HST in safe mode


#61

Ciò che più mi fa sorridere è (come ha scritto Paolo Attivissimo) la modalità di risoluzione del problema: “Click on Start -> Stop -> Restart the System ->Then Shake”. Fosse così semplice ogni volta …


#62

Non hai idea in dieci anni di vita nelle operations quante volte ho applicato o visto applicare quel metodo, e ti assicuro che funziona almeno nel 50% dei casi :laughing:


#63

Microsoft ci ha rovinati tutti :rofl:


#64

Guarda che vale anche per Linux :wink:


#65

Anche tu hai dovuto “lottare” con il Cgs?

Io non vedo l’ora di mollarlo


#66

Sì, ma è stato il “then shake” che mi ha mandato fuori di matto … :crazy_face: :grin:


#67

Un aggiornamento da Aviation Week, che in realtà aggiunge poco - tradotto da google e appena aggiustato

"Quando è stato attivato uno dei giroscopi di riserva del 2009, questo ha esibito frequenze di rotazione insolitamente elevate. I giroscopi funzionano in due modalità di rotazione, alta e bassa. La difficoltà ha limitato il giroscopio ad alta rotazione dal monitoraggio accurato dei movimenti più piccoli del telescopio in modalità bassa.

Il 19 ottobre, la risoluzione dei problemi aveva interrotto le alte velocità di rotazione e il team di operazioni terrestri di Goddard Space Flight Center si preparò a valutare le prestazioni nelle osservazioni scientifiche di routine

Tali azioni si sono rivelate efficaci e hanno identificato la probabile causa del problema come un blocco che ha causato la fuoriuscita del galleggiante, o involucro che ospitava la girante ad alta velocità. Il galleggiante è sospeso in un fluido denso.

Mentre l’HST manovrava in risposta ai comandi di puntamento durante la risoluzione dei problemi e il ripristino, il blocco sembrava essere scomparso e il galleggiante riorientato correttamente.

Alle 02:10 EDT del 27 ottobre, Hubble aveva completato le sue prime attività scientifiche sin dalla prima interruzione del giroscopio di ottobre, osservazioni di una galassia a stella che si stava formando, DSF2237B-1-IR."