Lunar Starship

Ora che la versione lunare di Starship è stata selezionata dalla NASA come Hunan Landing System per Artemis, mi sembra il momento di aprire un argomento per aggiornarci sugli sviluppi di questa versione e i suoi utilizzi

1 Mi Piace

Credo che in qualche modo SS sarà utilizzato come “taxi” surface-HALO
Ma non saprei rispondere con certezza

Avvisiamo che commenti sarcastici o low effor relativi all’assegnazione del contratto HLS saranno moderati.

1 Mi Piace

Ma nessuno di voi ha dei dubbi circa l’altezza dello Starship lunare, circa la possibilità di allunare in sicurezza?
Non rischia di sbilanciarsi e crollare da un lato,in caso alluni su una superficie non perfettamente piana?

Come no, ci sono almeno un paio di Topic costellati da dubbi, tra cui quello di cui parli tu.

È molto prematuro per ora “condannare” il sistema senza aver visto nulla nel dettaglio di come SpaceX abbia illustrato il suo progetto a NASA.

2 Mi Piace

In questo pdf le motivazioni della scelta:

Devo ancora passarmelo per bene, ma pare che SpaceX non sia stata la migliore solo per il costo, ma anche per i fattori tecnici e manageriali. Purtroppo non sono stati indicati i prezzi di Blue Origin e di Dynetics. Pare comunque che alla fine il prezzo di Dynetics sia risultato maggiore di quello di Blue Origin e anche che il lander Alpaca abbia dei problemi dal punto di vista tecnico.
Ecco lo schema riassuntivo:

Fattore Valutazione tecnica Prezzo Valutazione manageriale
SpaceX Accettabile $2,941,394,557 Eccezionale
Blue Origin Accettabile Significativamente maggiore di quello di SpaceX Molto buona
Dynetics Marginale Significativamente maggiore di quello di Blue Origin Molto buona

Dove la valutazione poteva essere, in ordine dalla migliore alla peggiore: Eccezionale - Molto Buona - Accettabile - Marginale - Non accettabile.

10 Mi Piace
10 Mi Piace
2 Mi Piace

Metto lì i miei 5 cents: il lander in versione finale non somiglierà minimamente ai render attuali

4 Mi Piace

Dopo aver letto il pdf, due commenti sui lander di Blue Origin e Dynetics.

Per quanto riguarda Blue Origin, tralasciando alcuni problemi tecnici comunque non trascurabili ma della stessa rilevanza di altri che ha Starship, la loro proposta aveva dei grossi problemi legali e per quanto riguarda i pagamenti. In pratica la NASA, per la proposta di Blue Origin, non avrebbe potuto verificare dei requisiti ed inoltre Blue avrebbe richiesto dei pagamenti anticipati, che non sono permessi. Per solo questi motivi, il National Team non sarebbe potuto essere selezionato.
Un altro problema non immediato ma secondo me importante è che il lander non sarebbe stato sostenibile, o meglio, per poterlo diventare sarebbe dovuto cambiare così tanto da diventare un nuovo lander.

Per quanto riguarda Dynetics il problema che mi ha colpito di più è di tipo tecnico: in pratica il lander che hanno presentato non ha margini per poter effettuare il profilo di missione nominale, anzi, ha margini negativi. Quindi a meno che Dyentics non inventi un sistema di antigravità, il lander non sarebbe stato utilizzabile a meno di cambiamenti importanti. Opinione personale: proporre un lander senza abbastanza delta-v per eseguire la missione richiesta mi sembra un errore davvero un po’ da principianti.

19 Mi Piace

Sono veramente stupito della scelta, ma in fondo contento. Oltre a quanto avete gia’ commentato credo che la NASA si stia trovando bene a collaborare con spacex sulla crewdragon e quindi siano ben felici di estendere la partnership con il lander.
Ci sara’ da divertirsi con il progetto SS nei prossimi anni e non nascondo l’idea che qualcuno alla NASA stia sotto sotto provando a boicottare la Boeing e le scelte del congresso su SLS.

innegabilmente fino a qualche mese fa nessuno o quasi avrebbe scommesso su questo risultato, ma se davvero gli altri due candidati si sono dimostrati tanto più “deboli”, abbiamo poco da sorprenderci.

Credo comunque anch’io che non abbia giocato un ruolo secondario anche il fatto che, come spesso detto anche in pubblico da entrambi le parti, la NASA si sia trovata molto bene con SpaceX in questi anni, ed a parte qualche fiosologico ritardo temporale, hanno avuto sempre ottimi riscontri, sia con la cargo Dragon che, da ultimo, con la Dragon 2 human-rated.

Ed anche senza essere tifosi di Musk e SpaceX, nessuno può negare che al momento l’unica azienda che sembra davvero affidabile, dinamica e con vari progetti già concretamente sviluppati o in fase di sviluppo, sia quella di Hawtorne.
A tal proposito mi domando quali possano essere i risvolti per Blue Origin, anche dopo le recenti notizie sul New Glenn …

A questo punto credo che nei prossimi mesi ne vedremo delle belle a Boca Chica.

14 Mi Piace

Lo “accorceranno” tutto quel propellente non gli serve e così l’ascensore puo lavorare in sicurezza

Un hopper va bene se lo puoi rifornire

Da vedere come gestiranno la regolite nei draco se vogliono fare ssto

SE le dimensioni restano quelle attuali, non si trovano a 30 metri da terra, rispetto ai pochi metri o decimetri degli altri due (ormai ex) concorrenti?

Letto e riletto il PDF, io continuo a rimanere molto scettico riguardo alle dimensioni del Lander di SpaceX, che è sovradimensionatoo rispetto ai requisiti e quindi comporta una complessità senza precedenti dell’architettura in LEO (lanci multipli uno dopo l’altro in rapida successione).

Quello che mi stupisce di più però è che NASA, nonostante riconosca questo problema, abbia valutato questa soluzione tecnicamente migliore o pari rispetto alle altre. Vuol dire che gli altri non hanno trovato una soluzione molto più “semplice”.

Altro punto clamoroso è il fatto che SpaceX abbia preso il massimo dei voti nel Management, che è il risultato opposto di quello che avevano preso ai tempi di CCDEV. Evidentemente va riconosciuto a SpaceX che hanno fatto tesoro dell’esperienza e hanno fatto dei passi avanti notevoli. Complimenti a loro! :clap:

Detto questo, la cifra in gioco (3 miliardi) è sensazionale. Gran colpo per SpaceX e per l’avanzamento dell’umanità.

Considerando che noi dovremo mettere i nostri astronauti ESA là sopra, non resta che fare il tifo perché SpaceX riesca a sviluppare questo Lander nei tempi richiesti. Forza SpaceX, portateci sulla Luna!

23 Mi Piace

È stata sicuramente una combinazione economica (Musk ormai ha un economia di scala ed un business case che gli può concedere di lavorare con meno margini e potenzialmente anche in dumping) e tecnica (oggettivamente quanto fatto vedere da hopper/starship è anni luce avanti a dei lavori su carta)

7 Mi Piace

Gli serve quando fa il secondo stadio al momento del lancio dalla Terra.

Questo non e’ il payload di un lancio, e’ il lanciatore stesso.

4 Mi Piace

In più con maggiore propellente magari è anche capace di fare più viaggi luna - orbita con un solo pieno

2 Mi Piace

Il calcolo spannometrico e’ anche facile. La velocita’ orbitale per LEO e’ circa 28mila km/h, e la velocita’ di staging per un Falcon e’ circa 7-8mila km/h (ma per SH+SS potrebbe essere molto diversa).

Quindi una SS rifonita dovrebbe avere, ripeto molto molto spannometricamente, intorno ai 20mila km/h di Detla V a pieno carico, che corrispondono a circa 5.5 km/s.

Per la Lunar SS pieno carico potrebbe significare “ben allestita” dato che e’ essa stessa il carico.

7 Mi Piace