Ipotesi di soccorso di Nauka

Mi sembra una pessima notizia

E se dicessi che non mi stupisce vista la vita travagliata del modulo, l’anzianità dei sistemi, il fatto che non fanno volare autonomamente un FGB da più di 20 anni, le condizioni economiche del programma russo, la trascuratezza dimostrata fino all’ultimo momento con la questione delle coperte termiche aggiunte?

Detto questo speriamo che in qualche modo arrivi a destinazione :roll_eyes:

1 Mi Piace

Non vorrei polemizzare ma Nauka è la cosa più grossa degli ultimi anni in Russia
Anatoly Zak sta usando toni enfatici perché a mio avviso adesso è il momento migliore per fare iscritti
Io aspetterei…

8 Mi Piace

Sicuramente!

Nel caso in cui entrambi i sistemi di propulsione di Nauka fossero definitivamente fuori uso, sarebbe possibile per la ISS “scendere a prendere” il modulo per il docking, o si tratterebbe di una operazione troppo dispendiosa in termini di risorse e/o troppo rischiosa?

Chiedere è lecito, rispondere è cortesia. Ti sei risposto da solo: troppo rischiosa! Non si tratta di abbassare di poche centinaia di metri l’orbita della Stazione, ma di centinaia di chilometri: 200-240 circa! Semmai fosse possibile, non è detto che la Stazione e/o la Progress abbia carburante sufficiente per farlo e poi risalire alla quota di servizio a 400 chilometri dalla superficie terrestre. Fare ciò che pensi sarebbe quasi, dico QUASI, un mezzo deorbitaggio.

Nauka è comunque assicurato per questo tipo di incidente e Roskosmos sarà risarcita se dovesse mancare l’attracco. Anche in proporzione di valore non varrebbe la pena mettere a rischio l’integrità della Stazione per salvare Nauka. Se il modulo russo vuole arrivare a destinazione deve farlo da solo. Punto.

Detto ciò, rimaniamo con i piedi per terra. Inoltre è escluso che possa venire in soccorso una Progress da terra per portare su Nauka per due motivi: primo non si può lanciare una Progress in così poche ore e secondo la massa di Nauka è tale che non sarebbe materialmente in grado di farlo.

6 Mi Piace

Capisco che non ne abbiano una pronta sottomano, ma se ce l’avessero… sarebbe in grado di fornire carburante a Nauka così come fa con Zvezda; non porta su un “pieno”?

Poi rimarrebbe da vedere come usarlo: potrebbe alimentare direttamente i motori di Nauka, potrebbe ripressurizzarne serbatioi correttamente, potrebbe far coi propulsori propri…?

se nauka ha effettivamente problemi ai motori o ai serbatoi la vedo dura passargli i propellenti… a prescindere dal fatto che non è che ha il buco del serbatoio come un auto… invece per spingerla da dove lo potrebbe fare? dall’alto dell’attracco ISS? e poi la dovrebbe anche girare… Raga, non siamo in un film eh…

sorry for my 2 cents…

7 Mi Piace

Ok con le curiosità, ma meglio fermare a qui il whatiffing. Già la questione è di per sé ingarbugliata.

Vi ricordo la chat supersegreta dello sbraco spaziale

2 Mi Piace

Ma se pare che no:

(Magari si possono svuotare e ririempire…)

starliner avrebbe la capacità tecnica (sistemi di guida, potenza dei motori e capacità del propellente) per poter spostare l’orbita di nauka agganciandosi al modulo invece che alla iss?

Anche se li avesse, non credo che a NASA sia nemmeno passato per la testa. Starliner deve rifare un test andato male, verificando la propria capacità di attracco alla ISS, non può essere “speso” per andare a salvare un modulo russo, che comunque finora sta reagendo bene ai primi problemi.

Se la usassero a questo scopo non potrebbero testare queste caratteristiche, oltre credo che Starliner non abbia proprio la possibilità di agganciarsi fisicamente a Nauka, così come non lo avrebbe una Dragon. Ma qui chiedo l’aiuto dei miei amici super esperti di ISS e Russia @Raffaele_Di_Palma e @LuckyFive, sperando che possano confermare quello che ho detto.

2 Mi Piace

Di agganciarsi a Nauka potrebbe, Starliner ha lo stesso standard di attracco delle Dragon, giusto? Non è questo comunque il punto. Per avere senso il volo di collaudo di Starliner deve arrivare alla Stazione e interfacciarsi con i complessi sistemi del laboratorio orbitante, senza dimenticare che l’equipaggio deve salire a bordo di Starliner per effettuare altri controlli.

Spero sia l’ultima volta che qualcuno tiri in ballo l’eventualità di rimorchiare Nauka verso la Stazione. Non dovete trascurare il fatto che il modulo russo pesa 20 tonnellate, per confronto Sojuz e Dragon si attestano a circa 7. Nauka è troppo pesante per qualsiasi veicolo.

Non credete che Roskosmos avrebbe pensato ad un piano B se avesse avuto dei dubbi sul sistema di propulsione di Nauka? Il fattore limitante, purtroppo, è la massa. OT chiuso.

9 Mi Piace

A parte le ragioni di opportuntiĂ  cui @mattodeg accennava, e in aggiunta a @LuckyFive , le questioni NASA/Roscosmos/test proabilmente superabili con gli accordi politici giusti, ma ci sono altri motivi per cui lo escluderei:

  • Starliner non è progettato per fare da tug a veicoli spaziali, che sappiamo, ma come veicolo da trasporto persone
  • andrebbe provato che il sistema di attracco sia adatto a sostenere i carichi strutturali del caso
  • il software del sistema di guida andrebbe riscritto per gestire l’aggiunta di quella massa
  • il software o gli astronauti della Starliner dovrebbero essere in grado di effettuare il docking alla ISS sostituendosi al Kurs (dato che nel caso teorico discusso i razzi di manovra di sarebbero Nauka KO)
    Improponibile.
7 Mi Piace

Assolutamente da escludere per molteplici ragioni. Starliner non è progettato allo scopo e deve effettuare un test impegnativo per potersi certificare.
Gli unici veicoli che potrebbero farlo sono Soyuz e Progress, e comunque richiederebbero missioni ad hoc non realizzabili in tempi brevi.

4 Mi Piace