[2022-03-18] Sojuz 2.1a | Sojuz MS-21

Date di riferimento

Data di lancio NET 2022-03-18 00:00:00

Status attuale

Stato attuale INCERTO
Probabilità -

Missione

Missione Tipo Orbita
Sojuz MS-21 Esplorazione umana Orbita bassa terrestre (LEO)

Veicolo spaziale utilizzato

Veicolo Soyuz MS-21
Destinazione International Space Station

Equipaggio

Nome   Affiliazione Ruolo
Oleg Germanovič Artem’ev :ru: RFSA Comandante
Denis Matveev :ru: RFSA Ingegnere di volo
Sergey Vladimirovich Korsakov :ru: RFSA Ingegnere di volo

Rampa di lancio

Nome 31/61 2
Località Cosmodromo di Baykonur, Repubblica del Kazakistan :kazakhstan:
Lanci totali 394

Lanciatore

Vettore Sojuz 2.1a1
Produttore Progress Rocket Space Center :ru:1 2
Fornitore servizi di lancio Russian Federal Space Agency (ROSCOSMOS) :ru:1 2
Primo volo
2004-11-04
Numero stadi 3
Dimensioni altezza: 46,30 m
diametro: 2,95 m
Peso al lancio 312 t
Spinta al decollo 4.149 kN
Capacità di carico LEO: 7.020 kg
GTO: 2.810 kg
Successi/Lanci totali 25/26 (19 consecutivi)

Caratteristiche veicolo spaziale

Veicolo Sojuz
Primo volo
1966-11-28
Trasporto equipaggi SI
Dimensioni altezza - m, diametro - m
Numero passeggeri Fino a 3 persone
Capacità di carico - kg

Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 09:42 con AstronautiBOT 8.1 - Fonte: LaunchLibrary2 API

1 Mi Piace

(Traduzione automatica) Soyuz MS-21 trasporterà i cosmonauti Roscosmos Oleg Artemyev, Denis Matveev e Sergey Korsakov alla Stazione Spaziale Internazionale a bordo della navicella Soyuz dal Cosmodromo di Baikonur in Kazakistan.

1 Mi Piace

Non è da escludere che Roskosmos possa cedere un posto sulla Sojuz ad un astronauta della NASA. Non è stato specificato in modo esplicito il seriale della navetta, si è fatto riferimento al lancio pianificato nella primavera 2022 che, viste le circostanze, dovrebbe essere quasi sicuramente quello della Sojuz MS-21. La scelta della NASA sembra ricaduta su Loral O’Hara, un’astronauta della classe 2017, che in queste settimane sta prendendo parte all’addestramento in Russia per gli atterraggi d’emergenza.

Non escludo che possa essere Sergej Korsakov (ingegnere di volo 2) a farsi da parte, peraltro già al centro di trattative per un volo su un veicolo statunitense.

4 Mi Piace

La possibilità che NASA acquisti un posto su questo volo (“come opzione di backup in caso di forza maggiore con le navi commerciali americane”) è stata ribadita da Sergei Savelyev, vicedirettore di Roscosmos per la cooperazione internazionale. La notizia, raccolta da RIA Novosti, è stata diffusa dalla stessa Roscosmos

https://www.roscosmos.ru/32272/

4 Mi Piace