[2021-10-16] Atlas V 401 | Lucy

Lucy NASA Mission Patch

Date di riferimento

Data di lancio 2021-10-16 09:34:00
Finestra di lancio 01:15:00
2021-10-16 09:34:002021-10-16 10:49:00

Status attuale

Stato attuale SUCCESSO
Probabilità 90%

Missione

Missione Tipo Orbita
Lucy Esplorazione robotica Eliocentrica (Helio-N/A)

Rampa di lancio

Nome Space Launch Complex 411 2
Località Cape Canaveral, Florida, USA :us:
Lanci totali 101

Lanciatore

Vettore Atlas V 4011 2
Produttore United Launch Alliance :us:1 2
Fornitore servizi di lancio United Launch Alliance :us:1 2
Primo volo
2002-08-21
Numero stadi 2
Dimensioni altezza: 58,30 m
diametro: 3,80 m
Peso al lancio 590 t
Spinta al decollo 3.827 kN
Capacità di carico LEO: 9.050 kg
GTO: 4.950 kg
Successi/Lanci totali 40/40 (40 consecutivi)

Altre informazioni

Video

Variazioni della data di lancio

Vedi il dettaglio
Da A Δ G:O:M:S
2021-10-01 00:00:00 2021-10-16 09:00:00 15:09:00:00
2021-10-16 09:00:00 2021-10-16 09:35:00 00:35:00

Patch di missione

Lucy NASA Mission Patch
Lucy NASA Mission Patch


Ultimo aggiornamento: 2021-11-13 10:42 con AstronautiBOT 8.1 - Fonte: LaunchLibrary2 API

Lucy è una missione spaziale esplorativa della NASA diretta verso gli asteroidi troiani di Giove, che condividono la loro orbita attorno al Sole con Giove.

Raggiungerà la nuvola troiana L4 (un gruppo di asteroidi 60º avanti nell’orbita gioviana) nel 2027, eseguendo sorvoli ravvicinati di 3548 Eurybates, 15094 Polymele, 11351 Leucus e 21900 Orus. Dopo, Lucy tornerà vicino alla Terra dove eseguirà una fionda gravitazionale per raggiungere la nuvola troiana L5 (che orbita 60º indietro nell’orbita gioviana), dove visiterà il troiano binario 617 Patroclus e il suo satellite Menoetius. La sonda sorvolerà anche 52246 Donaldjohanson, un asteroide della fascia principale nominato in onore dello scopritore della nana bianca Lucy.

Il carico scientifico della sonda include 3 strumenti: una fotocamera nel visibile ad alta risoluzione, uno spettrometro fotografico nel visibile e vicino infrarosso, e uno spettrometro termico nell’infrarosso.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Lucy_(missione_spaziale)

Festeggiamo il superamento della CDR con questo video.

5 Mi Piace

Nuovo articolo di Luca Frigerio pubblicato su AstronautiNEWS.it

1 Mi Piace

Bell’articolo e bella missione! Secondo voi perché hanno scelto di dedicare così tanto tempo e risorse per spostarsi da una nuvola all’altra dei troiani? Non avrebbe dato molto più ritorno scientifico esaminare in dettaglio molti più asteroidi anche se all’interno di una sola nuvola?

Il problema è che, per sapere se possa avere più ritorno scientifico spostarsi da una nuvola di troiani all’altra o esplorarne una sola, bisognerebbe averle esplorate entrambe con un livello di dettaglio superiore a quello consentito dalle osservazioni tlescopiche.

2 Mi Piace

Eh sì, capisco. Due missioni distinte (con due sonde identiche) avrebbero potuto mappare più efficientemente entrambe le nuvole. Ma capisco che in queste cose bisogna accontentarsi di sfruttare al massimo un’unica missione a disposizione.

Non sono riuscito a trovare un immagine col la traiettoria vista da un riferimento solare, quella dell’articolo è vista da un riferimento rotante fissato su Giove, ma credo che energeticamente costi meno andare da uno all’altro che stare fisso su un gruppo. Se ci sono meno costi e maggiori vantaggi è la scelta migliore. Se riesco a trovare maggiori dettagli sulla manovra che verrà eseguita in prossimità della Terra quando passano da un gruppo a un altro riuscirò a fare una stima a mano del delta v per le due soluzioni.

1 Mi Piace

Ha molto senso quello che dici. Per fare una visita veloce ad uno dei gruppi basta un orbita solare con perigeo molto piccolo.

Ecco finalmente un video esplicativo di come andare da L4 a L5 costa praticamente zero in termini energetici:

Praticamente ci va da solo, il flyby con la Terra è per aggiustare leggermente il tiro. I video che girano di solito usano invece un riferimento centrato in Giove che non è inerziale ed è difficillissimo fare considerazioni energetiche valide di traiettoria.

6 Mi Piace

Sul secondo obiettivo di Lucy, Eurybates, hanno scoperto un satellite naturale, questa è davvero una notiziona! :slight_smile:
https://www.nasa.gov/feature/nasa-s-lucy-mission-confirms-discovery-of-eurybates-satellite

4 Mi Piace
3 Mi Piace

Significa che hanno già una chiara idea di data e ora, del lancio: 2021-10-17T08:58:00Z

2 Mi Piace

Esattamente fra un anno, il 2021-10-22T22:00:00Z, sarà l’ottavo giorno dall’apertura della finestra di lancio. Come detto nel thread dedicato a tutti gli aspetti della sonda, la finestra è molto breve e mattutina. Ora sappiamo che serve per dare alla sonda un’ulteriore spinta verso gli asteroidi troiani.

1 Mi Piace
4 Mi Piace

Lucy, gli obiettivi, e la storia dei punti lagrangiani:

3 Mi Piace

I membri del team di Lucy hanno proposto 27 nomi, per altrettanti asteroidi della fascia principale, in onore di astronauti afroamericani, ispanici e nativi americani e anche un cosmonauta. Cliccando sul link di ogni proposta è possibile vedere l’orbita dell’asteroide e simularne la traiettoria nel corso degli anni. Cliccando sul nome nella descrizione è possibile accedere alla scheda astronauta in cui sono presenti alcune informazioni salienti, come le missioni a cui l’astronauta ha partecipato.

(92579) Dwight

Edward (Ed) Joseph Dwight Jr. (1933) è stato il primo astronauta candidato afroamericano. Ha servito nell’aeronautica, lavorando come pilota di test prima di entrare nella scuola piloti e di ricerca aeronautica. Terminata l’esperienza militare è diventato uno scultore e autore.

(92892) Robertlawrence

Robert H. Lawrence Jr. (1935-1967) fu selezionato per il programma Manned Orbiting
Laboratory (MOL), diventando il primo astronauta afroamericano ad essere selezionato e l’unico del programma MOL con un dottorato. Purtroppo è morto in un incidente aereo prima di avere la possibilità di andare nello spazio.

(92894) Bluford

Guion Steward Bluford Jr. (1942) è stato il primo astronauta afroamericano nello spazio, prendendo parte a quattro missioni Shuttle tra il 1983 e il 1992, totalizzando un totale di 688 ore.

(95449) Frederickgregory

Frederick Drew Gregory (1941) pilota di una missione Shuttle e comandante di altre due, è stato il primo afroamericano a comandare un volo spaziale. Ha servito anche come vice amministratore della NASA agli inizi degli anni 2000.

(97508) Bolden

Charles Frank Bolden Jr. (1946) ha volato in quattro missioni Shuttle, due come comandante e due come pilota, per poi essere amministratore dal 2009 al 2017 della NASA.

(97512) Jemison

Mae Carol Jemison (1956) è stata la prima donna afroamericana ad essere ammessa nel programma astronauti e a volare nello spazio, volando sullo Shuttle nel 1992.

(103733) Bernardharris

Bernard Anthony Harris Jr. (1956) è stato il primo afroamericano ad effettuare una passeggiata spaziale nel 1995. Ha preso anche parte anche ad una missione nel 1993.

(103734) Winstonscott

Winston Elliott Scott (1950) è un ex astronauta che ha preso parte a due missioni spaziali, completando tre EVA per la riparazione di satelliti o per l’assemblaggio della ISS.

(103737) Curbeam

Robert Lee Curbeam Jr. (1962) è stata la prima persona ad effettuare quattro EVA in una singola missione, permettendo di sistemare i pannelli della ISS e installare un nuovo truss. In totale ha all’attivo 37 giorni nello spazio e 45 ore di EVA.

(103738) Stephaniewilson

Stephanie Diana Wilson (1966) è stata la seconda donna afroamericana a volare nello spazio e nel corso di tre missioni ha totalizzato il maggior numero di giorni in orbita rispetto a qualsiasi altro astronauta afroamericano. Ha servito come comandante di terra durante la prima EVA al femminile nel 2019.

(103739) Higginbotham

Joan Higginbotham (1964) è stata la terza donna afroamericana a volare nello spazio. Prima di diventare astronauta ha partecipato a 53 missioni Shuttle come ingegnere elettrico al KSC.

(104698) Alvindrew

Benjamin Alvin Drew (1962) è un astronauta reduce di due missioni Shuttle come specialista di missione, totalizzando 25 giorni nello spazio e due EVA.

(108096) Melvin

Leland Devon Melvin (1964) è un ingegnere, famoso anche per il ritratto ufficiale con i suoi due cani, che ha volato a bordo di due missioni di Atlantis tra il 2008 e il 2009, aiutando a costruire la ISS. È stato anche un giocatore NFL per i Detroit Lions e un ingegnere esperto nell’indagine di danni a veicoli aerospaziali tramite l’utilizzo di sensori.

(108097) Satcher

Robert Lee Satcher Jr (1965) è stato il primo chirurgo ortopedico a volare nello spazio, partecipando a due missioni Shuttle verso la ISS nel 2009.

(114705) Tamayo

Arnaldo Tamayo Méndez (1942) è stata la prima persona con antenati africani e il primo ispanico, in particolare cubano, a volare come cosmonauta a bordo della Soyuz 38 il 18 settembre 1980. Ha ricevuto la prima medaglia di Eroe della Repubblica di Cuba e altre onorificenze.

(115015) Changdíaz

Franklin R. Chang Díaz (1950) è stato il primo astronauta costaricense e il primo di discendenza cinese. Ha volato su sette missioni Shuttle tra il 1986 e il 2002, totalizzando oltre 1600 ore nello spazio e partecipando al rilascio della sonda Galileo.

(116162) Sidneygutierrez

Sidney M. Gutierrez (1951) ha preso parte alla prima missione dedicata alle scienze biologiche verso la stazione Spacelab a bordo del Columbia nel 1991. Ha comandato anche una missione su Endeavour nel 1994, che aveva il compito di studiare la Terra tramite i radar.

(117703) Ochoa

Ellen Ochoa (1958) è stata la prima donna ispanica a volare nello spazio, nel 1993. Successivamente ha partecipato ad altre tre missioni, totalizzando circa 1000 ore nello spazio e in seguito diventando direttrice del Johnson Space Center di Houston.

(117704) Lopez-Alegria

Michael Lopez-Alegria (1958) è un ex astronauta che ha preso parte a tre missioni Shuttle e una Soyuz. In totale ha effettuato 10 EVA in 257 giorni nello spazio, effettuando anche esperimenti su combustione e biotecnologie. Ora è CEO di Axiom Space.

(118768) Carlosnoriega

Carlos I. Noriega (1959) è nato in Perù e ha partecipato a due missioni Shuttle, una verso la Mir e un’altra verso la ISS, con a bordo il primo set di pannelli solari per la ISS.

(118769) Olivas

John D. Olivas (1966) è un ex astronauta che ha partecipato a due missioni Shuttle, nel 2007 e 2009, per continuare l’assemblaggio della ISS, effettuando cinque EVA.

(119890) Zamka

George D. Zamka (1962) è un ex astronauta che ha pilotato una missione Shuttle nel 2007 e comandato un’altra nel 2010, entrambe verso la ISS.

(119993) Acabá

Joseph Acabá (1967) è un astronauta che ha partecipato a tre missioni verso la ISS nel 2009, 2012 e 2018, a bordo di Shuttle e Soyuz, effettuando anche delle EVA per assemblare la ISS. In totale ha 306 giorni nello spazio.

(122554) Joséhernández

José M. Hernández (1962) è un astronauta che ha partecipato ad una missione verso la ISS nel 2008. Prima di essere selezionato, ha partecipato allo sviluppo del primo sistema di analisi completamente digitale per la mammografia.

(122555) Auñón-Chancellor

Serena M. Auñón-Chancellor (1976) è un’astronauta che ha partecipato ad una missione sulla ISS nel 2018 e ha lavorato in Antartide collezionando meteoriti e nelle stazioni di ricerca subacquee di NASA.

(126965) Neri

Rodolfo Neri Vela (1952) è stata la prima persona messicana a raggiungere lo spazio, durante una missione Shuttle come specialista del carico pagante, effettuando esperimenti sulla fisiologia umana.

(127030) Herrington

John Herrington (1958) è un ex astronauta che ha partecipato ad una missione verso la ISS, effettuando tre EVA.


Fonte: NASA - 27 asteroids named in honor of pioneering astronauts.

6 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da October 1, 2021 12:00:00 AM a October 16, 2021 9:00:00 AM

1 Mi Piace

C’è un obiettivo in più da osservare durante la missione, si tratta di Queta, ed è un satellite naturale di Eurybates scoperto solo quest’anno.

2 Mi Piace

Data di lancio aggiornata!

Da NET October 16, 2021 9:00:00 AM a NET October 16, 2021 9:35:00 AM

1 Mi Piace