfi: una parola è troppa e due sono poche. Specie per la prima foto :arrow_down: non so quali aggettivi usare. Gli scatti risalgono al distacco della Crew Dragon Endeavour (Crew-2) dello scorso 8 novembre.

The station pictured above the Nile Delta

The station pictured above the African nation of Mali

The station pictured from the SpaceX Crew Dragon

11 Mi Piace