2I/Borisov (C/2019 Q4): un nuovo oggetto interstellare

Tiro su questo 3d perche’ forse ce n’e’ un altro:

2 Mi Piace

Vabbe’ molto probabilmente e’ una bufala, ma se non lo fosse dicono che e’ molto piu’ grande di Oumuamua, inoltre e’ ancora in avvicinamento e da 'gnurant senza avere fatto calcoli ne troppi ragionamenti mi chiedo se questa volta sarebbe possibile organizzare almeno una missione flyby.

Sarebbe un oggetto interessantissimo.

Pero’ prima di fare ulteriori commenti aspetto conferme o probabili smentite.

Ha gia’ la sua paginetta, gia’ piena di dati:

Eccentricita’ tra 2.9 e 4.5 … 30km/s di velocita’ all’infinito e penso molto di piu’ nelle vicinanze del sole, a naso sembra tanto per prenderlo con un lancio diretto, a meno che non ci venga proprio incontro e ci sarebbe pochissimo tempo…

Confermo :wink: I miei colleghi dell’osservatorio sono tutti agitati… :joy:

3 Mi Piace

Bufala? Ma anche no! :rofl:

3 Mi Piace

E di questo oggetto sentiremo parlare davvero molto, ci scommetto!
Primo, è stato scoperto prima del perielio, non come Oumuamua. Secondo, è grande, molto più dell’altro. Terzo, resterà osservabile per un anno ed oltre… roba da programmare immediatamente campagne osservative, come tanti stanno facendo.

3 Mi Piace

E forse richiede un suo 3d?

Sembra presto ma se e’ tutto confermato, direi che ci sta.

Ci sono un sacco di cose da scoprire e da dire. Per ora mi scappano le seguenti.

E’ presto per fare delle considerazioni statistiche sugli oggetti interstellari? Forse non sono cosi’ rari se ne abbiamo visti due in poco tempo.

La galassia ne e’ piena?

Che composizione hanno?

Si puo’ pensare di cercarli attivamente ora che sappiamo che ci sono?

E da dove vengono? Forse da posti diversissimi data la velocita’ a cui viaggiano?

E prima o poi potremo visitarne uno? Mi rispondo da solo, il Voyager 1 che e’ l’oggetto piu’ veloce a gande distanza dal Sole va a 17 km/s poco piu’ della meta’ della velocita’ all’infinito di questo… e ci sono voluti dei gravity assist e un sacco di tempo per arrivarci, il delta V per raggiungere un oggetto interstellare sembra fuori portata per il momento, ma vedendone uno in anticipo e potendogli andare incontro magari… Se questo arriva a un minimo di 2 UA a Dicembre mi sa che non ce la si puo’ proprio fare, non ci sta esattamente venendo incontro…

Per le statistiche è decisamente un po’ presto, pero’ ti interesserà questo:
ESA sceglie 'Comet Interceptor' per il 2028
Non potrà visitare questo stesso oggetto, ma l’idea di avere una sonda pronta per inseguire un eventuale oggetto interstellare c’è!

2 Mi Piace

Attenzione che non è detto al 100% che sia interstellare. Potrebbe venire dalla nube di Oort. Aspettiamo che ci siano dati più precisi… un’orbita aperta ed una con l’afelio a 100.000 UA sono molto simili

Sembra che abbia una chioma di alcuni secondi d’arco, quindi alla portata anche degli strumenti amatoriali.

2 Mi Piace

Per venire dalla nube di Oort dovrebbe avere eccentricità di circa 1, il valore stimato dal JPL sembra non compatibile (3,63).

3 Mi Piace

Con una velocità del genere impossibile per ora intercettarla…inoltre il perielio sarà a due unità astronomiche.

La prima considerazione che mi viene in mente è che la stima della popolazione di oggetti interstellari è destinata ad essere nuovamente rivista verso l’alto. Ed anche le valutazioni sulle dimensioni medie di questi oggetti.

Il che implica che le stelle mediamente devono espellere molti più oggetti al di fuori del loro campo gravitazionale.

Già questo mi sembra molto interessante.

Per il resto aspettiamo i dati sul periodo di rotazione, la riflettanza, eventuale radiazione emessa e stima sulla forma e composizione

e si per favore, spostate su un nuovo 3d, grazie!

1 Mi Piace

Una delle ipotesi lette in giro e’ che alcuni si formino proprio al di fuori di un sistema stellare, come se fossero stelle essi stessi per quanto piccoli.

Sempre su quell’articolo (che adesso non riesco a ritrovare) si dice che chiarire questi dettagliuzzi sulla formazione di questi oggetti e’ ovviamente uno degli obiettivi principali dei prossimi mesi.

PS: nella definizione di pianeta piuttosto che satellite si e’ data tanta importanza all’orbita (il che da inesperto mi lascia un po’ perplesso, io tendo a pensare che un cane resta cane sia che mi giri intorno sia che se ne vada in linea retta). Se e’ cosi’, per coerenza. i corpi che orbitano intorno al centro della galassia sono una categoria ben diversa da quelli che orbitano intorno a un sistema stellare o a un sistema planetario.

Il Minor Planet Center indica una eccentricità di 3,2.

https://minorplanetcenter.net/mpec/K19/K19RB3.html

1 Mi Piace

Abbiamo una foto!

3 Mi Piace

Abbiamo anche una foto del sig. Borisov a quanto pare.
Un astronomo che da sempre lavora per l’Osservatorio astrofisico della Crimea, ma che ha scoperto l’oggetto per conto suo. La ricerca di comete pare fosse il suo hobby personale.

Non ho cercato ulteriori fonti e conferme.

4 Mi Piace

Il GTC ha ottenuto lo spettro della cometa rivelando che non è dissimile da quelle “nostrane”.

http://www.iac.es/divulgacion.php?op1=16&id=1610&lang=en

2 Mi Piace

Questo mi sembra molto significativo, perche’ non so se qualcuno si e’ messo a tracciare la possibie traiettoria di provenienza a prescindere dall’eventuale interazione con altre stelle, ma e’ verosimile che con quella velocita’ e in tempi astronomici possa essersi formato letteralmente dall’altra parte della Galassia.

Se gli oggetti interstellari che passano da queste parti hanno composizioni simili tra loro e simili a quelli della nube di Oort nostrana vuol dire che i piccoli oggetti con orbite indipendenti intorno al centro galattico sono simili ovunque, almeno quelli con energie e storie simili. Quindi studiarli significa studiare tutta la Galassia. Questi visitatori fanno si che abbiamo a portata di mano informazioni su cose formate in tempi e luoghi lontanissimi.

Ovviamente io mi sbilancio a tirare a indovinare su queste cose perche’ non lavorando nel settore non ho nessuna reputazione e carriera da difendere e un po’ di ignoranza mi e’ consentita.

5 Mi Piace

Per quanto riguarda l’osservazione con telescopi amatoriali, essendo questi di livelli molto diversi, secondo voi con il mio modesto newton 150/750 riuscirò ad osservarlo?
Se sì, quale sarà il periodo migliore? (leggevo su internet dicembre).

No, l’oggetto è ben oltre la portata del tuo strumento.

1 Mi Piace