Consiglio Ministeriale dell'ESA 2019: Space19+

Si avvicina la data della ministeriale del 27 e 28 novembre, dove si deciderà il budget ESA per i prossimi 3 anni (2020-2022).
Woerner ieri ha tenuto una conferenza stampa a proposito, dove ribadiva il suo entusiamo per la partecipazione europea al gateway lunare e le sue preoccupazioni per il futuro di Ariane 6 e Vega C in un mercato sempre più competitivo.

Qui c’è un riassunto dell’intervento.

Il budget proposto per i prossimi 3 anni è di 12,5 miliardi di euro. La gestione finanziaria di ESA e NASA è completamente differente è può portare facilmente a conclusione. Semplificando molto, la proposta è in concreto il budget minimo sul quale ESA può contare per i prossimi tre anni. I contributi a ESA aumentano sempre rispetto alla triennale prevista a causa di collaborazioni extra e contributi volontari delle singole nazioni. Ad esempio, la ministeriale del 2016 aveva approvato per il triennio 2017-2019 solamente 10,3 miliardi di euro, ma già da solo il budget di quest’anno, 2019, è stato di 5,72 miliardi di euro. Inoltre rispetto alla NASA, l’ESA offsetta dal budget quello che le singole nazioni contribuenti operano in casa, ad esempio le cose che fa ASI per conto suo e poi rientrano in un programma ESA, non vengono contate nel budget. Giusto per paragone, il budget proposto per la NASA nel 2020 è di 21,5 miliardi di dollari (19,3 miliardi di euro).

5 Mi Piace