Previsioni a ruota libera sul programma BFR


#1

Una domanda ritenete che questo influirà sulla Space X e sul BFR? e secondo ma un azienda se va sempre in perdita poi non fallisce? :stuck_out_tongue_winking_eye:

http://www.repubblica.it/economia/2018/05/03/news/tesla_primo_trimestre_con_perdite_record-195384585/


#2

Finché trova qualcuno che ripianare i debiti no…

Meridiana ne è un buon esempio…


#3

Elon contro Elon, una brutta uscita alla trimestrale della Tesla.

Una mia considerazione: Elon è senza dubbio una persona geniale (le sue molteplici inziiative parlano per lui) forse un pò dispersiva, spesso viene accomunato a Steve Jobs, in un punto però sono molto dissimili: Steve era un grande comunicatore Elon no.

Se avete avuto modo di vedere una sua presentazione si nota lo sforzo enorme che fa per vincere la sua timidezza, spesso balbetta ed incespica sulle parole. E’ chiaro che in una situazione di stress, come quella della Tesla, questa mancanza non gioca a suo favore.


#4

Forse non ci rendiamo ancora conto, ma fra una dozzina di mesi potremmo vedere i primi testi di atterraggio/volo della prima vera e propria nave spaziale della storia (tralasciando il mockup a scala ridotta del Delta Clipper fra 1993 e 1995).


#5

Cioè?


#6

Cosa non ti è chiaro della mia frase, McGyver ?

I test che vedremo il prossimo anno, saranno i primi della storia di una nave spaziale “vera e propria”, cioè progettata e realizzata per partire/atterrare su un corpo celeste e volare nello spazio, come nei vecchi film di fantascienza.

Come detto non terrei in considerazione i test del Delta Clipper della McDonnell Douglas di inizio/metà anni '90, perchè si trattava di un modello a scala ridotta del progetto iniziale, ed inoltre non era una navetta per il trasporto umano (perlomeno non nelle intenzioni iniziali).
Lo vedrei più come un primo tentativo della tecnologia “Falcon”, per un vettore riutilizzabile, anche se innegabilmente la forma ricordava più un mezzo per il trasporto umano stile navetta BFR o il Mars Lander della Lockheed.


#7

Tecnicamente lo abbiamo già fatto, con le missioni Apollo (sempre se consideriamo solo le missioni con equipaggio umano).
BFR, quando volerà, lo farà partendo spinto da un vettore esattamente allo stesso modo delle missioni Apollo, Shuttle ecc, non certo partendo e atterrando come niente fosse come le navette dei “film di fantascienza”, e non andrà a zonzo per il sistema solare saltando da un corpo celeste all’altro, come nei “film di fantascienza”.
Ognuno è libero di crearsi il suo mondo di fantasia, per carità, ma non so quanto interessi discuterne.


#8

Concordo con Marco e aggiungo anche che mi piacerebbe capire cosa si intente per “primi test”, davvero qualcuno crede che vedrà atterrare o decollare una nave spaziale interplanetaria tra 1 anno?? Dai rimaniamo seri, potrebbero esserci forse qualche genere di test di un qualche genere di mockup con le sembianze e possibilmente le masse di una possibile futura capsula… ma da qui a dire che vedremo volare una nave spaziale come quella nella computer grafica di SpaceX proprio no…


#9

Chiaro, ha bisogno di un vettore (il BFR), ma una volta atterrato sulla Luna o Marte, poi ripartirebbe senza vettore verso la Terra.

Per me è già un grosso passo avanti verso le navette della fantascienza anni '50 …

La grossa differenza con le missioni Apollo era che la navetta era cmq “a buttare”, e gli astronauti rientravano con una capsula in mare; in questo caso rientra a Terra una bestiolina di 50 metri con a bordo astronauti, dapprima con volo planato stile Shuttle, e poi con atterraggio propulso (e questo è sicuramente il tratto più “Sci-Fi”).
Insomma, si parla di due cose assai distanti.

Per Albyz: Musk ha detto che il prossimo anno vi saranno i primi test di leggero volo/sorvolo ed atterraggio stile “grasshopper” come per il primo stadio del F9 nel periodo 2012-2013; quindi si, immagino che sarà ancora una navetta non certo completa e pronta al 100% per il volo suborbitale come il Grasshopper non era un F9 completo …

Vedremo se Musk è stato un pò troppo ottimista come spesso gli accade; cmq fosse anche 1 o 2 in più, intanto si fanno passo avanti … alla fine F9 e FH sono realtà ed in piena operatività, no ?

Per i primi test suborbitali (e quindi con vettore) Musk nella conferenza stampa post-FH parlava di 3-4 anni.


#10

Comunque il fatto che non esista un mockup e non ci sia nessuna foto/video in computer grafica della parte interna mi fa dubitare molto del progetto , non vorrei che fosse un pò come la navetta “lunare” russa federation un progetto messo li ma che se non viene finanziato da qualcuno rimane nella computer grafica :skull:


#11

Oddio, va bene che Spacex è tutt’altro che “timida” quando si tratta di publicity, però forse su alcune cose vogliono andarci cauti a mostrare immagini e video.

Comunque la cisterna dell’ossigeno liquido l’abbiamo già vista ormai 2 anni fà, e pochi mesi fà abbiamo visto il “modello” per plasmare lo scafo della navetta; insomma, qualcosa si muove.

E ricordiamoci il rapido sviluppo che sta prendendo la questione del sito produttivo nel porto di Los Angeles …


#12

Abbiamo anche visto il contratto di leasing del terreno dove verrà costruito lo stabilimento di produzione… e a quanto pare stanno anche assumendo parecchio nuovo personale.


#13

Comunque non possiamo fare altro che aspettare ,certo se magari le agenzia spaziali avessero qualche idea concreta di cosa fare dopo la ISS per i privati sarebbe più facile capire che tipo di navette fare per il futuro e non parlo solo di Space X, ma per quanto riguarda i soldi poniamo che un giorno prima o poi la Tesla sia in attivo questo potrebbe contribuire al BFR? se si di quanto realisticamente?


#14

Credo zero. Anche se fanno capo alla stessa ‘mente’, sono due aziende slegate con consigli di amministrazione e investitori diversi.
Quando e se Tesla avrà dei dividendi, può darsi che qualcuno degli azionisti decida di investire in SpaceX… Per ora credo che entrambe le aziende puntino ad essere autonome.


#15

Perché ci piace :stuck_out_tongue_winking_eye:


#16
Per il resto, perché insistere nello speculare?

Se facessimo cosi mi sa che il topic non avrebbe commenti per molti molti molti anni… :grin:


#17

Esatto, così potremmo commentare i moltissimi topic di cui invece abbiamo notizie certe e per i quali servono spiegazioni plausibili, ricerche, monitoraggi :smiley:
C’è sempre bisogno di informazioni aggiornate. Potremo godere del BFR non appena si muoverà!

[AstronauticAgenda](https://calendar.google.com/calendar/embed?src=upsmpeobd4tral5bke7vtadle8%40group.calendar.google.com&ctz=Europe%2F Rome)


#18

non ho capito di cosa parli: del BFR, di SLS, della Dragon, della Virgin, di Blue Origin, o di altro? La corsa allo spazio è ricominciata, di “astronavi” in costruzione ce ne sono tante, e una atterrerà sulla Luna addirittura quest’anno (Chang’e 4), e sto cercando di orientarmi in questa baraonda spaziale (interessante e piacevole… ma comunque baraonda).


#19

E’ questo il problema per cui bisognerebbe evitare di allungare a dismisura i thread con un minestrone di argomenti tecnici e voli pindarici.
Va benissimo (si fa per dire, a mio parere) discutere di aria fritta, ma magari si apra un topic a parte, così chi ha voglia lo segue senza “inquinare” una discussione più tecnica che magari si, può restare senza aggiornamenti per qualche settimana/mese, se non ci sono fatti da raccontare.


#20

quindi la risposta alla mia domanda è…??