NASA sta per acqusitare altri posti sui voli Sojuz nel 2020 (e anche ESA?)

Secondo RIA Novosti sarebbero in corso trattative tra NASA e Roscosmos per l’acquisto di nuovi posti sui voli Sojuz del 2020.

Come è noto, l’ultimo acquisto è stato è quello di due posti di cui si parla in questo articolo:

Gli effetti di questo contratto si esauriranno nel 2020 con il volo della Sojuz MS-16, al momento previsto per la prossima primavera (15 aprile secondo astronautibot, 30 marzo stando a RIA Novosti).

https://ria.ru/20191002/1559340327.html

Non è del tutto chiaro se questi posti serviranno ad integrare i ritardi del Commercial Crew o se ci si riferisca semplicemente alla redistribuzione degli astronauti sulle capsule dei due paesi (americani su Sojuz e russi su veicoli USA) necessaria per mantenere la continuità degli equipaggi sulle due sezioni della ISS.

Ieri, comunque, RIA Novosti aveva annunciato che nel 2020 i voli Sojuz saranno ridotti da 4 a 2 all’anno, in ragione del diminuito fabbisogno a seguito dell’entrata in servizio dei veicoli americani (le Progress resteranno 3 all’anno).

https://ria.ru/20191001/1559298826.html

L’agenzia TASS riporta su questo punto una dichiarazione di ieri di Rogozin, secondo il quale il numero di Sojuz è comunque destinato ad aumentare, perché presto partiranno i turisti spaziali “con cui abbiamo già un contratto” e forse anche astronauti ESA. “L’Agenzia spaziale europea sta discutendo con noi un accordo diretto sulla consegna dei suoi astronauti”. Questa mi pare una novità interessante.
Notare che non si parla di Nauka (che era la scusa ufficiale per la riduzione dei cosmonauti russi sulla ISS a due).

https://tass.ru/kosmos/6948536

8 Mi Piace

Nauka gli serve se vogliono farci stare dei turisti “che non ingombrino”

Sperem

Ma dove sarebbero tutte queste Sojuz disponibili quando fino ad ieri Dart Rogozin diceva che ci vogliono tre anni dal momento della richiesta al completamento di tale veicolo spaziale? :thinking: