La flotta di SpaceX


#61

se lo spashdown del test di cui sopra è realistico, l’opzione di ammaraggio mi sembrerebbe la più sensata.

aggiungendo una bella spruzzata di idrorepellente, come suggerito da @Astro_Livio, potrebbe essere sufficiente per recuperare tutto questo hardware


#62

SpaceX è l’azienda privata che è riuscita a far diventare scontati e quasi noiosi gli atterraggi del primo stadio. È come se fosse diventata avversaria di se stessa e non ci si aspetta niente di meno da questo gruppo di persone.

Attualmente sembra una questione di tempo per rifinire il metodo di recupero. Non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello il fatto che non siano in grado di portare a termine una cosa del genere…


#63

Da quanto è dato comprendere dall’infografica pubblicata da @SaturnPower, il metodo di cattura con la rete sarebbe proprio quello con la peggiore valutazione. Persino il recupero mediante elicottero ottiene un punteggio maggiore: ne viene stimata una “operations reliability” di 7 su 10, quindi avranno pensato a come far atterrare il fairing, una volta catturato a mezz’aria…


#64

È anche vero che quei tipo di recupero ha un vantaggio davvero marginale in quella tabella.
Non stupisce che il piano B sia lo spashdown!


#65

Occhio che a sinistra c’è il peso per ogni singola valutazione… Quindi quei totali andrebbero rivisti…


#66

Sembra che Mr Steven, dopo un ulteriore test di cattura delle semi-ogive, si stia trasferendo in Florida…


#67

questo è lo stato dell’arte per la cattura dei fairing da parte di Mr. Stevens prima di partire alla volta della costa Est


#68

Tutt’altro che facile. In bocca al lupo SpaceX!


#69

#70

Non ho trovato info se si tratta di una droneship anche questa, perché altrimenti…

Non vorrei fare il qualunquista… ma ha cannato abbastanza il comandante Mr. Steven…

Insomma: velocità, direzione e rateo di discesa erano più che stabili…

Senza nulla togliere a nessuno… solo al comandante!


#71

Impressione mia o dopo aver toccato la rete il paracadute si sgancia?
Non vorrei avessero provato a calarlo una volta vicini al centro della rete, nel caso potevano mollarlo qualche secondo prima visto che erano allineati.

Non so se mai salito su una barca (basta anche uno dei vaporetti che ci sono a Venezia) ma non è così semplice rallentare o restare fermi in un punto…


#72

Si, il paracadute si sgancia subito per impedire il trascinamento dell’ogiva in caso di vento.


#73

Mbah… io rimango con la stessa impressione.
sono nato e cresciuto in un paese di mare (vicino Napoli) e sono stato più volte su dei pescherecci che non sono grossi come Mr. Steven, ma hanno comunque la loro bella dimensione. Secondo me, nelle condizioni viste nel video lo poteva centrare meglio già a 5/10 metri dalla rete. IMHO

Cmq non voglio far virare (ci azzecca come termine :rofl:) il trhead su sta cosa… se volete lo spostiamo in altra sede OT.

Peace!


#74

Mr Stevens ha superato il canale di Panama ed il suo arrivo in Florida è previsto entro 3/4 giorni. A bordo, nascoste da teloni, due semi-ogive, segno probabile, di altri test di cattura.


#75

Ormai vicina alla meta.


#76

Arrivata.


#77

Completato l’assemblaggio della grande rete cattura ogive.


#78

Alcune belle immagini della flotta di SpaceX basata a Port Canaveral.

https://twitter.com/tomcross/status/1096409401647349760?s=21


#79

un dettaglio dei propulsori di Of Course I Still Love You


#80

I propulsori erano già della Marmac o sono stati costruiti apposta per OCISLY?